sabato 24 Luglio 2021,

Primo Piano

Ξ Commenta la notizia

Lazio, Lega ”Governo scherza col fuoco su Roma-Latina, a rischio miliardi di euro”

scritto da Redazione
Lazio, Lega ”Governo scherza col fuoco su Roma-Latina, a rischio miliardi di euro”


Roma, 5 dic – ”Dove sono i 2,7 miliardi di euro per la Roma-Latina e la Cisterna-Valmontone? Basta litigi perché la provincia di Latina e il resto del Lazio necessitano di investimenti e di infrastrutture all’avanguardia. È imbarazzante l’incapacità di decidere tra il premier Giuseppe Conte, il ministro competente Paola De Micheli e il presidente della Regione Nicola Zingaretti”. Così i deputati della Lega Claudio Durigon e Francesco Zicchieri, l’eurodeputato Matteo Adinolfi e il capogruppo regionale del partito Angelo Tripodi, che aggiungono: ”Da un lato le delibere del Cipe, firmate da Conte e pubblicate il 25 giugno scorso in Gazzetta Ufficiale, consigliano alla stazione appaltante Autostrade del Lazio, costituita da Regione Lazio e Anas, di applicare la sentenza del Consiglio di Stato al fine di chiudere l’iter del progetto di finanza in cui sono incluse entrambe le opere, dall’altro il Ministro vorrebbe scorporare la Cisterna-Valmontone dalla gara di appalto quando lo stesso Mit ha sollecitato la società mista il 28 febbraio scorso ad attuare l’indicazione dei giudici di palazzo Spada. Su quest’ultima le imprese concorrenti hanno ricorso al Consiglio di Stato per l’ottemperanza della sentenza, altrimenti si rischia una probabile maxi richiesta di risarcimento qualora saltasse tutto. La Lega continuerà a dare battaglia non solo in Consiglio regionale, ma anche in Parlamento obbligando il governo a scegliere la strada della ripresa e della celerità – argomento gli esponenti del Carroccio – Per questo sosteniamo convintamente il piano di rilancio avanzato alla Regione Lazio da Unindustria e Ance Latina, insieme agli ordini professionali, per sbloccare: il Corridoio intermodale Roma-Latina e il collegamento Cisterna-Valmontone; l’adeguamento e il completamento della SS 156 dei Monti Lepini; la pedemontana Formia-Cassino-A1; lo sviluppo del porto di Gaeta con la littorina Gaeta-Formia, asse di collegamento Lazio Sud Tirreno-Adriatico; il ripristino della ferrovia Priverno-Fossanova-Terracina; la realizzazione del nuovo ospedale di Latina”, concludono Durigon, Zicchieri, Adinolfi e Tripodi.

Rispondi alla discussione

Facebook