lunedì 27 gennaio 2020,
Ditta edile artigiana Picone Vincenzo
Ditta edile artigiana Picone Vincenzo

Primo Piano

Ξ Commenta la notizia

Latina. No all’ampliamento della discarica di Borgo Montello

scritto da Redazione
Latina. No all’ampliamento della discarica di Borgo Montello

Rifiuti, Lega: “Preoccupati per conferenza dei Servizi in Regione su ampliamento Borgo Montello. Coletta e Lessio difendano la loro città. Zingaretti spieghi che fine ha fatto investimento su termovalorizzatore a Colleferro»*
«Due aspetti ci preoccupano particolarmente per quel che riguarda il tema rifiuti a Latina. In primo luogo il fatto che la Provincia abbia sentito il dovere di indire una conferenza dei sindaci per evitare che nei prossimi mesi la Regione d’imperio indicasse Borgo Montello come possibile discarica di servizio per l’Ato provinciale.In secondo luogo, il fatto che per il 22 gennaio la stessa Regione abbia convocato una conferenza dei servizi decisoria sulla richiesta di ampliamento per 38mila metri cubi relativa all’invaso S0 della Discarica di Borgo Montello, così come richiesto dal privato che controlla la discarica dopo che il comune con il sindaco Coletta e l’assessore Lessio hanno permesso che le quote detenute dal Comune attraverso la LatinaAmbiente venissero messe in vendita dalla curatela fallimentare». Arriva una dura presa di posizione da parte degli esponenti locali della Lega, il coordinatore Comunale Armando Valiani, i consiglieri Carnevale e Valletta e il Capogruppo alla Pisana, Angelo Tripodi.
«Ci preoccupa – spiegano gli esponenti del partito di Salvini – il fatto che, dopo una prima conferenza dei servizi in cui l’ampliamento sembrava scongiurato e dopo una conferenza dei servizi tenutasi a Latina in cui Arpa sottolineava la mancanza di dati storici e la necessità di ulteriori e approfonditi esami, ora si convochi in fretta e furia questa nuova conferenza dei servizi in Regione. Speriamo e auspichiamo che ancora una volta il nostro territorio non venga penalizzato, così come stigmatizziamo il silenzio del sindaco Coletta e del suo assessore a cui chiediamo con forza di sostenere sia in Regione che in Provincia le ragioni di chi per troppi anni ha pagato un prezzo elevato in termini di ambiente a Borgo Montello. Allo stesso tempo, crediamo che per risolvere il problema dei rifiuti non si possa prescindere dal tema dei termovalorizzatori, costruiti con tecniche moderne in modo da rispettare l’ambiente e permettere un corretto smaltimento della parte non recuperabile dei rifiuti prodotti in questa Regione. Ecco quindi che chiediamo a Zingaretti che fine abbia fatto ‘investimento della Regione per il termovalorizzatore di Colleferro»

Rispondi alla discussione

Seguici

Facebook

Twitter

Google+