sabato 18 Maggio 2024,

Cronaca

Ξ Commenta la notizia

Latina. Che la festa abbia inizio. Apertura nel segno della tradizione con concerto itinerante nel cuore della città

scritto da Redazione
Latina. Che la festa abbia inizio.  Apertura nel segno della tradizione con concerto itinerante nel cuore della città

Lievito 2024 si aprirà domani, giovedì 25 aprile, come da consuetudine: con un concerto itinerante tra le vie del centro di Latina per annunciare che la festa ha inizio. A guidare la parata musicale, il trombettista pontino Nicola Tariello, insieme a una marching band rimodulata dall’artista di Aprilia proprio per questa occasione. Il repertorio si ispirerà alla tradizione jazzistica, riproponendo melodie e ritmi della New Orleans degli anni ‘30. Partenza alle 17.00 da Palazzo M, dove si tornerà a fine sfilata per l’inaugurazione di tre mostre d’arte contemporanea, curate da Fabio D’Achille per MAD.

Espongono Marco Paladini in “Oltre visibile”, Alessandra Chicarella e Monica Menchella in “Volar te”, Fabrizio Gargano e Gabriele Casale in “Disegnar isole”. Le opere dei cinque artisti, allestite nelle varie aree di Palazzo M, faranno da cornice a tutti gli eventi della rassegna. Il vernissage è per le 19.00, seguirà una degustazione offerta dalla Strada dei Vini e dal bar Tribeca.

Alle 20.00 sarà la volta del teatro con il monologo “La ventiduesima donna”, scritto e interpretato da Angela Iantosca, con regia di Gabriele Manili. La giornalista pontina si misura per la prima volta con un testo teatrale che condensa anni di impegno sociale e civile, tradotto in nove libri, e porta in scena un viaggio nel mondo femminilea partire dalle 21 Madri Costituenti. Le prime donne elette in parlamento nel 1946. Donne che hanno fatto la guerra e la Resistenza; coraggiose, concrete, moderne, «che hanno ancora molto da dirci» sottolinea Iantosca. Grandi personalità della Repubblica, ma anche donne ai margini della società: madri detenute e donne di mafia e camorra che la giornalista ha incontrato e raccontato nei suoi saggi d’inchiesta. Antigoni contemporanee in una narrazione di teatro civile che invita a scelte nette: «Ci sono temi che non ammettono deleghe e ci chiamano tutti in causa. Tutti possiamo essere la Ventiduesima Donna».

Angela Iantosca sta portando lo spettacolo in tanti teatri e scuole d’Italia, torna a Latina per questa tappa a Lievito, fortemente voluta dagli organizzatori non a caso nella giornata in cui si celebra la Liberazione.

(Il talk con il Premio Nobel per la Fisica 2021, Giorgio Parisi, in programma per giovedì 30 aprile, è già sold out. Per tutti coloro che non sono riusciti a prenotare un posto, sarà trasmesso in diretta sul canale youtubeLievitoLatina).

I commenti non sono chiusi.

Facebook