martedì 13 novembre 2018,
Ditta edile artigiana Picone Vincenzo
Ditta edile artigiana Picone Vincenzo

Politica

Ξ Commenta la notizia

La Selva e Pezze di Ninfa: il Comune di Cori risponde a due bandi regionali per 550.000 euro

scritto da Redazione
La Selva e Pezze di Ninfa: il Comune di Cori risponde a due bandi regionali per 550.000 euro

I due progetti presentati alla Pisana dall’Ente lepino prevedono interventi di adeguamento della viabilità forestale in località La Selva a principale uso antincendio boschivo, per un valore di 200.000 euro, e 350.000 euro di lavori di sistemazione e ristrutturazione della Strada Vicinale Pezze di Ninfa.

Nell’ambito del Piano di Sviluppo Rurale 2014-2020, il Comune di Cori ha risposto a 2 bandi della Regione Lazio. Uno riguarda il sostegno alla prevenzione dei danni arrecati alle foreste da incendi, calamità ed eventi catastrofici; l’altro inerente ad investimenti nelle infrastrutture necessarie allo sviluppo, all’ammodernamento e all’adeguamento dell’agricoltura e della selvicoltura attraverso il miglioramento e il ripristino delle strade rurali. La richiesta complessiva di finanziamento ammonta a 550.000 euro. I progetti definitivi approvati dalla Giunta Municipale sono inseriti nel Piano Triennale delle Opere Pubbliche.

La prima progettualità contiene interventi di adeguamento della viabilità forestale in località La Selva a principale uso antincendio boschivo, per un valore di 200.000 euro da impiegare per la realizzazione di opere di regimentazione delle acque e di ingegneria naturalistica; l’installazione di dispositivi di sicurezza; il rifacimento della carreggiata e la rimozione delle essenze vegetali infestanti. La seconda prevede 350.000 euro di lavori di sistemazione e ristrutturazione della Strada Vicinale Pezze di Ninfa, in particolare attraverso la manutenzione straordinaria del manto usurato e la canalizzazione degli scoli acquiferi.

“Le risorse serviranno in parte a dotare la maggiore area boschiva del nostro territorio delle necessarie misure di salvaguardia e protezione da roghi ed altri pericoli naturali, e di potenziamento della difesa idrogeologica – spiegano il Sindaco Mauro De Lillis e l’Ass.re ai LL.PP. Ennio Afilani – e in parte a garantire la sicura e confortevole percorribilità di una importante via comunale d’accesso ad una zona extraurbana densamente popolata di abitazioni, aziende agricole e proprietà terriere, nonché anello di congiunzione di una fitta rete viaria comprendente anche la viabilità provinciale primaria.”

Rispondi alla discussione

Seguici

Facebook

Twitter

Google+