venerdì 23 Febbraio 2024,

News

Ξ Commenta la notizia

La Regione Lazio oggi

scritto da Redazione
La Regione Lazio oggi

COMUNALI, STORACE: “AUGURI A BUTTIGLIONE, PROBLEMA IN PIÙ PER CENTROSINISTRA”
Auguri a Rocco Buttiglione, candidato sindaco di Roma. In Parlamento sostiene Renzi, un problema in più per il centrosinistra“. Lo scrive in un tweet, riferisce una nota, Francesco Storace, vicepresidente del Consiglio regionale del Lazio e candidato Sindaco di Roma, “commentando la candidatura di Rocco Buttiglione a sindaco lanciata oggi da Rotondi“.


Comunali: Calabria (FI), a Roma rilancio dopo sfaceli sinistra
Le esperienze amministrative fallimentari della sinistra, da Milano a Roma, impongono al centrodestra di presentarsi coeso all’appuntamento elettorale delle prossime comunali, aprendosi alle istanze della società civile, moltiplicando le occasioni di confronto e di ascolto dei cittadini, rilanciando con forza le nostre idee di buongoverno. In questo percorso, il movimento giovanile di Forza Italia sarà impegnato in prima linea, come sempre, dalle piazze alle università“. Lo scrive su Facebook la deputata e leader di Forza Italia Giovani, Annagrazia Calabria.
Roma, in particolare, è stata troppo a lungo umiliata da un sindaco improvvisato e da una maggioranza complice degli sfaceli compiuti in città, nonostante oggi qualcuno vorrebbe far credere il contrario. A causa del Pd, il solco tra società e politica è diventato una voragine. E ora sta a noi colmarla”, conclude.


UMBERTO I, ZINGARETTI: 220 MLN CON TRASPARENZA PER CHIUDERE IN TEMPO CANTIERE
Policlinico Umberto I, investiamo 220 milioni con la massima trasparenza e attenzione per chiudere il cantiere nei tempi previsti“. Così su Twitter il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti.


TEVERE FARFA, REFRIGERI: “BRUCIATI MEZZI RISERVA NATURALE, 150MILA EURO DANNI”
Nella notte sono stati dati alle fiamme tutti i mezzi della Riserva Naturale Regionale Tevere-Farfa“. Così, in una nota, l’assessore regionale alle Infrastrutture, Politiche abitative e Ambiente, Fabio Refrigeri.
Si tratta di un atto gravissimo – continua Refrigeri – che impedisce qualunque attività operativa dell’Ente, fortemente impegnato in questi mesi nell’attività di contrasto al commercio illegale di selvaggina, e nelle consuete attività di controllo del territorio. Sono stati distrutti un’automobile, un fuoristrada, un trattore, due moduli antincendio, tre motori nautici, un pulmino nuovo di zecca per il trasporto collettivo per disabili. Come se non bastasse, è stata danneggiata l’area del parcheggio coperto e della rimessa delle attrezzature da lavoro. Una prima stima valuta il danno in circa 150mila euro“.
Esprimo la mia solidarietà – conclude Refrigeri – al personale, al direttore e al commissario straordinario della Riserva e mi auguro che venga fatta al più presto luce su quest’atto delinquenziale. Ho la certezza che chiunque pensi di intimorire così, uomini ed istituzioni, non potrà che constatare il fallimento delle sue intenzioni. Non ci riuscirà“.


SANITÀ. ZINGARETTI INAUGURA HOLDING AREA A UMBERTO I
21 POSTI LETTO CONTRO SOVRAFFOLLAMENTO PRONTO SOCCORSO
Il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, e il direttore generale dell’Umberto I, Domenico Alessio, hanno inaugurato la nuova Holding area del Dea del Policlinico. I lavori sono stati finanziati dalla Regione con fondi del Giubileo per 4,7 milioni di euro. Gli interventi hanno interessato, oltre la manutenzione straordinaria e l’adeguamento dei locali per la realizzazione della Holding area de Dea di II Livello, anche il Pronto soccorso di ematologia. La nuova struttura della Holding Area ha 21 posti letto e ricopre una superficie di circa 600 metri quadrati.
Servirà a decongestionare il Pronto soccorso – ha spiegato Alessio- ospiterà quei pazienti che necessitano di ricovero ma che sono in lista di attesa per il posto letto nei vari reparti dell’ospedale. Si evita così la sosta al Pronto soccorso dei pazienti sulle famigerate barelle“.
Zingaretti ha sottolineato che con la nuova Holding area “contrastiamo l’odioso aspetto del sovraffollamento del Pronto soccorso. La qualità umana dell’assistenza va garantita sempre ed è ciò che avverrà con i ventuno posti letto nuovi“.


UMBERTO I, ALESSIO: ABBIAMO CONCESSIONE EDILIZIA PER AVVIO LAVORI
Dopo aver ottenuto tutti i nulla osta da parte degli enti partecipanti alla conferenza dei servizi oggi quello che sembrava una chimera diventa concretezza: c’è la concessione edilizia per iniziare i lavori per far rinascere questa struttura“. Lo ha annunciato il direttore generale del Policlinico Umberto I, Domenico Alessio a margine dell’inaugurazione della nuova Holding Area per il DEA di II Livello. “Abbiamo raggiunto un risultato unico. L’alternativa sarebbe stata quella di chiudere il Policlinico perché non c’erano condizioni di sicurezza“, ha concluso. 240 i milioni previsti come investimento.


DECORO, SANTORI: “PREOCCUPAZIONE PER CRESCITA CIMITERO AUTO ABBANDONATE”
Il cimitero delle auto abbandonate cresce ogni giorno di più a Roma, in particolare nei quartieri più periferici. Il fenomeno sta assumendo proporzioni che riteniamo preoccupanti, innanzitutto per una questione di decoro e, in secondo luogo, per la già scarsa disponibilità di posti auto. Le cause di questo malcostume sono da ricercarsi non soltanto nelle inefficienze dimostrate da Roma Capitale che in questi ultimi anni non ha saputo fronteggiare il problema del ritiro delle vetture abbandonate, ma soprattutto nei provvedimenti assunti dal Ministero dell’Economia e Finanze che, pur nella condivisione degli obiettivi, stanno alimentando questo indegno fenomeno di degrado. Oltretutto, in questo contesto normativo la logica suggerisce che l’unico modo per liberarsi del mezzo è simularne il furto, ma ciò configura un reato che non possiamo non ritenere direttamente istigato dallo Stato“. Così in una nota Fabrizio Santori, consigliere regionale e componente della commissione Ambiente.
Difatti la normativa prevede che non sia più possibile rottamare un’auto e, quindi, procedere alla relativa radiazione della targa con conseguente perdita di possesso, se il proprietario si trovi ad essere soggetto a fermo amministrativo o a mancati pagamenti di bolli di circolazione o multe dovute a infrazioni del codice della strada – afferma – Tale regolamentazione purtroppo è una delle cause più evidenti della formazione progressiva di discariche di automobili, tenute ferme tra le strade di Roma e, nella stragrande maggioranza dei casi, prive di copertura assicurativa e con le targhe non riconsegnate e lasciate al loro posto. Ad oggi non è infatti possibile dare seguito alle richieste di cancellazione di un veicolo dal Pubblico Registro Automobilistico qualora su di esso risulti iscritto un provvedimento di fermo amministrativo. In precedenza, infatti, molti proprietari, dopo aver valutato che l’importo da pagare per provvedere alla cancellazione del detto fermo risultava troppo elevata, preferivano di fatto rinunciare al veicolo stesso e portarlo dal demolitore al fine di risolvere in maniera più conveniente la propria situazione amministrativa“.
Oggi però, non potendo ottenere la trascrizione al PRA della radiazione, causa anche la crisi economica, preferiscono in buona parte dei casi provvedere all’abbandono. E lo stesso iter viene generalmente seguito anche per i veicoli colpiti da altri gravami quali pignoramento, ipoteche non ancora scadute e sequestri – conclude – Si tratta indubbiamente di un comportamento da condannare, ma che agli effetti gli attuali strumenti non riescono a combattere con la dovuta efficacia, di fatto alimentandolo“.


SANITÀ. ZINGARETTI-ALESSIO FIRMANO VIA LAVORI A UMBERTO I
PROGETTO RISTRUTTURAZIONE RIGUARDERÀ PRIMI 17 SU 46 EDIFICI
Dopo aver ottenuto tutti i nulla osta e la chiusura della Conferenza dei servizi, oggi è un giorno storico perché insieme al presidente Zingaretti firmiamo la concessione edilizia per iniziare i lavori di ristrutturazione del policlinico“. Lo ha detto il direttore generale dell’Umberto I, Domenico Alessio, durante una conferenza stampa con il presidente della Regione, Nicola Zingaretti.
Quella che sembrava una chimera, oggi diventa concretezza – ha aggiunto Alessio- Sarà una ristrutturazione conservativa che riguarderà i primi 17 dei 46 edifici esistenti del complesso ospedaliero, che si sviluppano attorno al blocco centrale del Dea e delle sale operatorie accorpate in un unico ambito strettamente connesso alle altre Aree funzionali omogenee: quali le Terapie intensive e almeno 750 posti letto di ricovero“.


TEVERE FARFA, PATANÈ: “INCENDIO IN RISERVA NATURALE ATTO GRAVISSIMO”
Quanto accaduto all’interno della Riserva Naturale di Tevere Farfa dove sono stati incendiati tutti i mezzi utili alla gestione, monitoraggio e manutenzione è un atto gravissimo sul quale bisogna fare piena luce. Non c’è dubbio che si tratti di un atto doloso commesso allo scopo di intimidire e impedire le azioni di meritorie di salvaguardia della riserva naturale che la Direzione aveva posto in essere. Per questo la mia solidarietà più sentita va al Commissario di Tevere Farfa Dario Esposito e al Direttore Pierluigi Capone, con l’invito ad andare avanti senza paura nella loro lotta contro le attività illegali che stanno combattendo. Rivolgo anche all’Assessore Refrigeri l’invito a voler intervenire da subito per mettere in condizioni la riserva di poter svolgere le sue attività quotidiane ricostruendo il parco mezzi oggi completamente distrutto. Se ciò non dovesse accadere con solerzia attività illegali come il commercio clandestino di selvaggina potrebbero proliferare senza controllo mettendo a rischio il sistema naturale della riserva“. È quanto afferma in una nota il consigliere regionale Eugenio Patanè.

Rispondi alla discussione

Facebook