lunedì 17 Giugno 2024,

Dai Comuni

Ξ Commenta la notizia

Fondi Bandiera Blu per il quarto anno consecutivo: Ma dall’Imposta di Soggiorno sembra che i turisti diminuiscano

scritto da Redazione
Fondi Bandiera Blu per il quarto anno consecutivo: Ma dall’Imposta di Soggiorno sembra che i turisti diminuiscano

Per il quarto anno consecutivo la Città di Fondi può fregiarsi dell’importante riconoscimento rappresentato dalla “Bandiera Blu”. Un risultato che va salutato con gioia e, come detto da molti, ci auguriamo possa rappresentare uno stimolo ulteriore affinché si migliorino la qualità dell’offerta turistica, l’immagine ed i servizi, non solo sul litorale, la qualità delle acque, la pulizia dell’arenile, una accessibilità totale alla spiaggia ed una corretta differenziazione dei rifiuti.

Un prestigioso riconoscimento che tutti abbiamo il dovere di coltivare. Con l’obiettivo ad esempio di raggiungere altri risultati come quello della Bandiera Verde, per le spiagge a misura di bambino, o la Bandiera Lilla, per gli arenili attrezzati per i portatori di handicap, ma anche uno spazio bau beach per gli animali da affezione, visto che possiamo contare su 13,4km di litorale” dichiara Francesco Ciccone.

L’assenza di un Osservatorio Economico Cittadino, di cui Fondi Vera da anni chiede l’istituzione, non permette però di approfondire i molti aspetti legati ai risvolti che un riconoscimento simile potrebbe, o meglio dovrebbe, avere per un territorio come il nostro. Ci si è mai chiesti, ad esempio, quanto stia incidendo nell’economia dell’Ente? Ovvero quali benefici tangibili sta raccogliendo l’Amministrazione Comunale? I numeri dei soggiorni in Città è aumentato dal 2020 ad oggi? Sono migliorati i servizi offerti? Come mai continua a non essere aperto nemmeno un info-point lungo il litorale? Alcuni quesiti.

Oggi vi presentiamo i dati riferiti all’Imposta di Soggiorno, ricordando che il gettito della stessa “è destinato a finanziare interventi in materia di turismo, ivi compresi quelli a sostegno delle strutture ricettive, nonché interventi di manutenzione, fruizione e recupero dei beni culturali ed ambientali locali, nonché dei relativi servizi pubblici locali”. In soldoni, i proventi di quella che è anche definita Tassa di Soggiorno devono essere reinvestiti dal Comune solo ed esclusivamente nell’ambito turistico.

Dal 1° Aprile al 30 Settembre di ogni anno, i turisti che pernottano nel territorio del Comune di Fondi in strutture ricettive quali alberghi, campeggi, villaggi turistici, case vacanza, B&B, affittacamere, agriturismo e residenze turistiche-extra alberghiere come anche appartamenti privati, sostengono il pagamento di un’imposta in base alla tipologia e stelle della struttura in cui si alloggia. Il soggetto responsabile degli obblighi tributari è in ogni caso il gestore della struttura ricettiva presso la quale sono ospitati coloro che sono tenuti al pagamento dell’imposta, ovvero i non residenti nel Comune di Fondi.

Ebbene, tralasciando il dato del 2020 fortemente condizionato dal periodo pandemico, possibile che dal 2021 ad oggi l’ammontare delle somme accertate per l’Imposta di Soggiorno subisca ogni anno una diminuzione? Nel 2020 si registrarono circa 40mila Euro di introiti, 131mila nel 2021, 125mila nel 2022, solo 103mila nel 2023. Utilizzati per circa il 75% nella pulizia delle spiagge, per appena il 25% per attività di promozione turistica, culturale e sportiva.

Lo abbiamo sottolineato già durante l’ultima seduta di Consiglio Comunale. Sono mancati i turisti? Sono mancati i controlli? Qual è la ragione di un ridimensionamento così evidente dei proventi? La stessa Amministrazione Comunale nel suo Bilancio Preventivo aveva pronosticato di raccogliere 200mila Euro dall’Imposta di Soggiorno. Il Rendiconto 2023 fornisce un dato su cui riflettere visto che le entrate accertate durante l’Esercizio ammontano alla metà, 103mila Euro” dichiara il Capogruppo Consiliare di Fondi Vera, Francesco Ciccone.

I commenti non sono chiusi.

Facebook