sabato 18 Maggio 2024,

News

Ξ Commenta la notizia

Emergenza Rifiuti. Cetrone: “Un deciso no alle imposizioni dei Ministri tecnici”

scritto da Redazione
Emergenza Rifiuti. Cetrone: “Un deciso no alle imposizioni dei Ministri tecnici”

Anni d’ignavia e di pressappochismo a diversi livelli di responsabilità sta velocemente conducendo la Regione Lazio e soprattutto la città di Roma all’emergenza rifiuti.
In questi giorni non aiuta di certo per una soluzione condivisa del problema l’iniquo decreto firmato dal “tecnico” ministro Clini e la decisione adottata, rigorosamente in emergenza, del Commissario Goffredo Sottile.
Il Commissario, infatti, continua a insistere sulla capacità “operativa“ dell’impianto della Rida Ambiente di Aprilia, oggi impossibilitato a lavorare un solo etto di rifiuti perché già al massimo delle sua capacità operativa, e soprattutto a puntare per il sud della Provincia di Latina sull’impianto fantasma che la Regione Lazio, il ministro Clini e lo stesso commissario Sottile vorrebbero esistesse in quel di Castelforte.
Più volte nel corso degli ultimi mesi era stato evidenziato alle competenti autorità che il Centro servizi ambientali di Castelforte non aveva mai attivato alcuna linea per il trattamento meccanico biologico, mentre il sito si occupa, ieri come oggi, soltanto della selezione manuale del  recupero delle materie prime.
Rilevati questi non trascurabili aspetti e confermando la netta contrarietà delle istituzioni e dei 550 mila cittadini della Provincia di Latina anche all’ampliamento della discarica di Borgo Montello, preciso che non si tratta di mancanza di solidarietà o sensibilità civile, ma un forma di legittima difesa per come il territorio pontino è stato sempre trattato e perché anch’esso è in fase emergenziale sul fronte dello smaltimento dei rifiuti.
Evidentemente le istituzioni governative e regionali dimenticano in fretta che il nostro territorio è sempre stato gravato da servitù impegnative: due centrali nucleari in via di dismissione (Borgo Sabotino e Castelforte), una discarica tra le più imponenti d’Europa (Borgo Montello), un poligono di tiro delle Forze Armate in una delle zone turisticamente di pregio della provincia (Sabaudia – Lido di Latina), solo per fare qualche esempio.
Senza contare che nel momento in cui si è trattato di formulare il Piano Regionale dei rifiuti, come consigliere proveniente dal territorio, ho prodotto diversi emendamenti – tutti respinti– parti sostanziali del Piano Rifiuti della Provincia di Latina, approvato all’unanimità dal Consiglio provinciale e contenente indicazioni utili anche per l’emergenza rifiuti romana, che si intravedeva prepotente all’orizzonte.

Gina Cetrone
Consigliere regionale “Fratelli d’Italia”

Rispondi alla discussione

Facebook