giovedì 24 settembre 2020,

Primo Piano

Ξ Commenta la notizia

Coronavirus:quasi 7.000 domande nel primo giorno online del bando “pronto cassa”

scritto da Redazione
Coronavirus:quasi 7.000 domande nel primo giorno online del bando “pronto cassa”

“Pronto cassa”, nel primo giorno della sua pubblicazione online, ovvero ieri, c’è stato interesse da parte delle imprese e dei liberi professionisti del Lazio per il bando della nuova sezione del Fondo Rotativo per il Piccolo Credito, la prima delle misure del Piano “Pronto Cassa” varato dalla Giunta Zingaretti per sostenere la liquidità e l’accesso al credito di imprese e liberi professionisti del Lazio in questo momento di difficoltà generata dall’emergenza Coronavirus.

Sono infatti 6.881 le domande di finanziamento inserite sul portale Fare Lazio, con 221.082 visualizzazioni del sito solo per la giornata di ieri. Il bando è stato pensato per essere facilmente accessibile, con le procedure rese il più essenziali possibile ed è stato ulteriormente semplificato negli ultimi giorni dalla Giunta Regionale, con un provvedimento che ha avuto il via libera all’unanimità da parte della Commissione Sviluppo Economico e Attività Produttive del Consiglio Regionale, limitando al massimo gli adempimenti.

L’avviso prevede la concessione di prestiti da 10.000 euro a tasso zero alle micro, piccole e medie imprese (Mpmi) che hanno fino a nove dipendenti, ai liberi professionisti titolari di partita Iva, ai consorzi e alle reti di impresa. Durata fino a 5 anni, senza alcun obbligo di rendicontazione.

Partecipare è semplice, la domanda deve essere compilata e firmata (la sussistenza dei requisiti sarà autocertificata) esclusivamente sulla piattaforma di Fare Lazio (www.farelazio.it). La si può compilare da subito ma c’è tempo tutta la prossima settimana per farlo (secondo le modalità indicate qui sotto) e l’ordine in cui viene compilata non stabilisce nessun ordine di precedenza.

L’invio formale della domanda, infatti, potrà essere fatto, sempre sulla piattaforma farelazio.it, solo a partire dalle ore 10.00 di lunedì 20 aprile.

Questi gli step da seguire per compilare la domanda:

·         Ci si deve anzitutto registrare alla piattaforma (cliccando su “registrati”) e si ricevono per email le credenziali di accesso;

·         Ottenute le credenziali, con queste si deve entrare nell’Area Riservata, dove si trova una schermata di colore celeste denominata: Domanda di ammissione al Fondo Rotativo Piccolo Credito – Sezione V – “EMERGENZA COVID-19 – Finanziamenti per la liquidità delle MPMI”. Cliccando su “Compila Nuova Domanda” si avvierà la procedura di compilazione della richiesta di finanziamento.

·         A questo punto andranno compilate tre sezioni:

BENEFICIARIO: vanno inseriti i dati generali dell’impresa (parte dei quali sono già inseriti automaticamente al momento della registrazione) e dato il consenso a delle autodichiarazioni. Se il beneficiario è una società vengono richiesti i dati dei soci (compresa la fotocopia del documento di identità).

FINANZIAMENTO E PROGETTO: In questa schermata è necessario inserire solamente il numero di mesi per i quali si chiede il finanziamento. Il resto dei campi non è obbligatorio.

ALLEGATI: In questa sezione sono riportati i documenti da allegare. Sono soltanto due quelli obbligatori (individuati con asterisco) di cui si fornisce già il fac simile.

·         Ultimo step: stampa del modulo, firma olografa (o digitale) e invio. Firmando la domanda si firmano automaticamente tutte le autodichiarazioni.

·         Fatto tutto questo ci si dovrà riconnettere a partire dalle 10.00 di lunedì 20 aprile per inviare formalmente la domanda.

Per rendere l’accesso alla piattaforma più facile possibile e l’interazione più immediata sono stati realizzati numerosi interventi sul sito di Fare Lazio e altri ancora verranno realizzati nelle prossime ore.

Per ulteriori informazioni: chiamare il n° verde Fare Lazio 800979780 (attivo dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 13.30 e dalle 14.30 alle 17.00) oppure inviare una e-mail a info@farelazio.it

Rispondi alla discussione

Seguici

Facebook

Twitter

Google+