venerdì 21 Giugno 2024,

Provincia di Latina

Ξ Commenta la notizia

Alfano: “Fi non aggrega più, saremo noi ad unire”

scritto da Redazione
Alfano: “Fi non aggrega più, saremo noi ad unire”

Con l’ultima scissione, quella di Raffaele Fitto, Forza Italia va verso “un declino irreversibile“. Lo sostiene, in una intervista a La Repubblica Angelino Alfano, che vede una partnership con Fitto più avanti, prima delle elezioni politiche. L’addio dell’ex governatore della Puglia “è l’ultimo segno di un declino irreversibile e per me la cronaca di un film già visto, la conferma -sottolinea Alfano- che ho fatto bene a trovare la forza e il coraggio di non credere alla rinascita di Forza Italia, dopo la chiusura del Pdl, e fondare un movimento politico per il bene dell’Italia quando il presidente Berlusconi era al 29%, e non al 12, e quando c’era in ballo il destino del Paese che senza il nostro gesto sarebbe finito nelle mani di Grillo“.
Forza Italia -argomenta il ministro dell’Interno- continua ad espellere i suoi, continua a vivere emorragie e non è più in grado di aggregare. La nuova legge elettorale invece ha bisogno di capacita di unire. Per dirla con il cantautore, l’Italicum necessita e presuppone per certi versi un centro di gravità permanente attorno al quale costruire un’aggregazione ampia capace di sfidare il Pd. Noi con Area popolare ci stiamo provando“. Quanto a Fitto, se in Puglia Ap non ha difficoltà a sostenere lo stesso candidato, “a livello nazionale -spiega Alfano- mi pare che le prospettive siano invece diverse: la nostra è di chi da dentro il governo realizza cose di centrodestra. Quella di Fitto invece è una prospettiva di opposizione rigida. Noi stiamo costruendo l’area popolare e lui esce dal Partito popolare europeo. In questo momento le nostre sono posizioni davvero distinte“.

Rispondi alla discussione

Facebook