martedì 02 Marzo 2021,

Dai Comuni

Ξ Commenta la notizia

Terracina. Presentato alla Città il Master Plan del Partenariato Pubblico – Privato

scritto da Redazione
Terracina. Presentato alla Città il Master Plan del Partenariato Pubblico – Privato

Il sindaco Nicola Procaccini e l’assessore all’ambiente Mariano De Gregorio questa mattina in un incontro pubblico hanno illustrato il Master Plan del Partenariato Pubblico – Privato.
Il Master Plan che l’amministrazione comunale intende adottare è un vero e proprio programma d’interventi per la crescita di Terracina mediante il coinvolgimento di diversi attori della vita economico-sociale della città, non solo nell’ottica dello sviluppo economico ma anche nell’intento di innalzare il livello di qualità della vita.
“Sarebbe stato ottimale questa mattina – esordisce l’assessore De Gregorio –  avere come ospiti l’Associazione dei Commercianti della Città e altri potenziali soggetti interessati alla nostra proposta,  perché il Master Plan deve partire dal basso.
Spero inoltre che attraverso la promozione che faremo, da oggi e per i prossimi mesi attraverso portali nazionali e internazionali, l’iniziativa possa essere appetibile e coinvolgere investitori su opere importanti.
Il master plan tra i percorsi virtuosi che l’amministrazione Procaccini intende realizzare, affinchè ci sia un rilancio effettivo della città.
Tra le principali opere sulle quali gli investitori potrebbero scommettere – conclude l’assessore all’ambiente De Gregorio – c’è  l’ascensore  per il Centro Storico Alto, alcuni parcheggi di scambio capaci di rendere la mobilità sostenibile, come del resto prevede il nostro Piano di Azione, la riconversione del vecchio ospedale e il progetto di togliere dall’isolamento in cui versa con il resto della Città il quartiere Calcatore, prevedendo lo spostamento della stazione ferroviaria qualche centinaio di metri in avanti da dove oggi si trova”.
“Il Master Plan che in embrione abbiamo presentando questa mattina – afferma  il sindaco Nicola Procaccini – individua una progettualità realistica delle opere pubbliche che servono alla città e per le quali c’è bisogno dell’intervento degli investitori privati.
Interventi finanziati da soggetti privati a causa dell’enorme deficit finanziario accumulato da Terracina nel corso degli ultimi decenni, in termini anche d’infrastrutture e opere pubbliche, che difficilmente potrà essere colmato con il bilancio del Comune di Terracina o da denaro  pubblico.
Grazie a un pool di esperti che hanno prodotto la prima stesura delle cose da fare, il Master Plan rimane aperto anche al contributo degli operatori locali e non solo, con la recondita speranza che nel corso del tempo possa raggiungere anche chi è lontano da Terracina e trovi utile investire sulla città, realizzando le opere già poste in elenco o quelle che ci saranno proposte.
Il Master Plan – termina Procaccini – è  un punto di partenza fondamentale e verrà messo a conoscenza della città in tutte le forme possibili”.
Il Master Plan è dunque un riassunto delle attività che dovranno essere realizzate in funzione di uno o più progetti, indicando già in fase di studio, anche se a livello “macro”, l’elenco degli interventi, i punti di forza e debolezza, i rischi e le opportunità di ciascuno di loro.
Il Master Plan presentato è sicuramente in grado di indicare priorità d’intervento e la tipologia dei costi per la loro realizzazione.
Oltre alle opere elencate dall’assessore De Gregorio, vi inoltre da realizzare l’area ludico ricreativa, il restyling di quella portuale e del lungomare Circe, la conversione del palazzo oggi sede dell’università di Cassino, il polo dei trasporti e il parco sull’Appia Antica, il mercato aperto, la chiesa dell’Annunziata e di San Giovanni, la casa di riposo Curzio Salvini e gli interventi sulle vie d’acqua.

Rispondi alla discussione

Facebook