domenica 26 Giugno 2022,

Primo Piano

Ξ Commenta la notizia

Terracina: “La politica dei peracottari”

scritto da Redazione
Terracina: “La politica dei peracottari”

IL TESTO SOTTO VIRGOLETTATO E’ PARTO DI UN CERVELLO CON TANTO DI LAUREA IN MEDICINA.

“Ci sono un paio di sfigati a Terracina che stanno bloccando una città. Questa gente alle prossime elezioni avrà il coraggio di chiedervi il voto. Sapete dove mandarli.” (Il riferimento a Gabriele Subiaco ed Anna Giannetti è esplicito!)

TRADUZIONE: non importa che una cosa sia illegale purché crei economia.

Ora mi chiedo, ed anche tutti voi dovreste chiedervelo, se un elemento simile sia degno di amministrare una città.

Un soggetto che sminuisce ed offende il lavoro di inquirenti e magistrati più che sedere nell’Aula consiliare dovrebbe sedere davanti ad un giudice sul banco degli imputati.

Un tale post è un invito a sostenere l’illegalità, e dovrebbe essere segnalato al Prefetto ed alla magistratura: il suo account è uno sciocchezzaio travalicante cazzeggii degni di attenzione dei suoi colleghi della branca psichiatrica.

Per chiarezza, io non sono un affiliato di Legambiente, ma i coniugi Subiaco stanno facendo un lavoro in sintonia con lo Statuto della loro associazione, e quando vedono delle irregolarità le denunciano: cosa che dovrebbe appartenere alla coscienza di tutti i cittadini, i quali, c’è da sperare, che al prossimo rinnovo del Consiglio comunale… “sapranno bene” dove mandare lui e chi lo sostiene.

C’è comunque da chiedersi, come mai difenda così ostinatamente i palazzi eretti all’ex Corafa, alti quattro piani in più del dovuto: una macroscopica violazione della legge!

Fa leva, con la lacrimuccia agli occhi, sui sessanta poveri cittadini che hanno sottoscritto il preliminare d’acquisto, ossia il compromesso che per legge deve essere registrato, ed una capatina all’Ufficio del Registro i carabinieri dovrebbero farla, se già non l’hanno fatta.

Per chi non lo sapesse, esiste una normativa che disciplina l’“INCAUTO ACQUISTO” e che addirittura sanziona chi compra a scatola chiusa senza accertarsi che la costruzione rispetti cubatura e requisiti territoriali.

Qualcosa mi dice, che spulciando i nomi degli acquirenti qualche sorpresa uscirebbe fuori: “accà nisciuno è fesso” caro addottorato consigliere.

Germano Bersani

I commenti non sono chiusi.

Facebook