sabato 04 Febbraio 2023,

Primo Piano

Ξ Commenta la notizia

Terracina. “Il palazzetto dello sport, fabbrica di San Pietro”

scritto da Redazione
Terracina. “Il palazzetto dello sport, fabbrica di San Pietro”

E’ dell’altro ieri la determina dirigenziale del settore III (lavori pubblici, espropri e viabilità) n.90 del 23.1.2023 del Comune di Terracina con all’oggetto: Lavori di messa a norma e ripristino dell’impianto antincendio, collaudo impianto di sollevamento e pinta oltre al collaudo funzionale dell’intero impianto, presente nel Palazzetto dello sport”.

Una messa a norma che costerà al contribuente terracinese la bellezza di 44.435,25 euro, compresa l’IVA al 22%.

I cittadini e nella fattispecie gli sportivi, che all’interno delle struttura dovrebbero svolgere l’attività agonistica, non possono che plaudire all’iniziativa del Commissario Straordinario, dottor Cappetta.

Benedetti, dunque, i lavori e l’impegno economico per utilizzare al meglio il luogo dedicato al benemerito Bibi, ma a questo dobbiamo porre un doveroso distinguo rispetto ai gravosi investimenti per le tante, forse troppe “ristrutturazioni e lavori” compiuti, a partire dai primi anni della consegna alla città della “palestra” (anno 1975), poi denominata “palazzetto dello sport”, poi dedicato a Tobia Bibi Carucci.

Si riporta alla memoria collettiva, per meglio comprendere di cosa parliamo, la riapertura del “Carucci” dopo due anni di chiusura e sette mesi di lavori svolti per la sua MESSA a NORMA nel 2016, al modica cifra di circa mezzo milione di euro.

Per accorgersi dopo sette mesi, nel giugno 2017, che il parquet era “già impresentabile” e all’interno della struttura sportiva ci pioveva.

Lavori fatti male o il maxi mutuo richiesto e ottenuto dal Credito Sportivo non sufficiente per risolvere tutte le carenze evidenziate dai tecnici preposti?

Successivamente, però, sul palazzetto, sono stati investiti altre migliaia di euro per svariati lavori, senza però dare alla struttura l’agibilità alla pratica sportiva.

Fino ad arrivare a l’altro ieri, con la determina dirigenziale comunale che impegna altri 44.435,25 euro per la messa a norma e il ripristino dell’impianto antincendio.

Intervento tecnico che dedichiamo, con simpatia, agli intostatori d’acqua che hanno gestito le sorti del palazzetto dello sport di Viale Europa.

Il “poppolo” terracinese, naturalmente, ringrazia estasiato da tanta competenza politica e amministrativa.

I commenti non sono chiusi.

Facebook