sabato 27 Febbraio 2021,

Dai Comuni

Ξ Commenta la notizia

Terracina. Consegnato alla Fondazione Wanda Vecchi l’immobile confiscato

scritto da Redazione
Terracina. Consegnato alla Fondazione Wanda Vecchi l’immobile confiscato

Delibera di Giunta comunale licenziata e immobile assegnato ufficialmente oggi pomeriggio alla Fondazione Wanda Vecchi Onlus di Latina, la quale procederà ad istituire al suo interno uno sportello anti usura.
La Fondazione Vecchi si occupa dal 2000 della prevenzione e lotta all’usura sul territorio della Regione Lazio.
Un’attività svolta con correttezza e rapidità che ha permesso a centinaia di famiglie di risolvere i problemi in cui versavano e consentendo loro di riacquistare una definitiva stabilità economica.
“Ringrazio due volte il sindaco Procaccini – afferma Fabio Cirilli, rappresentante del consiglio di amministrazione della Fondazione Vecchi – perché è riuscito  a mettere a disposizione del sociale un immobile confiscato alla malavita organizzata, e perché ha scelto noi per organizzare uno sportello per tutte le eventuali difficoltà che i cittadini di Terracina incontreranno nella loro vita economica quotidiana.
Ricordo che la fondazione non si occupa soltanto di sostenere gli usurati, in altre parole quelli che già sono incappati nei gagli dell’usura e pagano gli interessi usurai, ma anche tutte quelle persone che sono a rischio di cadere nella trappola.
Chi ha difficoltà economiche ed è immischiato con banche, finanziarie e non riesce a far fronte alle proprie obbligazioni, noi intervenivamo  consolidando le loro posizioni, trattando con tutti i creditori, riducendo le esposizioni debitorie e  cercando di far ottenere un mutuo o un prestito personale con le banche convenzionate con la nostra Fondazione,.
Sabaudia, San Felice Circeo, Terracina, Fondi sono territori ad alto rischio usura, anche perché questa ha mille volti: si passa da quella organizzata delle cosche malavitose, e ne sono state sgominate molte negli ultimi tempi, all’usura di quartiere, usura quasi amicale del “cambio assegni” ad esempio che viaggia spesso a un tasso usuraio del 120% annuo. 
Mentre nessuna impresa oggi può produrre un reddito capace di pagare il 120% anche su importi piccoli. L’usura è un fenomeno odioso che va combattuto culturalmente”.
Abbiamo acquisito questo bene confiscato alla malavita organizzata – dichiara il sindaco Nicola Procaccini – ponendolo immediatamente a disposizione della città, per diffondere messaggi di legalità e per offrire assistenza a cittadini che si trovano ingabbiati dai gravosi problemi legati all’usura.
Ringrazio la Fondazione Vecchi che ha dato la sua disponibilità per creare uno sportello antiusura presso questo immobile, offrendo ai cittadini afflitti da questa piaga risposte significative e  sostentamento economico.
Insomma, è una risposta concreta a un problema davvero drammatico.
Credo che con questo nostro procedere siamo riusciti a mettere a segno due azioni importanti: offrire un servizio utile e  trasmettere un messaggio di legalità e speranza”.
Gianluca Di Natale, responsabile della sicurezza del Comune di Terracina, ha ribadito la soddisfazione del lavoro svolto nel riuscire a portare sul territorio un importante servizio come quello offerto dalla Fondazione Wanda Vecchi.
All’incontro hanno inoltre partecipato i rappresentanti delle Forze dell’Ordine, gli esponenti politici de La Destra, Sergio Meneghello ed Emilio Perroni, gli assessori comunali Pierpaolo Marcuzzi e Rossano Alla.
Già attivi infine i recapiti telefoni dello sportello antiusura di Terracina: numero verde 800.013.805 – mobile 345 9193128.

Rispondi alla discussione

Facebook