venerdì 26 Febbraio 2021,

Dai Comuni

Ξ Commenta la notizia

Terracina. Conferenza stampa Procaccini – Cerilli, il report

scritto da Redazione
Terracina. Conferenza stampa Procaccini – Cerilli, il report

Si è svolta questo pomeriggio presso il Palazzo comunale la conferenza stampa del sindaco Nicola Procaccini  e dell’assessore al bilancio Paolo Cerilli su due argomenti importanti: i chiarimenti e le precisazioni al bando per la raccolta dei rifiuti solidi urbani; la possibilità di iscrizione nella massa passiva della fallita “Terracina Ambiente per i cittadini che hanno ricevuto bollette superiori agli importi dovuti.
“Per quanto riguarda i chiarimenti sul bando per la raccolta dei rifiuti solidi urbani della città – afferma  il sindaco Procaccini –  c’è da rimanere sconcertati per la strumentalizzazione fatta da alcune forze dell’opposizione rispetto al solare rapporto intrattenuto  con il Conai per la elaborazione del  progetto per la  raccolta dei rifiuti.
Un legame di cui siamo onorati, perché il Conai è struttura sopra le parti, ma anche struttura pubblica che ha una competenza straordinaria  in questo campo, che abbiamo potuto utilizzare, gratuitamente, perché avanziamo dei crediti nei suoi confronti, in quanto il Consorzio avrebbe dovuto, attraverso la società Idecon, redigere  il piano di comunicazione per la raccolta differenziata della ex “Terracina Ambiente”.
Fallita la società partecipata dal Comune di Terracina, il Conai ci ha offerto la possibilità di far lavorare, gratuitamente, la Idecon alla bozza del bando.
Bozza che ha ricevuto il contributo di associazioni, singoli cittadini, consiglieri comunali, forze politiche, per un lavoro durato mesi.
Noi questo bando lo abbiamo volutamente tirato per le lunghe, perché volevamo che fosse fatto nella maniera più coinvolgente e trasparente possibile.
Adesso sentire ribaltare l’idea per la quale avremmo dovuto tenere nascosto la procedura di elaborazione del bando è una cosa che francamente è difficile da comprendere.
Noi pensiamo che il massimo coinvolgimento sia la garanzia del miglior bando possibile, poi speriamo che partecipino ditte solide, e sarà compito del Comune far rispettare il capitolato una volta assegnata la gara.
Ritengo per questo fondamentale che i cittadini di Terracina sappiano che noi stiamo operando nel massimo della trasparenza e legalità possibile, non vogliamo rischiare assolutamente nulla né nascondere nulla, perché quello in corso è un passaggio cruciale della storia della città.
Quello che stiamo per assegnare è il bando più importante della storia di Terracina, ed è con questa consapevolezza che stiamo cercando di chiudere la pratica con l’ausilio delle migliori competenze possibili e con il massimo grado di compartecipazione e trasparenza possibile”.
Sull’argomento che riguarda i cittadini aventi diritto ad entrare nella massa fallimentare della “Terracina Ambiente”, l’assessore Paolo Cerilli ha avuto modo di informare come “Il Comune di Terracina si sta organizzando con l’ufficio legale dell’Ente,  in maniera del tutto gratuita per i cittadini che ne hanno diritto, per accogliere le istanze finalizzate all’ottenimento del rimborso delle somme versate in eccedenza.
I cittadini di Terracina, come mi ha riferito il curatore fallimentare dell’ex società pubblico privato, sono dei creditori privilegiati e che terrà in particolare attenzione le richieste di restituzione che giungeranno.
Come Ente riteniamo di offrire un servizio utile al cittadino, affinchè le somme che devono introitare non siano impegnate in spese legali, ed è per questa ragione che stiamo facendo da trait d’union tra il curatore fallimentare e i singoli cittadini.
Tra qualche giorno tutti gli interessati troveranno sul sito internet del Comune la modulistica per aderire al rimborso, che si potrà ritirare negli orari d’ufficio anche presso il dipartimento finanziario di via Sarti o presso la sede municipale di piazza Municipio.
Il termine ultimo per presentare la richiesta di rimborso è stato fissato per il 31 gennaio 2013”.

Rispondi alla discussione

Facebook