sabato 13 Agosto 2022,

Cronaca

Ξ Commenta la notizia

Terracina, caldaia aut. Infine giunse l’esposto ai Carabinieri dei genitori degli alunni della Giovanni Paolo II

scritto da Redazione
Terracina, caldaia aut. Infine giunse l’esposto ai Carabinieri dei genitori degli alunni della Giovanni Paolo II

Terracina, 10 gennaio 2021

Alla ASL di Latina
Prevenzione nei luoghi di lavoro
dipartimentoprevenzione@ausl.latina.it
NAS Carabinieri
ccltnascdo@carabinieri.it
E.p.C. DIRIGENTE SCOLASTICO
Dott.ssa Giuseppina di Cretico

 

OGGETTO: MALFUNZIONAMENTO DELLA CALDAIA – PLESSO
GIOVANNI PAOLO II TERRACINA

 

In qualità di rappresentati dei genitori della scuola dell’infanzia Giovanni Paolo
II di Terracina, formiamo la presente, esponendo quanto segue in merito al disservizio
che, da dicembre 2020 (problema ereditato già negli anni passati), stanno subendo i
nostri bambini.
Gli stessi, infatti, si trovano all’interno delle rispettive classi, con temperature
esterne che non superano i 10° C, con i riscaldamenti spenti e la contestuale
impossibilità di usufruire di acqua calda nei bagni. Situazione cui va aggiunta la
necessità di aerazione delle classi in applicazione del protocollo d’intesa per garantire
l’avvio dell’anno scolastico nel rispetto delle regole di sicurezza per il contenimento
della diffusione di Covid-19 (A.S. 2021/2022) sottoscritto dal Ministero
dell’Istruzione e dalle principali sigle sindacali. I locali scolastici risultano quindi
insalubri nel mantenimento del microclima che dovrebbe sottendere alla sicurezza e
tutela del benessere degli studenti.
Appare difficile immaginare che tutto il disagio di cui sopra è causato,
semplicemente, da una caldaia obsoleta, ma (ahimé!) sembra essere così.
Chiediamo, pertanto, a chi di dovere di intervenire immediatamente, magari
sollecitando le amministrazioni interessate al fine di provvedere ad una soluzione
definitiva al problema dato che le nostre richieste espresse con manifestazioni, lettere
e solleciti sono rimaste inascoltate.
Stiamo crescendo una generazione che, nonostante la giovanissima età, ha già pagato
tanto in termini di rinunce. Ora che è nella nostra possibilità, consentiamo ai nostri
figli di vivere con assoluta normalità la tanto amata scuola.

Firmato
I genitori

I commenti non sono chiusi.

Facebook