martedì 02 Marzo 2021,

Interventi

Ξ Commenta la notizia

Sezze. “La stampa locale: di tutto di più”

scritto da Redazione
Sezze. “La stampa locale: di tutto di più”

Quale è il ruolo di certa stampa? Come è possibile vedere pubblicati nella stessa pagina, quella di Sezze-Lepini, l’uno affianco all’altro, un articolo con il quale si denuncia una “comunità muta” di fronte a certi fenomeni ed un altro tramite il quale si fanno squillare le trombe, impugnate in assise dai consiglieri, contro chi invece parla? Eppure è così. Rai Uno, dopo lo scandalo Regione Lazio allargato alle partecipate, si interessa anche della gestione Astral. Per documentarsi ci contatta, perché alcuni giornalisti Rai hanno notato l’impegno che portiamo avanti con il nostro sito lavocelibera.it, quello che non ha mai notato o ha evitato di notare sistematicamente Latina Oggi. E’ stata questa la genesi dell’inchiesta giornalistica andata in onda nel corso de L’Arena. Ne è scaturito un servizio puntuale, che ha evidentemente colpito le sensibilità di qualcuno a Sezze. Quando sarebbe giusto indignarsi, come i normali cittadini di questa regione, per lo sperpero di circa 70 milioni di euro, bruciati per un’arteria, la SR156, nel tratto che avrebbe dovuto collegare Sezze con Priverno, alcuni consiglieri comunali setini non trovano di meglio che portare la propria “solidarietà” (non si sa bene per cosa) all’ex presidente aziendale Giovan Battista Giorgi, loro collega, nel corso dell’assemblea. Alcuni di loro lo hanno fatto addirittura sottraendosi al successivo voto e relativa discussione, che ha determinato un aumento tributario insostenibile per i cittadini, favorendo così l’approvazione delle aliquote IMU ed IRPEF massime. Il che la dice lunga sul clima trasversale e consociativo che anima l’assise di Sezze. Così, nell’ex quotidiano di Ciarrapico Latina Oggi, quelle che negli altri giornali vengono comunemente denominate “assunzioni facili” diventano lavori stabili e meritoria l’opera di quei presidenti altrove indicati, nel migliore dei casi, come spreconi. L’articolo del 2 novembre sui lavori consiliari è evidentemente tendenzioso. Però, possiamo dirlo, si è rivelato un boomerang. Perché Movimento Libero Iniziativa Sociale ha ricevuto tanti attestati di stima da parte dei cittadini ed inviti ad andare avanti in una azione per la legalità e la trasparenza. Se per un giornale è facile travisare i fatti è però impossibile nascondere la realtà dello stato dei lavori della 156, che sono sotto gli occhi di tutti, sezzesi e non. Come è sotto gli occhi di tutti la realtà dell’ecomostro di Via Piagge Marine, per i cui finanziamenti sta presentando il conto l’Unione Europea. Forse qualche consigliere, che stando all’articolo del quotidiano ha minacciato di ricorrere a non si sa bene cosa per tutelare l’ex presidente Astral, è in fibrillazione ed in stato di nervosismo perché toccato nel vivo anche per quest’ultima questione?

Movimento Libero Iniziativa Sociale

Rispondi alla discussione

Facebook