lunedì 01 Marzo 2021,

Cronaca

Ξ Commenta la notizia

Sanità. Ora patto tra imprenditori e pubblico

scritto da Redazione
Sanità. Ora patto tra imprenditori e pubblico

Rivedere il piano di rientro sanitario attraverso un patto tra imprenditori privati e servizio pubblico che salvaguardi le strutture di eccellenza e alimenti un’ampia e articolata integrazione dei servizi territoriali di cura e assistenza della persona“. Lo chiede Silvano Moffa (Pt, presidente Commissione lavoro) in aula alla Camera nel corso del Question Time al ministro della salute Renato Balduzzi.
Dopo aver optato per tagli lineari del 7 per cento per le strutture private e religiose e l’orientamento alla chiusura di interi reparti e numerosi ospedali, il programma del commissario alla Sanità per la regione Lazio, Enrico Bondi, potrebbe determinare una situazione di grave allarme sociale. Rivedere il piano prevedendo anche una riconversione dei nosocomi e delle strutture ospedaliere di cui si minaccia la chiusura.  In sostanza – spiega Moffa – ci troveremo di fronte al blocco del turn over, al mancato rinnovo dei contratti a termine (con cinquemila persone che rischiano di restare senza lavoro) e l’ulteriore taglio di 1.963 posti letto;di fatto i cittadini del Lazio dovranno fare i conti con la chiusura degli ospedali con meno di 80 posti letto e con bacino di utenza tra gli 80mila e i 150mila abitanti. La situazione si presenta ancora più drammatica considerato che anche numerosi grandi ospedali della capitale come l’Oftalmico, il Forlanini, l’Eastman e il Nuovo Regina Margherita rischiano la chiusura.

Rispondi alla discussione

Facebook