lunedì 08 Agosto 2022,

Regione

Ξ Commenta la notizia

Roma&Lazio. La politica, le opinioni, i fatti

scritto da Redazione
Roma&Lazio. La politica, le opinioni, i fatti

Roma: Calabria (FI), romani puniscono amministrazione Pd
Dopo le primarie, a Roma il Pd si riscopre sinonimo di Marino. La scarsa partecipazione della Capitale alle consultazioni di sinistra, infatti, è figlia dei risultati deludenti del governo, sì, ma anche di quelli pessimi dell’ultima, disastrosa amministrazione cittadina“. Lo dichiara la deputata di Forza Italia Annagrazia Calabria. “Si può cercare di mettere sotto il tappeto tutta la cenere che si vuole, ma alla fine la verità torna bene in vista: il Pd ha ridotto Roma in una condizione inaccettabile”, conclude.


Il senatore del Partito Democratico Stefano Esposito è intervenuto questa mattina ai microfoni di Radio Cusano Campus, la radio dell’Università Niccolò Cusano (www.unicusano.it), nel corso del format ECG Regione, condotto da Roberto Arduini e Andrea Di Ciancio.
Esposito giudica soddisfacenti gli esiti delle primarie andate in scena ieri a Roma: “Noi siamo soddisfatti. A Roma dopo quanto avvenuto questo è un risultato estremamente rilevante. E poi ieri a Roma tutti gli aspetti atmosferici si sono concentrati. Anche la grandine, che magari ha indotto qualcuno a restare a casa. Le primarie sono comunque un momento in cui un tot numero di persone va ad esprimersi liberamente. Noi le facciamo con i limiti e i problemi che conosciamo. Mi sorprendono i commentatori che se a votare vanno in tanti dicono che hanno votato i cinesi, la camorra e la mafia, mentre se i votanti sono di meno parlano di flop. A Napoli dopo tanti anni ha vinto una candidata di una generazione nuova, che era data per perdente, mentre a Roma ha prevalso Giachetti, la vera notizia doveva essere quella di un Roberto Morassut che immediatamente ha appoggiato il suo sfidante per la partita a più importante, la corsa a sindaco. Circa 50.000 votanti sono un numero di persone che nessun partito è in grado di chiamare ad una consultazione democratica”.
Secondo Stefano Esposito, Roberto Giachetti è l’uomo giusto per rilanciare Roma: “Roberto Giachetti è sicuramente una persona che ha avuto coraggio, è una persona molto libera, non solo può continuare l’azione di legalità intrapresa, ma può portare a conclusione un lavoro già avviato, di rinnovamento completo del Partito Democratico. Ora ci sarà da confrontarsi nella partita vera, contro gli avversari. Con quello del centrodestra, quando lo troveranno, con Salvini, che lancia messaggi a Virginia Raggi“.
Secondo Esposito, dunque, Salvini sta lanciando messaggi a Virginia Raggi: “Assolutamente sì, Matteo Salvini ha parlato benissimo della Raggi, lancia messaggi a quella che io chiamo con il nome completo, Virginia Casaleggio Raggi, perché il vero candidato è Casaleggio, che sta comodamente nascosto nel suo ufficio a Milano. Se subodoro un ticket Raggi-Salvini? Questo non credo, ma non mi sorprenderei più di nulla. Mi pare difficile, ma non mi stupirebbe se in un eventuale ballottaggio tra Giachetti e Raggi, Salvini indicasse nella Raggi il suo sindaco preferito“.
Cambiando argomento, Stefano Esposito ha annunciato che oggi presenterà una interrogazione parlamentare sulla vicenda Casaleggio: “Grande Fratello Casaleggio. Il Foglio ha raccontato documentando il tutto che i parlamentari del Movimento Cinque Stelle sono addirittura stati spiati nella loro posta elettronica, e tutto questo avveniva su ordine di Casaleggio. Questo è stato raccontato da alcuni deputati usciti dal Movimento, ma anche da chi quel sistema lo gestiva, figure tecniche del Movimento. Questo è gravissimo, oggi presenterò un’interrogazione parlamentare al Presidente del Consiglio e al Ministro degli Interni. Il fatto che loro abbiano spiato le comunicazioni elettroniche è molto grave, l’autonomia dei parlamentari non deve essere messa in discussione e mi chiedo se questo tipo di pratiche sia stato condotto solo nei confronti dei parlamentari del Movimento Cinque Stelle. Chi mi dà la garanzia che non siano stati spiati anche altri parlamentari?”


Carla Ruocco, deputata del Movimento Cinque Stelle, è intervenuta stamattina in diretta su Radio Cusano Campus, l’emittente dell’Università degli Studi Niccolò Cusano (www.unicusano.it), nel corso del format ECG Regione, condotto da Roberto Arduini e Andrea Di Ciancio.
Carla Ruocco ha commentato le primarie del Partito Democratico: “Le persone ormai non si fidano più di un partito che le ha puntualmente tradite. Mafia Capitale ha segnato fortemente l’opinione pubblica, i debiti che affliggono la città di Roma sono mostruosi, miliardi buttati, perché il livello dei servizi dei romani, se paragonato alla pressione fiscale, è assolutamente insostenibile. Questa è la fotografia di un fallimento, cui bisogna far fronte presto“.
Ruocco appoggia totalmente la candidata del Movimento Cinque Stelle, Virginia Raggi:E’ una persona in gamba, competente, onesta, che ha un grandissimo spirito di sacrificio. Non ci facciamo intimidire ma siamo ben consapevoli delle difficoltà cui andiamo incontro. Siamo altrettanto consapevoli, però, del fatto che l’unica strada percorribile oggi è una strada diversa da quella che abbiamo visto ieri. E’ una strada che possiamo percorrere con Virginia Raggi e con il Movimento Cinque Stelle. Saremo una squadra in questo senso. Roma ha un debito pazzesco, a due teste, nella gestione ordinaria e nella gestione straordinaria. Sulla gestione straordinaria gravano addirittura 15 miliardi di euro di debito. Questo debito è stato contratto per colpa delle gestioni scellerate che hanno precedentemente governato la città . Noi abbiamo chiesto chiarezza e trasparenza su questi conti, proprio per far fronte il prima possibile agli impegni assunti, vorremmo sapere quali sono stati e quali sono le condizioni contrattuali, per capire come e perché è stata spesa questa montagna di soldi. Vogliamo che il danno sia circoscritto e contenuto, vogliamo che ci siano nomi e cognomi dei politici che assumano la propria responsabilità, ma poiché questo debito è targato Partito Democratico, lo stesso Partito di Governo, è ovvio che la voglia di trasparenza è molto poca, anche a livello governativo. Renzi ha di fatto secretato allo Stato, la Presidenza del Consiglio non mostra le carte e i contratti che sono all’inizio di questo immenso debito. Noi andremo avanti sulla linea della trasparenza, è ovvio che ci rendiamo conto delle difficoltà, ma il fatto che Roma deve diventare un ricatto del PD non lo accettiamo, non esiste che si minacci il fallimento di una città come Roma, il PD si deve assumere le proprie responsabilità. La verità è che ai danni nessuno vuol far corrispondere nome e cognome di chi ha prodotto certe situazioni“.
Da Carla Ruocco, infine, una battuta sulla presenza di Renzi nella trasmissione di Barbara D’Urso:Non l’ho visto Renzi dalla D’Urso, stavo lavorando, presa dalla sostanza delle cose. Il premier va a chiacchierare nei talk show della domenica pomeriggio nonostante il pil che non cresce, la disoccupazione giovanile alle stelle e la pressione fiscale che supera il 50%“:


Il Divino Otelma è intervenuto su Radio Cusano Campus, l’emittente dell’Università degli Studi Niccolò Cusano (www.unicusano.it) , nel corso del format ECG Regione, condotto da Roberto Arduini e Andrea Di Ciancio.
Otelma ha rivelato che Giachetti non ha alcuna possibilità, nonostante la vittoria alle primarie, di diventare sindaco di Roma: “Giachetti non diverrà mai sindaco di Roma. Non ha la benché minima possibilità di diventare sindaco di Roma, sta proprio perdendo il suo tempo. La sua fatale e scritta sconfitta è legata al fatto che lui ha ricevuto l’appoggio di Renzi. L’appoggio di Renzi porta in sé il germe della dissoluzione. Come si può pensare che i romani premino il candidato che ha l’appoggio del pugnalatore di Ignazio Marino?
Otelma boccia anche Bertolaso: “Non ha nessuna possibilità di diventare sindaco. E per le primarie del centrodestra ormai è troppo tardi“. Secondo il Divino a vincerà le elezioni a Roma sarà Virginia Raggi:Pensiamo che la situazione evolverà in questo senso. Vincerà inevitabilmente la candidata del Movimento Cinque Stelle. Indubbiamente eliminando tutti gli altri, che in gran parte si sono eliminati da soli, resta soltanto lei. Sarà la prima sindaco donna nella storia di Roma. La voteranno i mariniani e tutti i delusi del partito democratico. Anche i bersaniani voteranno Virginia Raggi, farebbero qualsiasi cosa per dare una spallata a Renzi“.


FI, PALOZZI (FI): “GRANDE SUCCESSO PER DUEGIORNI DI TAJANI”
Si è chiusa quest’oggi la straordinaria “due giorni”, organizzata dal vicepresidente del Parlamento europeo Antonio Tajani all’hotel Ergife di Roma. Davvero un grande successo di partecipazione, che conferma ancora una volta il ruolo primario del nostro partito, Forza Italia, vera locomotiva di un centrodestra che, in questo delicato contesto politico, sono convinto saprà dare dimostrazione di unità e coesione. Le parole del presidente Berlusconi, la carica di Antonio Tajani, l’affetto e l’entusiasmo di amministratori, quadri locali e simpatizzanti ci permettono di guardare il futuro con grande fiducia, ottimismo e consapevolezza dei nostri mezzi: ci attende una campagna elettorale intensa e importante al fianco di Guido Bertolaso, candidato sindaco affidabile e competente, un uomo del fare, il solo in grado di conquistare il Campidoglio e ben governare la città di Roma”. Così, come informa una nota, il coordinatore FI Provincia di Roma, Adriano Palozzi, a margine del convegno “Roma, l’Italia e l’Europa che vogliamo”, organizzato dal vicepresidente del Parlamento europeo, Antonio Tajani.

Rispondi alla discussione

Facebook