lunedì 10 Maggio 2021,

Primo Piano

Ξ Commenta la notizia

Roma. La Lega su emergenza cimiteri

scritto da Redazione
Roma. La Lega su emergenza cimiteri

“La situazione dei cimiteri capitolini è diventata ormai insostenibile e al collasso. Mesi di attesa per le cremazioni, cimiteri esauriti, scandali e disservizi di ogni tipo che vengono ripetutamente segnalati dai parenti dei defunti disperati per una situazione grave che viene costantemente ignorata dai vertici dell’Ama e dall’amministrazione capitolina”. A denunciarlo in un esposto presentato alla Procura della Repubblica sono i dirigenti romani della Lega Salvini Premier, Fabrizio Santori e Monica Picca, e la portavoce del Comitato per la Tutela dei Cimiteri Flaminio Prima Porta Verano e Laurentino, Valeria Campana. 

“Dal documento depositato emerge chiaramente che a tormentare i cittadini nel momento del dolore hanno avuto un ruolo decisivo i ritardi nel l’approvazione dei bilanci e l’esiguità dei fondi stanziati per gli interventi sia per l’ordinaria gestione che per investimenti strutturali più volte annunciati ma mai intrapresi. Ma anche la burocrazia ha contribuito a peggiorare la situazione, che si tratti di doppi passaggi per una autorizzazione alla sepoltura o cremazione o al rilascio di una concessione. Le gravi urgenze già esistenti nel 2017 sono oggi emergenza. Il rispetto del dolore dei cittadini non può essere oggetto di scelte contabili o politiche di bilancio, tanto meno dell’attesa di settimane per un timbro”. 

“Tra le ulteriori criticità riscontrate vi è ora  l’impossibilità di dare sepoltura ai defunti in tempi ragionevoli, che si tratti di cremazione o deposizione a terra o in loculo. I gravi ritardi accumulati non permettono neanche di esumare le salme con concessione scaduta con celerità e le famiglie sarebbero costrette a lasciare i resti mortali in camera mortuaria, che nel frattempo è già colma, questo perché loculi ossari disponibili ormai non ce ne sono più. Queste segnalazioni provengono da tutto il territorio. Una situazione da terzo mondo che Roma non merita”, si legge nell’esposto. 

“Lo scopo di questa denuncia – conclude l’esposto – è di esortare scelte congrue ed efficienti per trovare in tempi rapidi soluzione ad una situazione inammissibile con il fine di riportare rispetto e decoro nei cimiteri romani. Il nostro obiettivo sarà anche quello di rappresentare le istanze delle tante persone anziane in merito e che sono rimaste inascoltate, chiedendo soluzioni ai problemi sorti all’interno degli 11 cimiteri comunali, che hanno un’estensione territoriale complessiva di oltre 250 ettari”. 

Lo dichiarano in una Fabrizio Santori e Monica Picca, dirigenti romani della Lega Salvini Premier.

I commenti non sono chiusi.

Facebook