lunedì 15 Agosto 2022,

Eventi

Ξ Commenta la notizia

Ripartono le attività culturali a Cori. Il programma fino a fine marzo

scritto da Redazione
Ripartono le attività culturali a Cori. Il programma fino a fine marzo

Ripartono, in piena sicurezza, le attività culturali nel Comune di Cori. Tra febbraio e marzo, diversi gli appuntamenti in programma nei vari istituti culturali della Città d’Arte, dal museo alla biblioteca al teatro comunale, ma anche nella suggestiva chiesa di Sant’Oliva.

In occasione dei 700 anni dalla morte del Sommo Poeta, sabato 19 febbraio alle ore 18 nel Museo della Città e del Territorio si svolgerà l’evento gratuito ‘Le immagini di Dante’, che prevede la proiezione del video del I canto dell’Inferno, prodotto da Mobilitazioni Artistiche, realizzato nei luoghi di interesse storico artistico e naturalistico del Comune di Cori, ente promotore dell’iniziativa, oltre a una performance di lettura e di live drawing con Marianna Cozzuto e Sara Bartoli (musiche Simone Sibilia).

Domenica 20 alle ore 17 nella biblioteca civica E.F.Accrocca l’iniziativa sarà riproposta nell’ambito del progetto ‘I Sapori del Teatro’. È obbligatoria la prenotazione (tel. 3285679035), per gli adulti anche il green pass.

Giovedì 24 febbraio alle ore 16.30 nella biblioteca civica E.F.Accrocca prosegue il progetto ‘I Sapori del Teatro’ con BOOKWHISPER: letture sussurrate e degustazioni. Per info e prenotazioni 3285679035. Prenotazione obbligatoria e per gli adulti necessario il green pass.

Sabato 26 febbraio alle ore 17 nel teatro comunale ‘Luigi Pistilli’ – nell’ambito del progetto ‘Convivium -Simposi, mense, tavole, produzioni, protagonisti, saperi, storia, arte, cultura, enogastronomia, territorio’ finanziato dalla Regione Lazio e progettato dalla Compagnia Dei Lepini in sinergia con gli istituti culturali che fanno parte del Sistema Territoriale Integrato – verrà presentato il volume ‘Cori. La ceramica da mensa. Tre contesti a confronto’ a cura di Eleonora Palleschi e Guendalina Viani. Il libro fa parte della collana ‘Quaderni del Museo della Città e del Territorio di Cori’ ed ha come oggetto la ceramica da mensa post antica rinvenuta in tre contesti della città: dopo l’importante studio di Simona Pannuzi sul materiale ceramico recuperato dall’ex convento di Sant’Oliva, si torna a parlare di ceramica medievale, rinascimentale e moderna in rapporto con l’indagine stratigrafica. Durante la presentazione del volume è previsto un approfondimento sulla convivialità nell’arte figurativa sacra dell’area lepina nel XVI secolo a cura dell’associazione culturale Arcadia. Interverranno il prof. Domenico Palombi (Università La Sapienza), Guendalina Viani (direttrice Museo della Città e del Territorio) ed Eleonora Palleschi (Museo della Città e del Territorio). L’ingresso è consentito con mascherina FFP2 e super green pass. La prenotazione è consigliata – info Whatsapp 3386001235.

Sabato 5 marzo alle ore 17 nella biblioteca civica E.F.Accrocca sarà presentato il libro ‘Le Maestre dell’Arte’ di Livia Capasso. Nell’arte, come in altre professioni, le donne non riescono a emergere, non sono spesso visibili. Questa indagine sull’arte fatta dalle donne -nel libro sono presenti oltre 400 artiste a partire dalle incisioni rupestri del Paleolitico sino alle espressioni multimediali contemporanee – intende sollevare la coltre di oblio che le ha sepolte, ridare loro quella visibilità negata da pregiudizi e stereotipi, riconoscere una loro costante presenza, sottolinearne il coraggio, lo spirito di indipendenza e autonomia.

Obbligatori green pass e mascherina FFP2.

Domenica 20 marzo alle ore 17, l’associazione Minima presenta ‘Mistero in 4 atti’, mostra personale di Nazareno De Santis (Latina, 1987) negli spazi della Chiesa di Sant’Oliva. Il progetto, a cura di Ilaria Monti, prevede un percorso espositivo che coinvolge altri luoghi significativi del territorio: opere dell’artista saranno presenti anche presso il Museo dell’Abbazia di Valvisciolo, Palazzo Caetani a Bassiano (sede comunale) e il Museo Diocesano d’Arte Sacra di Sermoneta.

I commenti non sono chiusi.

Facebook