sabato 26 Novembre 2022,

Politica

Ξ Commenta la notizia

Regione Lazio. Presentata proposta di legge sulla natalità, sanità e famiglia per sconfiggere inverno demografico

scritto da Redazione
Regione Lazio. Presentata proposta di legge sulla natalità, sanità e famiglia per sconfiggere inverno demografico

“Senza figli non c’è futuro, non vi è domani. Questo il concetto semplice, ma fortissimo e assolutamente attuale da cui siamo partiti per presentare, proprio a partire dal Lazio, una proposta di legge a favore della natalità. E lo abbiamo fatto simbolicamente l’ultimo giorno della legislatura, proprio a testimonianza del fatto che, molto presto, l’argomento sarà al centro delle priorità programmatiche del centrodestra quando sarà al governo nella nostra regione”. È quanto dichiara il consigliere regionale della Lega Daniele Giannini, membro della Commissione Sanità. “L’iniziativa – prosegue – mira a rilanciare, immediatamente dalla prossima legislatura, la grande questione della natalità che, in questi dieci anni di centrosinistra, ha reso le culle sempre più vuote, in modo particolare nel nostro territorio, dove per quest’anno sono previsti poco meno di 40 mila neonati e con una età media delle madri che è il secondo peggior dato d’Italia, secondo solo al Molise. Da qui – spiega ancora il consigliere – l’importanza di un intervento organico e multidisciplinare che superi la stratificazione normativa in materia e coinvolga enti locali, personale sanitario, scuole e associazionismo familiare, con misure mirate ad attuare politiche sanitarie di prevenzione della sterilità e di contrasto alle patologie dell’apparato riproduttivo, nonché interventi per la protezione della gravidanza, sostegno alla maternità e introduzione del ‘fattore famiglia’, perché è la genitorialità, fatta di madri e padri insieme, il vero proprio cardine da cui deve ripartire il motore delle nascite. A fronte di una stagione politica che muore, in tutti i sensi, il centrodestra – conclude Giannini – ha il dovere di contrastare l’inverno demografico che affligge il nostro tempo, con il rilancio di politiche attive che invertano una volta per tutte la rotta del declino”.

 

 

 

I commenti non sono chiusi.

Facebook