giovedì 25 Febbraio 2021,

Regione

Ξ Commenta la notizia

Regione Lazio. Filo diretto con il Gruppo consiliare del PDL

scritto da Redazione
Regione Lazio. Filo diretto con il Gruppo consiliare del PDL

SANITA’, SIMEONE ” BASTA CON LE BUONE INTENZIONI. SERVONO I FATTI”
“Giudichiamo decisamente deludente l’incontro avvenuto oggi in commissione politiche sociali alla presenza del presidente Zingaretti. Da mesi attendevamo un confronto propositivo su una tematica delicata, ma al di là di mere dichiarazioni di principio da parte del Presidente, abbiamo registrato una totale assenza di risposte concrete alle istanze presentate. Adesso bisogna passare ai fatti: in più di una occasione abbiamo lamentato il totale immobilismo della Giunta, incapace di affrontare con determinazione e programmazione settori importanti per il nostro territorio. Anche in questa occasione prendiamo atto delle buone intenzioni, ma non basta. Questo nuovo corso si sta limitando ai buoni propositi senza andare oltre. E tutto ciò non è possibile e accettabile. La sanità è un argomento molto sentito dalla cittadinanza e non possiamo permetterci di tergiversare. Attendevamo di ascoltare dettagli su alcuni aspetti, tra i quali il sistema di riordino delle rete ospedaliera, ma abbiamo atteso invano. Non vorremmo citare il vecchio detto “mentre i medici discutono, l’ammalato muore”, ma questa amministrazione deve cambiare passo e avere più coraggio. Troppe titubanze e poca incisività: è ora di affrontare con più decisione e in modo netto questi temi, al fine di fornire quelle risposte tangibili come richiesto dai cittadini della nostra Regione, stanchi di vane promesse e belle parole”. Lo dichiara il consigliere Pdl alla regione Lazio Giuseppe Simeone

SANITA’, SABATINI “LAZIO SE NE FA POCO BUONE INTENZIONI ZINGARETTI”
“Delle tante buone intenzioni di Zingaretti il Lazio se ne fa poco. Sulla sanità e sulle politiche sociali servono iniziative concrete, e non propaganda demagogica da campagna elettorale cui abbiamo assistito oggi dopo la relazione del presidente della regione in commissione sanità.
In 5 mesi Zingaretti ha già sistematicamente infranto le promesse di rinnovamento e trasparenza, e oggi ha perso la buona occasione per dirimere la legittimità delle nomine già espresse, a partire proprio da quelle della sanità laziale. Le quali peraltro smentiscono con i fatti i proclami sull’impegno a procedere per merito e non per vicinanza politica.
Al di la delle nomine registrate fino ad oggi, sulle grandi questioni legate alla sanità constatiamo esserci il nulla più assoluto. Questo dai temi economici, dove si registrano gli effetti delle politiche messe in campo dalla precedente amministrazione, alla riorganizzazione del servizio sanitario, fino alle politiche a tutela del personale, le stabilizzazioni dei precari e i turn over: poche idee e molto confuse.
Zingaretti, i cittadini chiedono un reale cambio di passo. Se ne è in grado, inverta la tendenza e cominci ad affrontare tutti quegli argomenti ai quali non ha dato risposta”. È quanto dichiara il consigliere Pdl della Regione Lazio, Daniele Sabatini

SANITA’, DI PAOLO (PDL) “ZINGARETTI NON RIESCE A ANDARE OLTRE PROCLAMI CAMPAGNA ELETTORALE”
“È inutile. Zingaretti proprio non riesce ad uscire dalla campagna elettorale e a lasciare da parte immaginazione e propaganda.
Anche oggi in commissione Sanità abbiamo assistito a tante buone intenzioni e a pochissimi dati concreti, unico dei quali la riduzione del deficit sanitario del 50 per cento ascrivibile alle attività messe in campo della precedente amministrazione di centrodestra. Nessuna parola sul riordino della rete sanitaria, nessuna idea di riforme strutturali, solo proposte di interventi dal chiaro sapore emergenziale per arginare una deriva aggravata da 5 mesi di immobilismo.
Speriamo solamente che la promessa di non nominare i dg secondo criteri di fedeltà politica ma per merito sia vera: ad oggi infatti è prevalso il criterio contrario”. È quanto afferma il consigliere Pdl della Regione Lazio, Pietro Di Paolo

REGIONE. AURIGEMMA  DA SETTEMBRE INIZIA CAMPAGNA A TAPPETO SU SANITA’”
“Dopo quasi cinque mesi dal suo insediamento il Presidente Zingaretti, nonché commissario ad acta della sanità, è venuto ad illustrare le linee guida sulla sanità. Su questo tema noi abbiamo atteso con senso di responsabilità un confronto in commissione su un tema fondamentale e molto sentito dai nostri cittadini. Ma questo confronto non c’è stato e, anzi, nella commissione di oggi non si è parlato e non si è vista nessuna decisione in tal senso. Abbiamo sentito un intervento del presidente al futuro e non al presente. Caro presidente, il tempo è scaduto: visto l’immobilismo della sua amministrazione noi saremo pronti a portare da settembre le nostre proposte all’interno degli ospedali, delle strutture sanitarie e dei presidi al fine di cercare i contributi e le istanze dei vari operatori del settore, dei pazienti e delle categorie. Tutto questo per presentare le nostre proposte di legge all’interno dell’aula consiliare. Serve un segnale di discontinuità rispetto all’azione debole, a tratti inesistente di questa giunta. Proprio per questo ci sostituiremo all’immobilismo dell’attuale amministrazione con una campagna a tappeto sul nostro territorio. Ma in particolare non ci faremo ingannare da chi predica la scelta del merito sulle nomine dei direttori generali, per poi indicare – nei fatti – come responsabile della cabina di regia una persona che di merito ha soltanto il fatto di essere stato un ex consigliere regionale del centrosinistra. Zingaretti, basta con i soliti annunci e le buone intenzioni: ora inizi ad occuparsi concretamente di sanità”. Lo dichiara il vice presidente della Commissione Politiche sociali alla Regione Lazio Antonello Aurigemma

 SANITA’. GRAMAZIO  ”ZINGARETTI DELUDENTE IN COMMISSIONE”
“Oggi, la relazione del presidente Zingaretti è stata una vera delusione. L’ennesima occasione persa, che invece poteva essere utilizzata per affrontare concretamente alcuni aspetti delicati della sanità laziale. Invece, è emerso un centrosinistra senza progetto e contenuti. Anzi, dall’intervento odierno sembrava proprio non sapesse da dove iniziare.
Nessuna risposta su temi spinosi come il precariato, le liste d’attesa o sulla questione dei lavoratori dell’Idi, Santa Lucia e San Raffaele.
Anche oggi, il Presidente si è nascosto dietro tanti slogan e belle parole, dimostrando di non avere alcuna idea sul riordino degli ospedali e sulla gestione del territorio o sui policlinici universitari. Cinque mesi senza costruire una proposta e la rivoluzione invocata in campagna elettorale sembra sempre più lontana. La realtà, invece, è un’altra e vede Zingaretti e la sua maggioranza in imbarazzo e in difficoltà, incapaci di cambiare le cose e senza coraggio.
Proprio per questo da settembre inizieremo una campagna sul territorio, negli ospedali per raccogliere le istanze dei cittadini, degli operatori su questo tema. In tal modo cercheremo di lavorare al fine di presentare proposte che vadano oltre il vuoto di contenuti di questa giunta”. Lo dichiara il Capogruppo Pdl alla regione Lazio Luca Gramazio

 SANITA’, PALOZZI  “ZINGARETTI, BASTA IMMAGINARE”
“Ancora una volta Zingaretti ha perso l’occasione per dare risposte reali e non demagogiche, peraltro su un tema importante e delicato come quello della sanità. Visto l’immobilismo di questi 5 mesi di amministrazione regionale, stia tranquillo e continui pure nei suoi proclami roboanti. Da settembre, come detto, avvieremo una campagna a tappeto proprio sul tema della sanità del Lazio. Lo faremo ascoltando le istanze e mettendo in luce le soluzioni necessarie a far ripartire questo comparto fondamentale per il territorio. È tempo di dare una svolta positiva alla regione: Zingaretti, è finito il tempo dell’immaginazione. Passi ai fatti. Sempre se ne è capace”. È quanto dichiara il consigliere Pdl della Regione Lazio, Adriano Palozzi

SANITA’, CANGEMI  “’ZINGARETTI IL BLUFF’ SI OSTINA A NON GOVERNARE TERRITORIO”
“Incredibile come ‘Zingaretti il bluff’ si ostini a non voler governare la Regione. Anche oggi su un tema delicato come la sanità del Lazio, constatiamo il drammatico immobilismo di una amministrazione che non produce atti da discutere in Consiglio, che ha visto assessori dimissionari, assessori rinviati a giudizio, nomine discutibili e ha rimediato poltrone per volti noti della Provincia”. È quanto dichiara il consigliere Pdl della Regione Lazio, Giuseppe Emanuele Cangemi. “Ancora una volta, tante belle parole, promesse, pochi dati concreti e impegni assunti in maniera non adeguata a un tema delicato come la sanità. Ora basta: come annunciato da settembre avvieremo una campagna su tutto il territorio. Sarà quella una importante occasione con la quale dare un chiaro segnale ai cittadini e agli operatori. La buona politica – conclude Cangemi – infatti va oltre i pallidi tentativi amministrativi di questa maggioranza disorganizzata, piena di buone intenzione ma incapace di produrre fatti”

Rispondi alla discussione

Facebook