mercoledì 01 Febbraio 2023,

Politica

Ξ Commenta la notizia

“Più collegamenti con Ponza e Ventotene”

scritto da Redazione
“Più collegamenti con Ponza e Ventotene”
“Occorre potenziare i collegamenti marittimi diretti tra le due principali isole pontine. Il collegamento con le isole di Ponza e Ventotene deve funzionare a pieno regime durante tutto l’anno. E’ necessario attivare un servizio che permetta soprattutto nel periodo estivo ai turisti di poter apprezzare le due isole pontine nello stesso periodo di vacanza. Quindi va ripristinato uno stabile collegamento tra Ponza e la vicina Ventotene, come già avviene in altri arcipelaghi italiani. Serve insomma una fruizione completa dell’Arcipelago, soprattutto nel periodo estivo turistico.
Negli ultimi due decenni si è registrato uno scollamento che non ha fatto bene all’economia delle due isole. Noi siamo per rafforzare l’intercambiabilità dei flussi turistici fra le stesse isole di Ponza e Ventotene. Per questo occorre potenziare la flotta  e prevedere un nuovo collegamento marittimo tra la principale isola pontina e gli altri porti della provincia di Latina. In questo settore la velocità e i tempi dei trasferimenti svolgono un’importanza capitale.
A mio parere tra le priorità c’è quella di mettere in atto ogni azione necessaria ed urgente per istituire un tavolo interistituzionale (Regione Lazio, Provincia di Latina, Comune di Latina, Comune di Sabaudia, Parco Nazionale del Circeo, Camera di Commercio) mirato a definire un progetto che preveda in via prioritaria per il porto canale di Rio Martino il miglioramento e adeguamento delle infrastrutture, la valorizzazione ed implementazione delle attività legate al diportismo e destagionalizzazione delle stesse, ma soprattutto il collegamento con le isole di Ponza e Ventotene durante tutto l’anno.
Altro elemento chiave è rappresentato dal rischio idrogeologico delle isole. L’imperativo è non abbassare la guardia. Quanto accaduto ad Ischia dovrebbe farci riflettere. Occorre avere un quadro preciso della situazione nelle due isole, che durante tutto l’anno sono meta di turisti provenienti da ogni parte di Italia. Per questo va messa in campo ogni azione per contrastare il rischio idrogeologico e dare garanzie sul piano della sicurezza, rassicurando in particolare le imprese che operano nel settore balneare.
Ma oltre al tema della sicurezza mi preme evidenziare che si pone il problema del rilancio turistico e della sopravvivenza dell’economia locale. Quindi, servono interventi mirati per la riapertura delle spiagge e delle cale, laddove è possibile. Siamo tutti d’accordo sull’urgenza della messa in sicurezza della costa, ma ci tengo a sottolineare che bisogna riaprire le spiagge e renderle fruibili per cittadini e turisti. Perché non si può non tener conto dell’economia locale e della necessità di tutelare chi produce. E’ quindi fondamentale che le tante attività commerciali ricadenti sul demanio marittimo possano continuare a lavorare e a garantire i servizi”.
Lo dichiara in una nota Enrico Tiero, vice portavoce regionale di Fratelli d’Italia.

I commenti non sono chiusi.

Facebook