sabato 13 Luglio 2024,

News

Ξ Commenta la notizia

Notizie da Roma e Lazio

scritto da Redazione
Notizie da Roma e Lazio

Urbanistica – Di Stefano (Noi Moderati – Forza Italia): “Gualtieri trasforma in soviet il Campidoglio”

 

“Ieri per l’ennesima volta abbiamo assistito a una Commissione Urbanistica nella quale il presidente ha invitato i consiglieri comunali membri della stessa a svolgere il solito ruolo marginale di passacarte. La discussione era incentrata su un tema estremamente importante per lo sviluppo e l’economia della città, quello della variante alle norme tecniche del piano regolatore. La delibera di Giunta sull’argomento ha compiuto pochi giorni fa il tredicesimo mese di vita, e sono stati tredici mesi di frequenti e vivacissime discussioni all’interno della maggioranza; ieri, dopo tutto questo tempo, il presidente ha chiesto di votarla in Commissione nel giro di un’ora, senza dare l’opportunità all’opposizione di entrare nel merito della stessa. Avevamo chiesto in maniera pacata la possibilità di qualche ora di confronto sulla proposta, qualche ora a fronte dei tredici mesi avuti dalla maggioranza per approfondire uno straordinario atto atteso da tanti anni, ma la nostra richiesta è rimasta inascoltata” dichiara in una nota Marco Di Stefano, capogruppo Noi Moderati – Forza Italia in Assemblea Capitolina e vicepresidente della Commissione Urbanistica.    

“Questa è la democrazia del Sindaco Gualtieri e della sua maggioranza” sottolinea il consigliere: “approvare le regole per il futuro della città soltanto con i loro voti, senza dare la parola all’opposizione”.

“Il presidente della Commissione Urbanistica, Tommaso Amodeo” conclude Di Stefano, “che dovrebbe garantire, come da Regolamento, la vigilanza, le proposte, gli approfondimenti sugli atti di tutti i consiglieri comunali facenti parte della Commissione stessa, è oramai ostaggio del volere dell’assessore Veloccia. Riteniamo quindi che dovrebbe sollevarsi spontaneamente da questo incarico, dal momento che non ci sembra più in grado di svolgere in autonomia e con uguali garanzie per tutti il suo ruolo”.

 ***************************

 Libri e calici sotto le stelle: domenica 14 luglio presentazione del romanzo “ L’ultima seducente esecuzione”

Domenica 14 luglio, alle ore 18.00,  prosegue con successo la rassegna letteraria “ Libri e calici sotto le stelle” al castello di Santa Severa, promossa da Regione Lazio organizzata dalla società in house LAZIOcrea d’intesa con Mic e Comune di Santa Marinella, con la presentazione del romanzo  “L’ultima seducente esecuzione: quando un omicidio può dirsi veramente risolto?” dell’autore Maurizio Giannini.

La presentazione in Sala Nostromo con ingresso gratuito è moderata dalla giornalista Francesca Lazzeri e i partecipanti potranno degustare calici di vino dei produttori del territorio associati alla  Strada del vino delle terre etrusco romane.

Inverno 2006. Massimo Senisi, mentre si allena, trova in un fosso lungo via della Marcigliana, alla periferia di Roma, il cadavere di un uomo dal viso sfigurato. Dalle indagini emerge che si tratta di un affermato e stimato magistrato. L’unico indiziato è Felice Piras, un ex pugile che ha appena finito di scontare la pena per un reato commesso ventun anni prima. Il caso irrompe sulle pagine della cronaca nera dell’Urbe ed è presto risolto, perché l’accusato ha un movente ma non un alibi credibile.
Arianna Detti, la ragazza di Massimo, neolaureata in Legge e con la passione per le investigazioni, per una serie di incredibili coincidenze si trova coinvolta nel caso e decide di indagare. Ciò che scoprirà, grazie al suo intuito e all’aiuto di Massimo, svelerà segreti celati da anni e passioni inconfessabili fino all’ultima seducente esecuzione.

Maurizio Giannini (Roma, 1951), laureato in Architettura, è autore di circa 70 libri dedicati soprattutto a ragazzi e bambini, che pubblica con diverse case editrici italiane. Negli anni le sue opere ricevono numerosi riconoscimenti come il Premio Bancarellino per Le ombre di Halloween (La Scuola Ed., 2007), il Premio Giovanni Arpino per Chi uccide i professori? (La Medusa Ed., 2018) e, nel 2021, il Premio Nazionale Città di Ladispoli per Cattive storie – dieci racconti (il Rio Ed., 2021).
Con L’ultima seducente esecuzione un nuovo personaggio si affaccia sulla scena investigativa, l’intraprendente e intuitiva detective Arianna Detti.

Immagine di copertina: Cristiana Giannini, La sedia del magistrato, 2022.

Ingresso gratuito con prenotazione su https://www.eventbrite.it/e/libri-e-calici-sotto-le-stelle-tickets-915190578657?aff=oddtdtcreator

Tutte le informazioni sul sito www.castellodisantasevera.it

****************************************************************

SPAZIO. SALVITTI (FDI): LANCIO ARIANE6 È SUCCESSO PER NOSTRA NAZIONE

“Il lancio del razzo Ariane6 mostra come anche per l’economia spaziale l’Italia è in prima linea. Il successo del volo inaugurale non riguarda solo l’Europa, che non solo raggiunge questo importante obiettivo ma così torna, come sottolineato dal ministro Urso, ad avere un accesso autonomo nello spazio, ma lo è anche per la nostra Nazione. Tra le aziende coinvolte, infatti, c’è l’Avio che ha realizzato e fornito i motori e componenti fondamentali per il vettore. Complimenti all’Avio, coinvolta nella produzione di motori a propellente solido P120C, utilizzati sia per Ariane 6 sia per il nostro lanciatore Vega C, un’azienda all’avanguardia che tiene alto il tricolore e genera ricchezza per la nostra Italia. Il Governo Meloni continuerà a sostenere quelle imprese che, guardando al futuro, portano sviluppo, crescita e occupazione”. Così il senatore e dirigente nazionale di Fratelli d’Italia, Giorgio Salvitti.

*********************

ROMA. GIANNINI (LEGA): INCENDIO VALCANNUTA SIMBOLO DI UN QUARTIERE DIMENTICATO

Il dirigente regionale Lega: “Incendi ed erba alta sono conferma che XIII Municipio è allo sbando” 

“Sono dovute intervenire ben sette squadre della Protezione Civile, che ringrazio, per tentare di domare l’incendio propagatosi oggi in zona Valcannuta a Roma. Fiamme alte anche e soprattutto a causa di una vegetazione alta e di un verde mai manutenuto dal Municipio che, in estate, fa sì che i roghi si diffondano rapidamente, anche grazie al vento, e arrivino poi a lambire i confini delle abitazioni come è accaduto oggi, con villette e case e addirittura una università telematica evacuate e popolazione terrorizzata”. Così in una nota Daniele Giannini, dirigente regionale della Lega, che è giunto sul posto ad incontrare i residenti. “Il quadrante Aurelio-Boccea è dimenticato dalle istituzioni locali – prosegue – con decine di opere incompiute ormai da oltre dieci anni, tra cui la pista ciclabile e le aree giochi per bambini vandalizzate. Gli incendi e l’erba alta – spiega ancora – sono solo l’ennesima conferma che il XIII Municipio è un territorio allo sbando, la preoccupante dimostrazione che – conclude Giannini – agli elettori, negli anni, pentastellati e sinistra hanno, letteralmente, gettato solo ‘fumo’ negli occhi”.

******

Vespa samurai, Zelli (FdI): “Partiti i lanci nella Tuscia, ottimo risultato per tutelare i noccioleti”

Sono partiti i primi lanci della vespa samurai nel Lazio. “Come comunicato oggi dalla Cooperativa Produttori Nocciole, nei siti individuati nel Viterbese è stata avviata l’introduzione della specie antagonista della cimice asiatica”, dichiara il consigliere regionale Giulio Zelli, presidente della commissione Agricoltura e Ambiente della Regione Lazio.

“La lotta biologica alla cimice asiatica, che ha causato ingenti danni al comparto corilicolo laziale, comincia dalla Tuscia. La Regione Lazio – prosegue Zelli – ha voluto con forza raggiungere questo obiettivo subito dopo lo scoppio dell’emergenza nel comprensorio dei Monti Cimini, dove diversi noccioleti erano stati attaccati dall’insetto. Ringrazio per l’impegno profuso l’assessore Giancarlo Righini, il ministro Francesco Lollobrigida, il deputato Mauro Rotelli, Enea e Arsial, che ha supervisionato il progetto. Abbiamo dimostrato che la sinergia tra le istituzioni è la migliore soluzione per risolvere una problematica imprevista e potenzialmente pericolosa per l’agricoltura regionale”.

“Intendo sottolineare – conclude il presidente Zelli – la tempestività con la quale si è passati, nel giro di pochissimi mesi, dalla redazione del progetto all’attivazione delle procedure condivise tra la Regione il Ministero dell’Agricoltura. Confido che quanto di buono fatto per contrastare la diffusione della cimice asiatica venga riproposto in futuro per risolvere altre situazioni simili, nell’ottica di tutelare gli agricoltori ed ascoltare le loro legittime istanze”.

****************

LA SCUOLA ARTIFICIALE

CONVEGNO NELLA BIBLIOTECA DELLA CAMERA DEI DEPUTATI

CON IL MINISTRO GIUSEPPE VALDITARA, ALBERTO BAGNAI ED ELISABETTA FREZZA

MERCOLEDI’ 10 LUGLIO, ORE 15, ROMA

(BIBLIOTECA DELLA CAMERA

DEI DEPUTATI – SALA DEL REFETTORIO)

“La scuola artificiale. Età evolutiva ed evoluzione tecnologica” è il titolo del convegno in programma mercoledì 10 luglio, alle ore 15, a Roma, nella Sala del Refettorio della Biblioteca della Camera dei Deputati. L’iniziativa, promossa dall’associazione a/simmetrie con il Patrocinio della Camera dei Deputati, intende sondare l’impatto dei nuovi strumenti digitali sui processi di apprendimento in età scolare. Gli interventi degli esperti saranno in particolare incentrati sull’analisi di benefici e incognite derivanti dall’utilizzo a scopo didattico dell’intelligenza artificiale, con un’enfasi sui complessi risvolti culturali, etici e sociali che tale pratica può indurre.

L’evento si aprirà con i saluti del Presidente della Camera dei Deputati, Lorenzo Fontana, del Ministro dell’Istruzione e del Merito, Giuseppe Valditara, del Presidente della Commissione Enti Gestori, Alberto Bagnai, e del Segretario generale della Fondazione Luigi Einaudi, già membro della Commissione Istruzione del Senato, Andrea Cangini.

Seguirà il contributo di Elisabetta Frezza (giurista, a/simmetrie), che metterà in risalto il compito primo della scuola: alfabetizzare, insegnare il linguaggio, da intendersi come cifra dell’umano. Sarà inoltre rilevato come la comprensione del concetto di simbolo e la capacità di astrazione rischino di essere schiacciate dalla particolare enfasi sul pratico e sul digitale.

Giorgio Matteucci (insegnante), analizzerà il calo di prestazioni scolastiche rilevate da OCSE PISA in seguito all’introduzione in aula di strumenti digitali e i pericoli della sostituzione di alcune facoltà cognitive ad opera dell’intelligenza artificiale.

Juan Carlos De Martin (Politecnico di Torino) rifletterà sul rapporto tra sistema di istruzione e strumenti utilizzabili dal punto di vista cognitivo, e su come esso influisca sull’autonomia cognitiva dello studente.

Daniela Tafani (Università di Pisa) racconterà l’ascesa delle big tech, soggetti privati divenuti gestori ed erogatori di servizi pubblici, oltre all’utilizzo di generatori di linguaggio e di strumenti predittivi.

L’evento si concluderà alle ore 18:30 con le riflessioni equilibrate del decisore politico, in un panel cui prenderanno parte Alessandro Amorese (FdI, Capogruppo Commissione Istruzione Camera), Giorgia Latini (Lega, Vicepresidente Commissione Istruzione Camera) e Irene Manzi (PD, Capogruppo Commissione Istruzione Camera e responsabile Scuola), moderati dal costituzionalista Andrea Venanzoni.

Il convegno potrà essere seguito in diretta streaming sul sito della Camera dei Deputati.

**********************************************************************************

Il nuovo libro di ANDREA KOVEOS

TEMO I GRECI ANCHE SE PORTANO DONI

 

Temere i Greci per amarli: ecco il vero intento di questo lavoro, edito da Giraldi. Il libro non è né un manuale di filosofia né di storia; può essere considerato un bugiardino in versione extralarge in grado di arrecare importanti benefici alla salute, gastrite compresa, oltre che sorreggere anime in pena. Dal punto di vista didascalico, non ha alcun valore divulgativo in quanto l’autore non è né un filosofo né uno storico, benché un ottimo millantatore. Come l’inganno di Ulisse, anche questo volume nasconde più di qualche insidia. Non troverete alcuna verità, forse qualche bugia e senza dubbio qualche spunto di riflessione.

L’autore ha voluto disegnare un paesaggio interiore che si rifà alla Grecia, ai suoi miti, ai suoi filosofi e alle sue contraddizioni. «La Grecia antica è uno specchio in cui riconoscersi, anche con i nostri difetti che altro non sono che le proiezioni in terra degli dei olimpici. Purtroppo, quel mondo classico non esiste più: il dio Pan è morto da un pezzo. Il ritorno a quell’epoca straordinaria, in cui questo libro vuole invitare, non è un estetismo romantico o un esercizio stilistico ma un pretesto per sorridere alla vita, riconoscendo i nostri limiti, temendo i Greci e rispettandoli».

L’intero scritto è composto da 330 argomenti, in 236 pagine, di vario genere, che possono essere sfogliati a piacimento, ma non a caso, giacché il caso non esiste. E ve ne accorgerete solo leggendo.

*************************************************************************************

 

 

 

 

 

I commenti non sono chiusi.

Facebook