sabato 21 Maggio 2022,

Primo Piano

Ξ Commenta la notizia

Mi manda Rai3 a Terracina per la questione della “spiagge non libere”

scritto da Redazione
Mi manda Rai3 a Terracina per la questione della “spiagge non libere”

Domenica 8 maggio dalle 9.00 alle 10.20 nel programma di Rai tre, MI MANDA RAI TRE, condotto da Federico Ruffo, Legambiente Terracina, insieme a Legambiente nazionale, rappresentata dal Vice Presidente nazionale Edoardo Zanchini, e Latina Oggi, rappresentata dal Capo redattore della cronaca giudiziaria Graziella Di Mambro, ha parlato della mancanza di spiagge libere a Terracina e le condizioni del nostro litorale, con abusi edilizi e opacità gestionali.

Con il giornalista Stefano Maria Sandrucci si sono percorse tutte le criticità del nostro litorale, con particolare riferimento al mancato rispetto della percentuale del 50% prevista dalla Legge regionale n.8 del 2015 e dal Regolamento Regionale n.19 del 2016 e alla mancata individuazione degli ambiti per la corretta distribuzione delle spiagge libere che ad oggi sono concentrate davanti a residence e campeggi con ingressi chiusi e spesso sono in condizioni di mancata pulizia e controllo, senza servizi di salvamento, con nessun accesso facilitato per anziani e disabili, senza adeguati spazi e servizi per i cani, gravemente erose con ripascimenti nulli, e spesso con illegittimi pre-posizionamenti di ombrelloni da parte dei residenti o dei concessionari.

La questione era stata già sollevata da Legambiente nel 2020 con un flash mob che fece molto discutere https://www.lanuovaecologia.it/giu-le-mani-dalle-spiagge-libere-oggi-flash-mob-a-terracina/ a seguito del quale si era aperta una vera e propria vertenza sui dati relativi alle spiagge libere presso la Regione Lazio, avendo l’Amministrazione Comunale presentato un proprio conteggio difforme da quello di Legambiente e della Regione Lazio, con particolare riferimento al rispetto delle percentuali di spiagge libere regionali e degli ambiti omogenei, visto anche i finanziamenti ottenuti dalle Amministrazioni dalla Regione Lazio per la cura e i servizi da offrire per le spiagge libere. L’anno scorso il nostro Circolo durante l’estate aveva proceduto ad una raccolta empirica dei dati relativi alle spiagge libere, misurando metro per metro il litorale sabbioso, arrivando a confermare, con pochissimo scarto, il calcolo già proposto in Regione Lazio, lanciando anche un concorso fotografico “Trova la spiaggia libera e segnalala a Legambiente”, che ha permesso di identificare molti tratti critici del nostro litorale.

Inoltre sempre nello stesso servizio si è affrontato, con Graziella Di Mambro, caporedattore della cronaca giudiziaria di Latina Oggi, unico giornale cartaceo della Provincia, il nodo delle inchieste sul litorale, con la Polizia Giudiziaria della Guardia Costiera e dei Carabinieri impegnati in una serie di indagini complesse e articolate sul demanio costiero da parte della Procura di Latina che prefigurano diverse ipotesi di reato evidenziando una possibile commistione tra interessi pubblici e privati e una serie di violazioni di norme urbanistiche e paesaggistiche, in assenza di una pianificazione aggiornata degli arenili, che hanno portato anche a sequestri preventivi di alcuni stabilimenti balneari e addirittura violazioni del rispetto delle leggi sul lavoro, con aziende che sembrerebbero riconducibili a consiglieri comunali, incaricate dalla stessa Amministrazione, per mezzo del suo Ente Strumentale- Azienda Speciale, di gestire il servizio di bagnini.

Ringraziamo Rai3 e in particolare il Programma Mi Manda Rai 3 di Francesco Ruffo e Legambiente nazionale, nella persona di Edoardo Zanchini, vicepresidente, per questa opportunità, così come ringraziamo Latina Oggi e il caporedattore della cronaca giudiziaria Graziella Di Mambro per la sua disponibilità, e per aver proposto un confronto aperto e libero anche con l’Amministrazione, nella persona del Sindaco, anche se vogliamo rimarcare che, a differenza di quanto affermato durante il servizio, l’Amministrazione non avrebbe dovuto attendere il nuovo PUA regionale della scorsa estate (dopo decenni di mancata pianificazione comunale che ha generato più di un problema sul nostro litorale) per mettersi in regola con la percentuale di spiagge libere, ma avrebbe dovuto invece rispettarla già a partire dalla legge e regolamento regionale del 2016, cominciando – ad esempio- a non dare più concessioni ai privati. Inoltre vogliamo che siano rivisti gli ambiti di distribuzione della percentuale di spiagge libere per renderli più omogenei e che sia reso pubblico il dettaglio dei tratti di spiaggia libera e la loro distribuzione e tutti i servizi di accesso, affinchè analogamente alle spiagge in concessione, siano chiaramente individuabili dalla cittadinanza e dai turisti e dotate dei servizi di base, come accesso facilitato, cestini per i rifiuti, fontanelle, servizi di salvamento, per anziani, disabili e animali, ma soprattutto vogliamo la rendicontazione dell’utilizzo nel dettaglio, euro per euro, dei fondi regionali distribuiti per la corretta gestione e fruizione delle spiagge libere negli ultimi 5 anni, (per quest’anno i fondi ammontano a 98,250 euro per 5,870 metri lineari di spiaggia). Inoltre siamo molto contenti che proprio pochi giorni dopo la venuta di Rai3 pubblicizzata sulla nostra pagina facebook, l’Amministrazione si sia decisa a pubblicare lo schema di contratto e il capitolato speciale d’appalto per la manutenzione straordinaria delle discese a mare nei tratti liberi cittadini, solo un caso? E comunque ci aspettiamo che si passi velocemente ad emettere il bando di gara ed assegnare al più presto l’appalto, visto che siamo già a metà maggio e la stagione balneare è praticamente iniziata! Nonostante le indagini e le mancanze attuali, noi continuiamo a credere che il nostro litorale sabbioso di 11,7 chilometri, nonostante il gravissimo abusivismo costiero che lo ha deturpato, possa tornare ad essere un paradiso di natura e legalità, premiando tutti coloro che lo tutelano e lo utilizzano al meglio. Dichiara Anna Giannetti, Presidente del Circolo Legambiente Terracina “Pisco Montano” e Consigliere Nazionale dell’Associazione.

IL LINK AL SERVIZIO “TUTTI AL MARE”: https://www.raiplay.it/video/2022/05/Tutti-al-mare—Mi-manda-Rai-Tre—08052022-6024316b-357a-4e08-975f-3132f5fd1903.html

IL LINK ALLA PUNTATA DELL’8 MAGGIO (al minuto 0042:04): https://www.raiplay.it/video/2022/05/Mi-manda-Raitre—Puntata-del-08052022-26bde2ba-ccb6-4afa-9ba9-5d1a426eb113.html

I commenti non sono chiusi.

Facebook