domenica 14 Luglio 2024,

News

Ξ Commenta la notizia

Mediatrade: Cassazione, incontrovertibile no prove contro Berlusconi

scritto da Redazione
Mediatrade: Cassazione, incontrovertibile no prove contro Berlusconi

Agli imputati venivano contestati reati fiscali: in particolare – ricostruisce la sentenza della terza sezione penale, che motiva la decisione presa del 6 marzo – aver indicato nella dichiarazione dei redditi del 2005 (riferita al 2004) di Rti, poi finita in Fininvest, “elementi passivi fittizi” per 8,5 milioni di euro avvalendosi di “fatture per operazioni inesistenti“, con un’evasione sull’imposta pari a 2,8 milioni.  Ma nel giugno scorso il Gup aveva ritenuto “l’insufficienza di prove atte a dimostrare” l’accusa: rilevata la maturazione imminente della prescrizione, aveva evidenziato “un compendio probatorio, sia dichiarativo che documentale, ambivalente e contraddittorio, insuscettibile di sviluppo in sede dibattimentale“. Anche perché “nell’ambito del parallelo processo diritti Mediaset, ormai giunto alla conclusione” i cui verbali di prova sono stati acquisiti anche nel procedimento romano “sono state compulsate tutte le possibili fonti di prova” con “conseguente prognosi negativa circa l’utilità del dibattimento“.
Nel ricorso in Cassazione della procura di Roma si lamentava che il gup avesse “qualificato insufficiente la prova del fatto reato” e “indebitamente soppesato le fonti di prova dell’accusa con quelle della difesa valorizzando anche elementi estranei al materiale acquisibile in dibattimento, come l’imminente prescrizione dei reato e la conclusione del processo per i ‘diritti Mediaset’“. Ma la Cassazione sottolinea come i motivi di ricorso “appaiono inammissibilmente volti non a censurare la logicità del percorso motivazionale” della sentenza di non luogo a procedere del 27 giungo 2012, ma “a pretendere una diversa valutazione, anche in termini comparativi, del compendio probatorio“: “un’operazione preclusa” alla Suprema Corte.

Rispondi alla discussione

Ultime notizie

Facebook