venerdì 05 Marzo 2021,

Politica

Ξ Commenta la notizia

La comunicazione politica del PDL in Regione Lazio

scritto da Redazione
La comunicazione politica del PDL in Regione Lazio

SANITA’. AURIGEMMA (PDL)”ANCHE SINDACATI LAMENTANO ASSENZA DI RISPOSTE ZINGARETTI “Questa mattina è uscito l’ennesimo comunicato delle categorie dove lamentano l’assenza di partecipazione e, cosa ancor più grave, il non mantenimento degli impegni presi da parte della Regione, su un tema delicato come la sanità. Con Zingaretti sembra essere una prassi ormai consolidata quella di aprire tavoli di confronto, senza poi rispettare le decisioni e gli impegni che in quella sede vengono presi. Atteggiamento che vanifica il contributo che le categorie e i sindacati possono fornire, visto che vivono quotidianamente le problematiche del settore. Il perdurare di questa modalità d’azione pone sicuramente un problema di metodo e di regole, che ancora non sono state individuate da parte del presidente Zingaretti. Inoltre, l’aspetto più evidente che emerge è la totale assenza di risposte da parte della cabina di regia presieduta dall’ex consigliere regionale di centrosinistra D’amato. Struttura che continua a non svolgere quel ruolo di supporto al commissario ad acta che, dal canto suo, prosegue nel portare avanti delibere, molto spesso senza sapere come muoversi, dimostrando improvvisazione e scarsa conoscenza delle vere priorità del settore. Un esempio concreto in tal senso è rappresentato dalla delibera numero 297 del 3 luglio 2013 dove viene data l’autorizzazione all’esercizio e all’accreditamento per 100 posti di Rsa, in una struttura che ricade nel comune di S. Marinella: territorio in cui invece si segnalava un surplus di trecento posti letto di Rsa ( tra posti attuali e potenziali), come riportato dalla tabella 11 del decreto del commissario ad acta numero 76 dell’8 marzo 2013. A tal proposito sarebbe interessante capire chi abbia supportato il lavoro del commissario, che ha firmato un atto dove indicava un surplus di posti e, successivamente, ha dato il via libera all’accreditamento di 100 posti, facendo lievitare il surplus a oltre 400 posti. Queste sono le tante spiegazioni che il Presidente dovrebbe fornire su una tematica delicata e molto sentita dai cittadini come la sanità. Ma sia Zingaretti che la Cabina di Regia continuano a non avere una chiara visione del lavoro da svolgere. Lo dichiara il vice presidente della Commissione Sanità alla Regione Lazio Antonello Aurigemma 

RIFIUTI. GRAMAZIO (PDL)”DA MARINO E ZINGARETTI PROVA DI IMPREPARAZIONE E INCAPACITA’

“Il silenzio assordante di Marino e l’atteggiamento indispettito del presidente Zingaretti sono la dimostrazione dell’impreparazione e dell’incapacità del centrosinistra su un tema delicato come quello dei rifiuti. Dopo qualche mese di reciproche e sterili autocelebrazioni, appare evidente quanto grave la divergenza tra la giunta rossa di Marino e quella di Zingaretti, incapaci di assumersi le proprie responsabilità sostenendo una posizione unica che vada nell’interesse della città. Inadeguati nel predisporre un indirizzo politico sul tema della gestione dei rifiuti; malamente improvvisati anche quando rifiutano o nicchiano su una proposta di collaborazione istituzionale da parte del ministero della Difesa. Zingaretti e Marino stanno dando, dinanzi a tutta la nazione, un’ immagine poco dignitosa di Roma e del Lazio”. Lo dichiara il Capogruppo Pdl alla Regione Lazio Luca Gramazio

SICUREZZA. AURIGEMMA (PDL)”PAROLE DI SOLIDARIETA’ DI MARINO CI TRANQUILLIZZANO” “Le parole di solidarietà del sindaco Marino alla vigilessa aggredita a Piazza di Spagna ci tranquillizzano. Certo, perché viste le posizioni del vice sindaco Nieri, arrivato addirittura a criticare la gestione dell’ordine pubblico relativamente alle proteste dei cittadini anti discarica Divino Amore, non ci saremmo meravigliati se oggi fossero arrivati dei rimproveri nei confronti della vigilessa, con tanto di apertura di una commissione d’inchiesta, solo perché impegnata a svolgere il proprio dovere e a far spegnere la sigaretta ad alcuni giovani di etnia rom. Quest’ amministrazione comunale, con il vicesindaco in testa, ha dato prova in più di un’occasione di prendere posizione in modo del tutto incoerente, dimostrando di cambiare atteggiamento a seconda di essere in opposizione o in maggioranza.

Una chiara dimostrazione è rappresentata dall’accanimento nei confronti della manifestazione di domenica. Anzi, visto il gran lavoro e l’impegno profuso dal sindaco Marino nel misurare la lunghezza del palco, lo ringraziamo per aver ricavato un po’ del suo tempo per rivolgere la sacrosanta ( a nostro parere) solidarietà alla vigilessa. Noi continuiamo a ribadire la nostra totale vicinanza al lavoro quotidiano svolto con serietà e dedizione da parte di tutti gli agenti delle forze dell’ordine, e per questo esprimiamo la massima solidarietà alla vigilessa aggredita”. Lo dichiara il consigliere Pdl alla Regione Lazio Antonello Aurigemma 

RIFIUTI. AURIGEMMA (PDL)” DA MIN. DIFESA NO DISCARICA DIVINO AMORE” La disponibilità da parte delle strutture del ministero della Difesa deve essere interpretata come un ulteriore senso di collaborazione da parte di un governo delle larghe intese, nato espressamente per cercare di risolvere le problematiche importanti che attanagliano il nostro Paese. Con questo spirito che è stato più volte ribadito anche dal Presidente della Repubblica Napolitano, gli enti interessati – ossia il presidente della Regione e il sindaco di Roma – devono cercare, anche con il supporto delle forze di opposizione, di risolvere un problema che non è di facile soluzione, ma che spesso in questi ultimi anni è stato oggetto di strumentalizzazioni politiche. Rivolgo un invito al senso di responsabilità di coloro che rappresentano le istituzioni e, in particolare, invito il Presidente Zingaretti e il sindaco Marino a sospendere il loro parere sulla discarica del Divino Amore, e di approfittare di questi giorni per poter aprire un tavolo, come più volte richiesto dal sottoscritto ma mai attuato. L’obiettivo è quello di valutare la disponibilità di luoghi alternativi, ma anche quello di cercare con senso di responsabilità di affrontare un problema che a tutt’oggi qualcuno, vedi l’assessore Civita, ha pensato di risolvere nelle segrete stanze dell’assessorato. Lo dichiara il consigliere Pdl alla Regione Lazio Antonello Aurigemma.

Rispondi alla discussione

Facebook