lunedì 01 Marzo 2021,

Politica

Ξ Commenta la notizia

L. elettorale: Upi, cambiarla per contrastare centralismo

scritto da Redazione
L. elettorale: Upi, cambiarla per contrastare centralismo

Il porcellum non solo ha cancellato il diritto dei cittadini di scegliere, lasciando ai partiti la decisione di nominare chi entrerà in Parlamento, ma ha anche di fatto interrotto il legame tra senatori e deputati e territori, dando il via ad un nuovo centralismo autoritario a tutto danno delle autonomie locali“. Lo dichiara il presidente dell’Upi, Antonio Saitta, sottolineando come “la modifica della legge elettorale è indispensabile non solo per consentire agli elettori di tornare a scegliere: il grande distacco degli eletti dal territorio, infatti, ha provocato la crescita del centralismo delle scelte politiche nazionali, facendo venire meno il principio costituzionale dell’autogoverno degli enti locali. Una nuova legge elettorale obbligherebbe i parlamentari a girare la testa verso i territori di provenienza ed avviare una nuova fase politica capace di rappresentare meglio i problemi del nostro paese e invertire le attuali politiche centralistiche, che oltre a non produrre risultati sul piano economico stanno costringendo gli amministratori locali a fare i commissari liquidatori delle loro amministrazioni“. “Non può esistere un futuro migliore – conclude Saitta – con amministratori locali demotivati e parlamentari, ministri e sottosegretari senza consenso“.

Rispondi alla discussione

Facebook