lunedì 01 Marzo 2021,

Politica

Ξ Commenta la notizia

Il Vicesindaco del Comune di Sperlonga: «Riprende il trasporto pubblico, ma la soluzione è un’altra»

scritto da Redazione
Il Vicesindaco del Comune di Sperlonga: «Riprende il trasporto pubblico, ma la soluzione è un’altra»

Il Delegato al Bilancio Francesco Faiola presente ieri al vertice in Regione che ha portato all’accordo con una società esterna per lo “smobilizzo” dei crediti. Ma lancia la proposta: «Rivediamo il chilometraggio delle tratte e meno fondi alla Cotral per rilanciare il tpl»
«Dovremmo ringraziare tutti una’azienda come la Piazzoli per l’impegno e il servizio di trasporto pubblico che da oggi riprende a svolgere sul nostro territoriononostante le difficoltà nel settore provocate dalla crisi finanziaria». Il Vicesindaco del Comune di Sperlonga Francesco Faiola è reduce, insieme a tanti altri colleghi di tutta la Regione Lazio, da un vertice conclusosi ieri sera in Regione Lazio che ha portato alla ripresa del trasporto pubblico locale sospeso il 10 Dicembre scorso.
«E’ stato il Sindaco Cav. Rocco Scalingi in virtù della delega che mi ha conferito al Bilancio – precisa Faiola – a pregarmi di non mancare come istituzione all’appuntamento romano a sostegno dell’Anav, Associazione Nazionale Autotrasporto Viaggiatori. È fondamentale che i cittadini capiscano lo sforzo si una categoria che vanta arretrati con la Regione Lazio anche di due anni, fatto che ha posto seriamente a rischio lo stesso rifornimento di carburante dei propri mezzi di trasporto». Il riferimento del Vicesindaco di Sperlonga è anche nei confronti di chi ha cercato di strumentalizzare la vicenda. «Coloro che hanno cavalcato l’onda dello sciopero del tpl per attaccare le varie amministrazioni comunali, compresa la nostra, hanno fatto sì bene a sollevare il problema, ma forse hanno sopravvalutato il potere di un’Ente come quello comunale che, in un tale stato dell’arte, nulla può rispetto alla capacità risolutiva della Regione».
Per il momento la Regione Lazio ha affidato la questione dello “smobilizzo” dei crediti ad un’agenzia esterna, la “Sace Factoring”, “con l’ulteriore impegno – si legge in una nota dell’Unione Aziende Mobilità Lazio – a velocizzare al massimo le procedure per rendere disponiili i fondi derivanti dalle cessioni pro-soluto e rassicurando le aziende che presentino problematiche legate alla regolarità contributiva e/o cartelle Gerit Equitalia”. Ma la soluzione potrebbe essere un’altra, ed è Faiola stesso a proporla. «Va rivisto tutto il chilometraggio del trasporto pubblico locale – spiega il Vicesindaco di Sperlonga – anche perché ad esempio il nostro Comune, nonostante l’alta vocazione turistica riconosciuta a livello nazionale, detiene la più bassa percorrenza annua dei mezzi di trasporto di tutta la provincia di Latina. Perdipiù questo tipo di servizio, secondo i dati dell’Anav, costa esattamente la metà di quello offerto dalla COTRAL, che invece potrebbe coprire solo lunghe tratte e destinare parte dei finanziamenti proprio al tpl che copre le esigenze di un’intera comunità. Senza il trasporto pubblico locale, infatti, molti bambini non potrebbero recarsi a scuola, mentre la maggior parte degli anziani non potrebbe ricevere le cure nessarie presso i Comuni limitrofi: una situazione drammatica che alle porte del 2013 non è ammissibile».

Rispondi alla discussione

Facebook