domenica 28 Febbraio 2021,

Regione

Ξ Commenta la notizia

Il Popolo della Libertà in Regione Lazio

scritto da Redazione
Il Popolo della Libertà in Regione Lazio

RIFIUTI. AURIGEMMA-SIMEONE (PDL)”SU FALCOGNANA ZINGARETTI SMENTISCE CIVITA”

“Non più tardi di due giorni fa, nell’aula consiliare l’assessore Civita aveva dichiarato di non avere una vera documentazione in merito alla discarica di Falcognana, sull’Ardeatina.. Questo motivo ci aveva spinto a chiedere un intervento del commissario Sottile per farci avere la documentazione tecnica del sito alternativo a Malagrotta.

Le parole odierne del Presidente Zingaretti non solo smentiscono Civita, ma confermano i dubbi che noi avevamo espresso all’interno dell’aula consiliare: ossia la mancanza di gestione, ma soprattutto di confronto da parte dell’Assessore nel trattare la problematica rifiuti. Ora aspettiamo che l’assessore Civita venga immediatamente in Commissione ambiente per confrontarsi con i consiglieri sulla documentazione in merito e, soprattutto, per tracciare le linee guida sul piano rifiuti”

 

Lo dichiarano i consiglieri Pdl alla regione Lazio Antonello Aurigemma e Giuseppe Simeone

SANITA’. AURIGEMMA (PDL)”ZINGARETTI PROROGHI ATTI AZIENDALI DELLE ASL”
“Così come ho ribadito in Commissione, non ha senso fare atti aziendali senza una riorganizzazione della rete ospedaliera e dei presidi sanitari, ma soprattutto senza aver deciso se attuare o meno il decreto 80 della precedente amministrazione. La proroga degli atti aziendali è quantomai necessaria anche in vista della lettera del 6 giugno – che a tutt’ora non ha ricevuto risposta – inoltrata dal Dg del Policlinico Umberto I alla Regione dove manifesta l’impossibilita di poter procedere agli atti aziendali in quanto privo del protocollo d’intesa con l’università “La sapienza”. Infatti il protocollo è scaduto da anni, e gli atti aziendali nelle strutture universitarie non possono essere stipulati se non vi è prima un protocollo d’intesa con la stessa università. Visto che non si può procedere a un riassetto della pianta organica sanitaria dell’intera regione senza la definizione della più grande azienda sanitaria del Lazio (cioè quella de Policlinico Umberto I), rinnovo l’invito al presidente Zingaretti – che svolge anche la funzione di commissario ad acta – di prorogare gli atti aziendali. In modo da poter definire immediatamente il riordino della rete ospedaliera e dei presidi sanitari, e allo stesso tempo dare il tempo al Policlinico di stilare questo protocollo d’intesa con “La Sapienza”. Lo dichiara il vice presidente della Commissione Politiche Sociali della regione Lazio Antonello Aurigemma.

CIVITAVECCHIA. GRAMAZIO (PDL)”ZINGARETTI CONVOCHI URGENTEMENTE TAVOLO SU VICENDA HCS”
Sulla delicata vicenda che riguarda i lavoratori dell’Hcs, azienda del comune di Civitavecchia, è necessaria una netta accelerazione per trovare una soluzione a questa complessa situazione, dove oltre 400 dipendenti rischiano di perdere il posto di lavoro. Come abbiamo già chiesto in precedenza, e avanzato anche dall’Ugl di Civitavecchia, è indispensabile che la giunta Zingaretti esca dallo stato di immobilismo e convochi urgentemente un tavolo con tutte le parti interessate, alla presenza anche delle categorie e delle organizzazioni sindacali. Già abbiamo annunciato la presentazione di un’interrogazione in tal senso e, a questo punto, serve una netta risposta anche dalla Regione, visto che questa storia può generare pesanti ripercussioni, non solo per i lavoratori, ma anche per il Comune e tutto il territorio. Adesso non si può più perdere tempo, basta con l’attendismo e i buoni propositi, la situazione va affrontata con determinazione e in modo organico. Anche lo stesso sindaco Tidei, dopo aver gestito la situazione con superficialità e approssimazione, negli ultimi giorni ha dimostrato disponibilità e senso di responsabilità, seppur tardive, evidenziando la necessità di aprire un dialogo con le OO.SS. Questa è la richiesta che ripetiamo al Presidente e agli assessori competenti, che su tematiche delicate come l’occupazione e il lavoro stanno facendo davvero troppo poco. Infatti, da quel che ci risulta, ci sono altre vertenze che riguardano società partecipate in difficoltà dei Comuni della Provincia di Roma (alcune di queste si occupano di rifiuti), e anche su queste realtà la Regione si sta dimostrando assente e poco incisiva. Servono risposte concrete: basta con le comparsate sui territori, con le solite buone intenzioni, ferme poi sulla carta. E’ fondamentale agire e, in questo caso, anche in tempi rapidi. Nel Lazio si rischia il fallimento di circa 12 aziende municipalizzate: situazioni queste che Zingaretti deve affrontare in maniera seria. Se veramente questa giunta di centrosinistra vuole occuparsi di salvaguardia dei posti di lavoro, bisogna iniziare a ragionare sull’ipotesi di regionalizzazione di queste aziende attraverso un lavoro di raccordo tra i comuni e le municipalizzate per la gestione dei servizi di igiene urbano in ambito sovracomunale. Per come stanno andando le cose, Zingaretti rischia non soltanto il collasso di tutte la società in house presenti nella Regione, ma anche la più drammatica vertenza ambientale sulla gestione dei rifiuti, e mai vista prima d’ora. Noi continueremo a farci portavoce delle istanze della cittadinanza, allo scopo di garantire un futuro alle nostre aziende contribuendo allo sviluppo dei Comuni del Lazio. Lo dichiara il Capogruppo Pdl alla regione Lazio, Luca Gramazio.

“INTERROGAZIONE SU COMMISSARIAMENTO UNIVERSITA’ AGRARIA DI CAMPAGNANO DI ROMA”
“Mi chiedo come possa la Regione Lazio disporre una procedura illegittima, illogica ed irrazionale come quella posta in essere nei confronti dell’Università Agraria di Campagnano di Roma. Questo Ente che allo stato attuale è dotato di organi rappresentativi legittimamente eletti e costituiti e che operano nel pieno rispetto della normativa vigente, è stato commissariato senza peraltro eseguire un’adeguata istruttoria, sia di fatto che di diritto, viziando i propri atti con erronei presupposti giuridici”. È quanto dichiara il consigliere Pdl della Regione Lazio, Pietro Di Paolo.

SANTA LUCIA. GRAMAZIO (PDL)” ZINGARETTI DIA RISPOSTE CHIARE”
“Il Presidente Zingaretti affronti in modo chiaro e organico la vicenda dell’ospedale Santa Lucia. Si tratta di un’eccellenza nel campo della riabilitazione neuro-motoria e le istituzioni devono fare la propria parte per tutelare i lavoratori e il futuro della struttura. Queste sono le risposte che Zingaretti deve dare ai territori e alla cittadinanza su un tema delicato come la sanità. Siamo quindi in attesa dell’esito dell’incontro fissato dalla Regione con i sindacati per domani mattina ( come comunicato in una nota della Regione pochi minuti fa). Serve un impegno serio e ben programmato, senza i soliti buoni annunci e le vaghe promesse. Proprio per questo aderiamo alla fiaccolata organizzata dal coordinamento “Salviamo l’ospedale Santa Lucia”, prevista per questa sera sotto la sede della regione Lazio in Via Rosa Raimondi Garibaldi” Lo dichiara il capogruppo Pdl alla Regione Lazio Luca Gramazio.

Rispondi alla discussione

Facebook