venerdì 05 Marzo 2021,

Dai Comuni

Ξ Commenta la notizia

Gaeta/Waterfront. “Matarazzo se vuole fare opposizione vada con l’opposizione”

scritto da Redazione
Gaeta/Waterfront. “Matarazzo se vuole fare opposizione vada con l’opposizione”

Il sindaco Cosmo Mitrano incassa l’appoggio di tutti i capigruppo ed i consiglieri della maggioranza che avevano già condiviso con lui, unitamente agli assessori, le scelte fatte per ottenere finanziamenti per opere necessarie al rilancio economico della città, ferma al palo da oltre un decennio. «E Mitrano – sostengono – si è dato da fare, già dal primo giorno di insediamento, nel reperire fondi per rifare il look alla città e per favorirne lo sviluppo economico e sociale. Ne sono esempio i cospicui finanziamenti regionali acquisiti in poco tempo per rinnovare l’edificio di Via Faustina che ospiterà il plesso scolastico Mazzini». Oggi, invece, il capogruppo Udc Giuseppe Matarazzo cerca di contestare l’iter dei 15 milioni di euro che l’Autorità portuale Civitavecchia, Fiumicino e Gaeta ha stanziato per interventi di riqualificazione del fronte mare (waterfront).
Dura la reazione dei capigruppo della maggioranza. Eduardo Accetta (Pdl), Luigi Marzullo (Quadrifoglio), Gennaro Dies (Lista Mitrano-Gaeta c’è), Maurizio Caso (Città Nuove) e Davide Speringo (Giovani in azione), nel confermare la soddisfazione per l’operato dell’Amministrazione Mitrano ed in particolare per la capacità del primo cittadino a reperire finanziamenti in favore della città, contestano le valutazioni sommarie espresse da Matarazzo. «Il quale – sottolineano – è l’unico esponente della maggioranza che pare voglia mettere in discussione gli indirizzi politici condivisi anche dal suo partito». E aggiungono che «se Matarazzo intende dissentire dalle politiche di sviluppo dell’Amministrazione per avere una maggiore visibilità, è libero di farlo: esca dalla maggioranza e si segga accanto ai consiglieri di opposizione». «Quella di Mitrano – rimarcano – è l’Amministrazione del ’fare’, non disposta a cedere all’immobilismo, caro a politici di lungo corso che probabilmente sono poco interessati alla crescita economica della città».
Giova ricordare che tredici milioni e 800mila euro, previsti dal decreto firmato dall’Authority il 18 dicembre scorso, finanzieranno lavori che riguardano il waterfront, mentre 1,1 milioni serviranno a rifare le aiuole di Lungomare Caboto, i cui lavori inizieranno a febbraio 2013. «Una scelta – aggiungono i cinque capigruppo di maggioranza – che è in linea con quanto sottoscritto nel programma elettorale, condiviso da tutte le forze politiche della maggioranza e che già vede i primi concreti risultati dopo appena sette mesi di Amministrazione Mitrano». E concludono che «al di là delle chiacchiere, della mania di protagonismo e delle sterili polemiche, l’intera progettazione dell’opera, studiata e concordata dal Comune di Gaeta e dall’Authority in piena sinergia, va a completare l’ambizioso piano teso a cambiare l’immagine ed il futuro della città, anche attraverso lo sviluppo di traffici crocieristici».

Rispondi alla discussione

Facebook