sabato 27 Febbraio 2021,

Dai Comuni

Ξ Commenta la notizia

Gaeta. Il report del Consiglio comunale

scritto da Redazione
Gaeta. Il report del Consiglio comunale

Esame superato a pieni voti  per i tre Regolamenti Comunali, portati al vaglio dell’assise consiliare  nella seduta di lunedì 6 maggio 2013.
Il Regolamento per il funzionamento degli Asili Nido Comunali, il Regolamento per l’accesso ai Servizi Sociali ed il Regolamento per la disciplina degli spazi di ristoro all’aperto, annessi  a locali di pubblico esercizio di somministrazione sono stati, infatti, approvati all’unanimità dalla rappresentanza cittadina, a testimonianza dell’ottimo lavoro svolto dagli Assessorati, Dipartimenti e Commissioni Consiliari competenti. Concertazione e condivisione degli obbiettivi per il bene comune hanno consentito di rimettere mano a questi fondamentali strumenti dell’attività amministrativa, rinnovandoli ed attualizzandoli per renderli più attenti e adeguati a recepire le nuove istanze della collettività.
“Quando c’è una politica di concertazione e confronto tra le parti,  finalizzata al bene della città – afferma il Sindaco Cosmo Mitrano –  in cui prevalgono gli interessi collettivi e non quelli dei singoli schieramenti, si raggiungono questi importanti risultati, che considero una vittoria non della nostra Amministrazione ma dell’intero Consiglio Comunale e della città”.
“I Regolamenti – tiene a precisare il Primo Cittadino – sono strumenti di grande rilevanza per un Comune: essi individuano e definiscono i binari sui quali deve scorrere la vita amministrativa. Perché  siano davvero utili e funzionali, è necessario, però, che siano contestualizzati e quindi periodicamente rinnovati. In un anno di mandato abbiamo modificato, e adeguato alle nuove esigenze della collettività, più di dieci regolamenti comunali, ormai datati e desueti, non più rispondenti all’ambito socio-territoriale nel quale devono operare. Ciò a dimostrazione del fatto che l’Amministrazione Comunale si sta concentrando sulla riorganizzazione della macchina amministrativa per dare più valore al lavoro dei dipendenti comunali e per renderla più efficiente ed efficace.  In una parola:  idonea a rispondere alle istanze dei cittadini, punto di partenza e di arrivo della buona amministrazione”.
Grandi consensi ha ottenuto dal Consiglio Comunale il Regolamento Dehors, prodotto dal Dipartimento Urbanistica sotto l’attenta guida dell’Assessore al ramo Pasquale De Simone: anche dalla minoranza sono, infatti, giunte parole di apprezzamento per l’elaborato prodotto che denota impegno e attenzione alle esigenze del settore  e alla qualificazione dell’immagine e del decoro urbano, attraverso un certosino lavoro sull’aspetto estetico della problematica senza dimenticare quello tecnico-funzionale.
Un lavoro di ampio respiro, generale e capillare nello stesso tempo  portato a termine in stretta sinergia e collaborazione con gli operatori del settore, principali attori del regolamento dehors, i cui qualificanti contributi, nati da una partecipazione attiva,  hanno orientato le scelte effettuate dall’Amministrazione. Scelte che hanno registrato anche il plauso del Presidente della Camera di commercio Enzo Zottola.
“Il nuovo regolamento ha spiegato l’Assessore De Simone – definisce in modo sistematico le tipologie, il cromatismo e la decorazione di nuovi elementi da installare sulla superficie di suolo pubblico a tutela dell’immagine cittadina, animati dall’intento di ottenere una continuità visiva e stilistica, uniformando e coordinando le tipologie di manufatti esposti attraverso un disciplinare di riferimento, corredato anche di grafici per la compatibilità con i luoghi ed il decoro pubblico. Per chi si atterrà ai modelli dehors, ai materiali e colori, ovvero ai concept stabiliti dall’Amministrazione di concerto con la commissione paesaggio, è previsto uno snellimento dell’iter procedimentale”.
Qualche piccolo ritocco, volto al perfezionamento del deliberato consiliare,  è stato necessario agli altri due Regolamenti per superare l’esame dell’assise all’unanimità.
La rilevanza del Regolamento per il funzionamento degli Asili Nido Comunali è stato sottolineato dall’Assessore all’Istruzione e Politiche Sociali Sabina Mitrano che ha illustrato gli aspetti principali della nuova normativa.
“Il Regolamento – ha affermato l’Assessore  – fissa i principi per l’espletamento di questo importante servizio rivolto ai più piccoli cittadini e alle loro famiglie, gestito, come prevede la Legge, dal Comune con la partecipazione delle famiglie e delle rappresentanze delle formazioni sociali organizzate nel territorio. Promuovere lo sviluppo delle potenzialità cognitive, affettive, motorie, relazionali e sociali delle bambine e dei bambini, nel rispetto della loro identità individuale, culturale e religiosa; collaborare con le famiglie nella cura dei figli e nelle scelte educative, al fine di favorire l’armonico sviluppo della personalità del bambino; favorire la conciliazione tra tempi di vita e tempi di lavoro; contribuire alla prevenzione delle situazioni di svantaggio fisiche, psichiche e sociali; offrire sostegno alla genitorialità nell’impegno di cura e di educazione dei figli: queste le finalità prioritarie del servizio nel quadro di un completo sistema di sicurezza sociale. Un ringraziamento doveroso va ai Consiglieri Comunali per l’ottimo lavoro svolto,  e alle collaboratrici del Sindaco Daniela Varani e Lucia Maltempo, delegate rispettivamente alle Politiche per l’Infanzia e alle Pari Opportunità per i preziosi contributi forniti”.
Abrogato inoltre il Regolamento dei Servizi Sociali risalente al 2007 e modificato nel 2010, con l’approvazione unanime della nuova normativa regolamentare.
Anche in questo casoha sottolineato l’Assessore Mitranomodifiche sostanziali sono state apportate per rendere il Regolamento più idoneo a recepire i nuovi e diversi bisogni della società, in  questo momento di grave crisi economica.
Il Regolamento in questione disciplina i principi generali e le finalità del sistema integrato dei servizi sociali del Comune di Gaeta, nonché i requisiti generali di accesso ed erogazione di interventi socio assistenziali e socio sanitari a favore di persone e famiglie in stato di bisogno socio economico.
“Gli interventi del Servizio Sociale – si legge nel Regolamento – sono finalizzati a favorire il processo di responsabilizzazione, di autonomia e di integrazione sociale della persona e del nucleo familiare attraverso la modifica e il superamento di difficoltà socio-economiche, nonché tutelare le persone in condizione di fragilità, di precarietà psicofisica e di non autosufficienza”.
All’ordine del giorno dell’ultimo Consiglio Comunale anche le comunicazioni del Sindaco Mitrano in merito allo Stato di Attuazione delle linee programmatiche.
Un bilancio positivo illustrato nei diversi punti dal Primo Cittadino  partendo dalla seguente premessa: “A poco meno di un anno di attività amministrativa, sono state messe in atto iniziative finalizzate, non solo a riorganizzare la macchina amministrativa, ma anche a rilanciare e sviluppare il nostro territorio. Abbiamo incentrato la nostra attenzione su progettualità ed interventi concreti in grado di poter contribuire ad innalzare la qualità della vita dei cittadini, creando le condizioni migliori per la ripresa socio-economica del territorio. In sintesi, quindi, le nostre azioni sono state orientate a rilanciare lo sviluppo socio-economico, innovare la macchina amministrativa, sviluppare politiche ambientali ed eco-sostenibili; abbiamo avviato, in questo primo anno di gestione amministrativa, una serie di interventi volti a mettere il cittadino al centro dell’interesse dell’Amministrazione comunale”.
Un dato è emerso in modo particolare: la notevole capacità del’Amministrazione Mitrano di attrarre investimenti e procurare finanziamenti, assolutamente necessari per mettere in campo iniziative per Gaeta di alto profilo urbanistico e socio – territoriale: circa 18 milioni di euro, infatti, è l’ammontare complessivo dei fondi che si è riusciti, in un solo anno, ad ottenere da Autorità Portuale, Regione e Provincia.

Rispondi alla discussione

Facebook