sabato 28 Novembre 2020,

Dai Comuni

Ξ Commenta la notizia

Formia. “D’Arco: sindaco scarica barile”

scritto da Redazione
Formia. “D’Arco: sindaco scarica barile”

Le dichiarazioni del sindaco, rilasciate in Consiglio e poi sulla stampa in merito alle vicende sull’ex Di Donato e sul grave degrado in cui versa l’immobile ex GIL, lasciano davvero stupefatti.
Infatti lui si auto-assolve e non esita a scaricare le responsabilità prima sulla IPAB di Gaeta e poi sulla Regione Lazio, rea di essere proprietaria dell’EX Gil e quindi fuori dalle competenze comunali.
Sarebbe come dire che al comune di Formia non importa nulla delle strade, dei plessi scolastici o del demanio marittimo perché sono di proprietà provinciale, regionale o statale, e quindi non rientranti nelle competenze comunali.
E come se non bastasse il sindaco non esita a criticare in modo sprezzante il lavoro dei giornalisti che hanno “osato” evidenziato il grave degrado  della ex  GIL posta al fianco del Parco  De Curtis a Gianola.
Dichiarazione, afferma D’Arco, davvero ingenerose nei confronti della Regione ”amica”, fuori luogo e inaccettabili poiché offendono l’intelligenza dei cittadini formiani.
Tutto questo per non voler accettare, un bagno di umiltà e di accettare la realtà dei fatti sulla sua disastrosa gestione politica e amministrativa.
Insomma la colpa è sempre degli altri! Ormai ci dobbiamo abituare a convivere con in sindaco sempre più scaricabarile!?

F.to   Silvio D’Arco

Rispondi alla discussione

Facebook