sabato 16 novembre 2019,
Ditta edile artigiana Picone Vincenzo
Ditta edile artigiana Picone Vincenzo

Provincia di Latina

Ξ Commenta la notizia

Formazione e Lavoro. Dodici studenti del settore ristorazione a Dublino per un tirocinio formativo

scritto da Redazione

È terminata in questi giorni l’esperienza dei dodici ragazzi del settore ristorazione alberghiera dell’Agenzia Provinciale Latina Formazione e Lavoro ammessi a frequentare un tirocinio formativo a Dublino – Irlanda.
L’esperienza si colloca in maniera adeguata all’interno delle strategie comunitarie per il miglioramento dell’attrattività e della qualità dei sistemi d’istruzione e formazione professionali riassumibili in rapporti più stretti tra i sistemi di IFP e il mondo delle imprese, in una maggiore formazione sul lavoro (oltre alla formazione in aula) e nella fruizione di strumenti più idonei a prevedere i futuri bisogni di competenze.
I dodici ragazzi, accompagnati da due tutor e un’insegnante di lingua inglese, hanno avuto l’opportunità di risiedere a Dublino per due settimane e frequentare un corso d’inglese e un work experience all’interno di ristoranti – bar – pub-hotel del luogo.
La scuola (Language School in Dublin) così come gli alloggi e le sedi prescelte per il work experience è stata Dun Laoghaire, un’area periferica di Dublino.
Dun Laoghaire, grazie alla sua posizione strategica a ridosso della città, all’offerta adeguata di attività ristorative per l’accoglienza in stage e alla tranquillità del posto, ha fatto si che la scelta operata dall’Agenzia Latina Formazione e Lavoro sia risultata vincente.
Tutti i ragazzi hanno portato a termine il percorso di lingua per un totale di trentatré ore, raggiungendo un livello finale soddisfacente se si considera che le conoscenze fossero appena sufficienti.
Risultati tangibili anche durante lo stage che hanno svolto i ragazzi nelle varie strutture quali, per citarne qualcuna, “Poppies, country cooking”, “Harbour cafè” e “Kingstone Hotel”.
Frequentare uno stage formativo all’estero da parte di uno studente prossimo ad entrare nel mondo del lavoro, – afferma il presidente della Provincia di Latina Armando Cusani – costituisce senza dubbio un’ottima occasione per mettere in pratica le competenze acquisite nel corso degli studi, misurare il proprio interesse per una determinata attività e conoscere i meccanismi di un’azienda straniera.
Oltre a rappresentare, vista la necessità di adattarsi a un sistema formativo e lavorativo probabilmente diverso da quello italiano, un sicuro arricchimento personale, sia dal punto di vista dell’apprendimento della lingua straniera sia socio-culturale e, più in generale, una sperimentazione concreta e sul campo, delle personali capacità di adattamento e integrazione.
Il miglioramento della qualità dell’offerta e dell’accoglienza turistica locale costituisce obiettivo primario non solo per gli operatori privati ma anche per le pubbliche amministrazioni che hanno, infatti, varato numerosi progetti di sviluppo turistico, volti al perfezionamento dell’offerta.
In questo contesto l’eccellenza dei servizi ricettivi e l’enogastronomia svolgono un ruolo fondamentale quale principale motore di attrazione sia per i turisti italiani sia per quelli stranieri.
E’ quindi necessario – termina il presidente Cusani – che le professionalità in formazione siano preparate ad alti livelli anche attraverso esperienze qualificanti all’estero nel corso del processo formativo, per soddisfare la richiesta locale di personale qualificato e dal profilo culturale adeguato al rapporto con un pubblico e con un ambiente di lavoro che si va internazionalizzando di anno in anno”.
Il progetto – aggiunge l’amministratore dell’Agenzia Latina Formazione e Lavoro, Francesco Ulgiati – non solo ha implementato le competenze professionali degli studenti partecipanti, ma ha introdotto il concetto d’internazionalità nel percorso formativo che rappresenta un requisito imprescindibile del settore essendo le specifiche professioni richieste ad alti livelli non solo nel mercato interno ma anche nel mercato estero, oltre nel  far apprendere concretamente il concetto di Cittadinanza Europea”.

Rispondi alla discussione

Seguici

Facebook

Twitter

Google+