domenica 07 Agosto 2022,

Dai Comuni

Ξ Commenta la notizia

Fondi Vera chiede ai Sindaci della Provincia un voto contrario sugli aumenti tariffari del servizio idrico

scritto da Redazione
Fondi Vera chiede ai Sindaci della Provincia un voto contrario sugli aumenti tariffari del servizio idrico

Lo dice chiaramente la Relazione sulla Gestione al Bilancio di Esercizio 2021: “Cari Azionisti, la nostra Società chiude con un utile netto di 9,3M€, in crescita del 21% rispetto al 2020”. Questo chiarisce che nel 2021 gli incrementi tariffari ci sono stati, eccome se ci sono stati. E Lunedì 27 Giugno l’Assemblea dei Sindaci sarà chiamata ad esprimersi su nuovi aumenti. Per questo motivo lanciamo un appello al primo cittadino di Fondi ed a tutti i suoi colleghi, nonché al Presidente della Provincia.

La Società affidataria del servizio idrico integrato per il territorio dell’ATO4 Lazio Meridionale – Latina, ovvero Acqualatina, ha chiuso il suo Bilancio con un utile di 9.320.212,00€ e un patrimonio netto di 98.976.972,00€. Eppure la Conferenza dei Sindaci si appresta a deliberare nuovi aumenti tariffari per le forniture idriche per gli anni 2022, 2023 e 2024, come peraltro già verificatosi nel 2021 rispetto al biennio precedente.

L’Ufficio di Presidenza dell’Egato-4 ha addirittura invitato i Sindaci ad “un atto di responsabilità e coraggio politico affinché si proceda all’ulteriore aumento delle tariffe idriche nel prossimo triennio”. Responsabilità e coraggio che, evidentemente, non hanno alcuna considerazione dell’etica e del rispetto dei Cittadini, che ormai da anni vivono una crisi sociale e economica che non tende ad affievolirsi, anzi.

Tutto ciò mentre nel territorio provinciale continuano a registrarsi dati di dispersione idrica ampiamente superiori rispetto alla media nazionale, nel sud pontino si arriva addirittura a disperdere 7 litri su 10. “Questi numeri drammatici avrebbero dovuto accrescere quel senso di responsabilità e coraggio politico, portando le Amministrazioni Comunali tutte ad effettuare controlli sulla gestione della risorsa idrica, sulla protezione delle sorgenti naturali e sul recupero delle inefficienze del sistema idrico integrato, ed invece a pagarne il conto, salatissimo, saranno nuovamente le famiglie” commenta il Consigliere Comunale di Fondi Vera, Francesco Ciccone. E probabilmente anche e soprattutto le famiglie fondane.

Tra l’altro, nel recentissimo Rapporto Qualità ARERA, l’Autorità Nazionale di Regolazione per l’Energia Reti e Ambiente ha bocciato le performance del gestore relativamente ai parametri su perdite idriche, interruzione di servizio idrico e qualità dell’acqua erogata, evidenziando dati molto al di sotto della media nazionale.

A tutti i Sindaci, ed in particolare a quello del Comune di Fondi, chiediamo dunque di mettere in campo azioni concrete per evitare ulteriori aumenti tariffari per i Cittadini, esprimendo innanzitutto un voto contrario in sede di Conferenza dei Sindaci dell’Egato4 prevista per Lunedì 27 Giugno” dichiara il Consigliere Comunale di Fondi Vera, Francesco Ciccone.

I commenti non sono chiusi.

Facebook