giovedì 29 Settembre 2022,

Primo Piano

Ξ Commenta la notizia

“Fazzone: quello che per il “ras” locale era anti Terracina e puzzone per antonomasia”

scritto da Redazione
“Fazzone: quello che per il “ras” locale era anti Terracina e puzzone per antonomasia”

A pochi giorni dalle elezioni per il rinnovo del Senato e della Camera dei deputati, si ritiene “informativo” chiarire agli elettori, soprattutto di Terracina, che votando Fratelli d’Italia al Senato della Repubblica, collegio di Latina, votano automaticamente anche l’On. Claudio Fazzone di Forza Italia.

Si, proprio il “ras” di Fondi, che nell’ultimo decennio ha dato preoccupazioni indicibili all’oggi dimorante nella panza della balena dell’Euro Parlamento.

Fazzone, in buona sostanza, è stato senza volerlo la cartina di tornasole per accreditare il buon governo della maggioranza politica (si fa per dire) a guida Fratelli d’Italia e capeggiata dal “ras” di Via degli Uffici.

Ras” che aveva strumentalmente individuato in Fazzone l’ineluttabile nemico, che con la sua “nota smania di potere” una volta salito a Palazzo con le sue truppe cammellate avrebbe ridotto la città e i terracinesi in schiavitù.

Ed allora, come si ricorderà, avanti con gli slogan autarchici finalizzati ad esaltare la virtuosa resistenza al “nemico di oltre Porta Napoletana” da parte dei terracinesi oppressi e vilipesi a prescindere, con slogan di puro patriottismo militante: “Terracina ai terracinesi”, “Terracina, città forte e libera”, “Abiura al fondano”.

E avanti tutta con altre decine di amenità, vacue e farlocche.

Da nemico ideale in illo tempore produttivo per gli interessi del “ras” locale e del suo gruppo di potere (senza capo né coda), al caro amico Fazzone di oggi, da votare facendolo però passare sottotraccia attraverso la cartella elettorale.

La domanda, dunque, sorge spontanea: ma se Fazzone non era buono per il Re, perché oggi è buono per il Regina?

Se la negativa promozione contro Fazzone fatta a gran voce dal “ras” locale in questi anni, definito deleterio e controproducente agli interessi di Terracina, perché oggi i terracinesi dovrebbero votare Fdi per votare Fazzone?

Che il dimorante nella panza della balena o qualche suo adepto fedelissimo ci spieghi l’arcano, e soprattutto ci confermi se il “ras”, con ufficio politico ubicato in una delle palazzine vicino  al Conad di Via Badino, apporrà la croce su Fdi nel box riservato ai candidati al Senato della Repubblica, collegio di Latina, votando di fatto anche l’On. Fazzone.

Si rimane in fiduciosa attesa di una chiara risposta.

I commenti non sono chiusi.

Facebook