domenica 26 Giugno 2022,

Dai Comuni

Ξ Commenta la notizia

Cori. Venerdì 27 maggio appuntamento con Polisèmia, una città aperta ai significati e ai racconti

scritto da Redazione
Cori. Venerdì 27 maggio appuntamento con Polisèmia, una città aperta ai significati e ai racconti

La comunità di Cori, i giovani delle associazioni, il Comune di Cori, la Proloco sono tra i principali protagonisti e narratori del progetto Polisèmia, rete di racconti digitali e reali del centro storico. Polisèmia è anche il nome dell’accademia creativa digitale nata con l’Informagiovani del Comune di Cori per la sperimentazione di nuove tecnologie e lo sviluppo di un blog di comunità dentro il sito ScoprireCori. Polisèmia è, infatti, un progetto destinato alle nuove generazioni, per l’apprendimento della scrittura online e della comunicazione online, come anche la sperimentazione di tecnologie FabLab.

Le associazioni selezionate hanno lavorato su più punti. Matisse ASD ha reinterpretato il meraviglioso chiostro di Sant’Oliva attraverso una coreografia con il proprio giovane corpo di danza, Artincantiere APS ha coinvolto giovani attrici e attori, musicisti e coreografi nella reinterpretazione del tempio d’Ercole e del tempio di Castore e Polluce, La Stazione APS ha raccolto le storie e le testimonianze della comunità di Giulianello, Ass. Cult. Arcadia ha invece supervisionato le informazioni scientifiche e la raccolta video, infine APS Polygonal ha coordinato i laboratori di formazione digitale e di web marketing con i ragazzi della Proloco di Cori. L’Officina delle Arti ha poi coinvolto giovani musicisti per dare una colonna sonora a questo progetto.

In questo modo, tutte queste straordinarie interpretazioni contemporanee e storiche saranno disponibili tramite codici QR nel centro storico di Cori e Giulianello, creando una vera e propria mappa sonora e visuale, digitale e reale, del patrimonio tutto da scoprire della comunità.

L’idea è poi continuare il lavoro di potenziamento digitale, in modo che i giovani della Proloco sappiano come proseguire l’opera di promozione e mappatura di ciò che accade nella comunità e soprattutto fare delle nuove generazioni i primi ambasciatori del proprio territorio.

 

L’appuntamento per presentare a tutta la comunità Polisèmia è venerdì 27 maggio 2022 alle ore 17.00 presso il tempio d’Ercole per una passeggiata di esplorazione del centro storico e provare insieme il percorso digitale e alle ore 18.00 presso il chiostro di Sant’Oliva per scoprire insieme le interpretazioni che le associazioni hanno dato al nostro paese.

 

“Ringrazio il ricco mondo delle associazioni della città di Cori – afferma il sindaco, Mauro De Lillis – per l’ennesima prova di vitalità e amore per questo territorio. Polisèmia è un progetto brillante e articolato, che diventa allo stesso tempo uno strumento molto utile anche per i turisti, sempre più numerosi e desiderosi di visitare le nostre bellezze e le nostre antichità”.

“Il 27 maggio – spiega Chiara D’Elia, delegata alle Politiche Giovanili – raccontiamo questo percorso, quello che è stato in questo intenso semestre Polisèmia: coreografie e laboratori creativi nel centro storico, la raccolta di storie di anziani, la sperimentazione di tecnologie e, soprattutto, il rifacimento dei cartelloni turistici nel centro storico. Nei tanti incontri con le associazioni abbiamo parlato di questo: scoprire la nostra comunità, nel senso di renderla accessibile, sia a noi che ai potenziali visitatori”.

I commenti non sono chiusi.

Facebook