sabato 22 Giugno 2024,

Politica

Ξ Commenta la notizia

Cori: preoccupazione per il Bilancio previsionale 2013. Aumentano le tasse e diminuiscono le risorse per la manutenzione della Città

scritto da Redazione
Cori: preoccupazione per il Bilancio previsionale 2013. Aumentano le tasse e diminuiscono le risorse per la manutenzione della Città

L’amministrazione si è presentata in Consiglio Comunale, con la proposta di un bilancio previsionale che tiene conto del disavanzo dello scorso anno (383.000,00 €) e punta al pareggio attraverso: l’aumento della Tares, l’aumento del costo della Mensa scolastica e la conferma al massimo dell’addizionale IRPEF (0,8%)  che i cittadini di Cori e Giulianello dovranno pagare questo anno, così come fanno ormai da 7 anni senza alcuna suddivisione per fasce di reddito a difesa di quelle più deboli, leggasi pensionati e nuclei familiari monoreddito.
Nessun investimento, se non il Mutuo per il completamento della Nuova Scuola Media di Giulianello per 165.000 € anche perché l’amministrazione non poteva procedere diversamente avendo dovuto contrarne uno trentennale che verrà a costare circa 100.000 € l’anno, di fatto per finanziare altro debito di circa 2.000.000 € contratto con imprese e fornitori fino allo scorso dicembre e da restituire alla Cassa Depositi e Prestiti.
Ho fatto notare in sede di Assemblea, insieme agli altri Consiglieri di opposizione, la totale mancanza di impegni per l’asfaltatura e la sistemazione della rete stradale principale e di molte aree pubbliche degradate e la mancata restituzione del debito di circa 900.000 € nei confronti della Comunità di Giulianello per le somme già introitate in materia di usi civici senza tenerne minimamente conto nemmeno in sede di Bilancio Pluriennale.
Se sommiamo a tutto ciò l’impossibilità di pagare a breve, l’importo di circa 1.500.000 € per impegni già assunti e rimasti fuori dal Decreto salva debiti e le difficoltà che si riscontra nel reperire entrate in un momento di recessione così grave, ben si comprende come il futuro per i contribuenti non sia dei più rosei per i prossimi anni.
Siamo di fronte quindi ad una massiccia crisi di liquidità sempre maggiore, alla quale si vorrebbe sopperire nel 2013 con la vendita dell’ ex lavatoio, dell’ex Mattatoio e di una parte del palazzo Marchetti, il tutto per il valore di 1.4000.000 € e abbassare così la massa debitoria.
Ritengo che sia difficilmente raggiungibile questo obiettivo per adesso ed invece si dovrà contenere sempre di più la spesa corrente non indispensabile alla vita cittadina, dopo aver tanto sprecato nella prima Giunta Conti nella ricerca ossessiva dell’ampliamento del consenso finalizzato alla rielezione dello scorso anno della compagine di sinistra..
Oggi, ne paghiamo le conseguenze e si costringe, per esempio la Tesoreria Comunale a fare i salti mortali ogni mese per pagare gli stipendi ai dipendenti Comunali nonostante l’amministrazione neghi la portata della crisi di bilancio.
L’opposizione tutta formata dai cinque consiglieri, ha votato compatta in maniera contraria su tutte le materie di Bilancio ed ha evidenziato, seppur in forme diverse,come sia necessario monitorare la situazione ed intervenire con atti immediati per scongiurare conseguenze sempre maggiori per i cittadini di Cori e Giulianello.

Il Consigliere Comunale
Lista Civica “Territorio Comune”
Tommaso Bianchi

Rispondi alla discussione

Facebook