martedì 02 Marzo 2021,

Dai Comuni

Ξ Commenta la notizia

Cori. Consuntivo 2011: la solita storia, i conti tornano ma solo sulla carta

scritto da Redazione
Cori. Consuntivo 2011: la solita storia, i conti tornano ma solo sulla carta

L’amministrazione si è presentata in Consiglio Comunale, come sempre con le carte in regola ed un avanzo di circa 42.000 € mentre nella realtà ci si trova di fronte ad una grossa crisi di liquidità con arretrati da pagare per 2.200.000 € di utenze (per servizio rifiuti 700.000 €, per fornitura gas 200.000 €, per Enel sole 200.000 €, per servizio mensa scolastica 300.000 €), oltre 800.000 € per liquidazione di spese di manutenzione e di contributi vari alle associazioni culturali e sportive,  il tutto in contemporanea ad un’anticipazione di cassa (che è un debito a breve termine) di circa 1.800.000 € per un totale di 4.000.000 € che non fa presagire nulla di buono per il futuro dell’intera Comunità.
Siamo di fronte quindi ad un disequilibrio con deficit di liquidità che costringe la Tesoreria Comunale a fare i salti mortali ogni mese per pagare gli stipendi ai dipendenti Comunali nonostante l’apparente positività del bilancio.
Nella seduta della scorsa settimana infatti, l’Assessore al Bilancio De Lillis si è presentato con tutta una serie di dati positivi ma non è stato in grado di fornire la documentazione che gli era stata richiesta relativamente alla sussistenza di una parte cospicua di residui attivi che sono mantenuti in bilancio dal lontano 2000 e che sono a grande rischio di insussistenza.
Se così fosse ci troveremmo di fronte ad un buco di alcuni milioni di euro in più rispetto ai 4,0 già evidenziati e se tutto ciò si somma al disordine documentale ed organizzativo del settore contabile ci si rende conto di quanto la situazione stia diventando critica ed aggravata dal comportamento della maggioranza che non vuole mettere a conoscenza l’intero Consiglio Comunale di quanto sta avvenendo.
L’opposizione tutta, formata dai cinque consiglieri (Ricci, Silvi, Bianchi, Betti e Canale)  di Territorio Comune ha votato compatta in maniera contraria su tutte le materie di Bilancio che riguardavano oltre al rendiconto 2011 anche il Riequilibrio e l’Assestamento dell’anno in corso.
Ora il confronto dovrà per forza spostarsi sull’accertamento dei residui attivi e sulle determinazioni da cui trovano legittimazione, e in mancanza di collaborazione da parte della Giunta, sarà costretta ad operarela Ragioneriadello Stato attraverso i propri Ispettori su invito dell’opposizione.

Per la Lista Civica “Territorio Comune”
Tommaso Bianchi

Rispondi alla discussione

Facebook