mercoledì 30 Novembre 2022,

Dai Comuni

Ξ Commenta la notizia

Concesso a Priverno uno degli atelier ABC 2022 di regione Lazio

scritto da Redazione
Concesso a Priverno uno degli atelier ABC 2022 di regione Lazio
Anche in questo interessantissimo Progetto, Priverno c’è.
Si  tratta di una grandissima opportunità  per la nostra Città  e il Territorio che  cercheremo di sfruttare al meglio.
La Regione Lazio, anche quest’anno ha riproposto con grande motivazione la formula degli Atelier ABC – Arte Bellezza e Cultura, già finanziati nella precedente programmazione 2014-2020 attraverso il FESR e il FSE.
Il progetto integrato, per la valorizzazione culturale di specifici tematismi,   è un’azione multifondo finalizzata alla valorizzazione culturale e alla promozione turistica del territorio attraverso il sostegno alle Imprese, la qualificazione delle risorse umane (studenti, docenti e giovani disoccupati e inoccupati) e le attività seminariali rivolte alle Scuole secondarie di secondo grado della Regione.
Attraverso una  “Manifestazione di interesse”, la Regione ha
 selezionato tra  le candidature  pervenute i 5 luoghi, uno per ogni  ambito provinciale, dove insediare gli Atelier che dovranno realizzare i percorsi per sviluppare innovazione e digitalizzazione contribuendo, al contempo, a sostenere tematiche volte a una maggiore connessione e inclusione sociale e a fare in modo che tali luoghi diventino attrattori culturali e turistici per tutti.
Con il Progetto “Fossanova, il Borgo Atelier”, il Comune di Priverno si è  piazzato al primo posto della graduatoria, con un punteggio di 95 su 100,  divenendo così a pieno titolo uno dei 5  Atelier selezionati.
Raccogliendo le sfide di un’Europa più intelligente, più sociale e inclusiva, nell’ambito della programmazione comunitaria del FESR e del FSE+ 2021-2027, l’idea degli Atelier si rifà alle botteghe medievali di artigianato produttivo, in modo contemporaneo e visioniario. Il tema comune e centrale per una rinascita del territorio e per far ripartire l’industria della cultura e del turismo,  dei nuovi Atelier Arte Bellezza e Cultura, sarà “l’immaginario”.
Gli Atelier dell’Immaginario
dovranno essere luoghi magici, ma anche luoghi in grado di produrre o esporre tecniche narrative dell’immaginazione contribuendo  a un rilancio economico, culturale e sociale dei territori.
Dovranno essere in grado di ospitare diverse attività: incontri, seminari e conferenze, ma anche spettacoli dal vivo, proiezioni e mostre. Saranno  spazi fisici e concettuali che mirano allo sviluppo e alla promozione della cultura dei territori e delle attività svolte dalle Piccole Medie Imprese che con i loro progetti saranno selezionate e finanziate,  da Lazio Innova,  attraverso  specifici Avvisi pubblici a valere sui fondi PR FESR,   2021-2027.
Infatti, da un canto gli Atelier
potranno rafforzare la crescita e la competitività delle PMI culturali e creative del Lazio, creando innovativi meccanismi di business culturale finalizzati anche a una occupabilità sempre più di qualità e dall’altro, beneficiando di una programmazione culturale di livello promossa dalle Imprese, potranno potenziare le   risorse e competenze da
investire  per la  valorizzazione di luoghi  e spazi  culturali e in progetti turistico-territoriali, incentrati su concetti chiave come sostenibilità, inclusione sociale e innovazione.
Dei circa 7 milioni di euro  disponibili per finanziare le attività  di tutti gli Atelier,  fanno parte, oltre alle risorse  del Programma   FESR, anche  quelle del Programma PR FSE + 2021 -2027 destinate ai Progetti Scuola ABC, che integreranno la programmazione scolastica  allo  scopo di ridurre la  dispersione  e migliorare i percorsi d’istruzione, chiamando a partecipare alle  loro attività   le Scuole secondarie di secondo grado  e mettendo in campo  anche una serie di interventi
di sostegno alla formazione e qualificazione post-scolastica per  una  maggiore e migliore  occupabilità  incentrata  sui giovani, con particolare riferimento all’audiovisivo e allo storytelling.
Gli Atelier  ABC sono luoghi aperti che potranno accogliere Imprese e Scuole, ma anche  la cittadinanza locale offrendo uno spazio innovativo dove confrontarsi,  studiare o  svolgere il proprio  lavoro da remoto;  più in generale,
dovranno essere luoghi immediatamente fruibili e accessibili a tutti i soggetti  interessati al potenziamento  delle propria formazione,  della propria  professionalità o  della propria impresa, sempre con progetti finalizzati  alla valorizzazione e allo sviluppo  delle Comunità  in cui gli Atelier agiscono.
Il nostro Atelier sarà  allocato nel Borgo di Fossanova, in particolare, tre saranno i luoghi in cui si svolgeranno le attività: il  welcome point con la nuova sala coworking  per il lavoro di progettazione,  organizzazione e coordinamento delle attività,  l’Auditorium dell’Infermeria dei Conversi per i convegni, le mostre, gli spettacoli  ed altri eventi di vario genere,  il Museo medievale per le attività  di laboratorio artistico e di formazione, ma tutti gli altri  luoghi  del Borgo e della intera Città potranno  essere  utili  ad accogliere persone ed  iniziative in un’azione corale,   dinamica e innovativa di sviluppo culturale, sociale e turistico.
Un sentito ringraziamento va a Margherita Cancellieri,  la Direttrice dei nostri Musei,  all’Ufficio Cultura e all’ Ufficio Tecnico comunali, in particolare all’architetto Cosimo Dominelli,  che , insieme a noi,   hanno lavorato con grande  impegno per questa importante opportunità.
Un ringraziamento speciale va alla nostra Enrica Onorati,  che ci ha sollecitato a partecipare all’iniziativa,    e alla Regione Lazio, in primis  a Giovanna Pugliese, Responsabile del Progetto ABC, e a Lazio Innova,  per aver ideato e messo a disposizione dei territori questa straordinaria occasione di crescita e di sviluppo.

I commenti non sono chiusi.

Facebook