sabato 06 Marzo 2021,

Dai Comuni

Ξ Commenta la notizia

Cisterna di Latina. Il report del Consiglio comunale

scritto da Redazione
Cisterna di Latina. Il report del Consiglio comunale

E’ stato un Consiglio comunale alquanto pacato, quello svolto martedì pomeriggio animato soltanto dalla recente notizia apparsa sulla stampa locale relativa alle dichiarazioni del Consigliere di Destra Sociale, Filippo Frezza, nei confronti del comandante della Polizia Locale e dell’amministrazione comunale.
Il primo a sollevare la questione in aula è stato il consigliere del PD Gianni Isacco che con una interrogazione orale ha chiesto chiarimenti al Sindaco.
Merolla ha detto di essersi confrontato con Frezza e che convocherà, la prossima settimana, la conferenza dei capigruppo per discutere della questione. Inoltre ha invitato tutti ad usare la massima cautela e serenità sull’argomento in virtù dei ruoli ricoperti dalle persone coinvolte.
Isacco ha poi chiesto aggiornamenti in merito alla presenza dell’arsenico nell’acquedotto e agli interventi di Acqualatina, anche a seguito delle recenti notizie di uno studio che ipotizzerebbe una relazione tra la presenza dell’arsenico e l’aumento dell’incidenza di tumori in provincia.
Il Sindaco ha risposto affermando che la relazione su tale studio è giunta in comune poche ore prima della riunione di Consiglio e che l’indomani avrebbe avuto un incontro con il Presidente dell’ATO 4 per decidere come affrontare la situazione. Quindi avrebbe informato la competente commissione consiliare dell’esito di tale riunione. Per quanto riguarda i lavori della condotta idrica Doganella – Cisterna, Acqualatina ha assicurato, nonostante il ritardo del finanziamento regionale, l’ultimazione dei lavori entro il 31 dicembre prossimo, come pure l’installazione di filtri nell’impianto di Casotto Spallato, zona Le Castella, così da avere l’intera situazione idrica dell’acquedotto civico entro i limiti a partire dal primo gennaio prossimo.
Il Consigliere Gianluca Del Prete ha invece chiesto il motivo dei lavori in svolgimento da alcuni giorni all’interno del cantiere davanti il palazzo comunale. Si tratta, ha spiegato Merolla, di carotaggi per la valutazione ambientale destinate all’assessorato regionale in vista dell’avvio dei progetti previsti nell’ambito del PLUS. Sempre Del Prete ha chiesto delucidazioni circa l’assenza all’ordine del giorno del Consiglio delle modifiche al regolamento di cui l’Assessore alla Pubblica Istruzione si era fatto carico con le mamme degli alunni. L’Assessore Cera ha confermato la volontà di portare in Consiglio la modifica come concordata al regolamento ma che prima dovrà essere esaminata nella commissione competente.
E’ stata Eleonora Della Penna a ritornare sulla denuncia di Frezza ponendo la questione se possa esserci una condizione di incompatibilità o conflitto di interesse avendo, nella sua carica di consigliere, una questione aperta nei confronti di un dirigente comunale.
Conclusa la presentazione delle interrogazioni, il Consiglio ha proceduto all’esame dei punti all’ordine del giorno. Dopo l’approvazione dei verbali delle sedute precedenti, l’Assessore ai Lavori pubblici, Valentino Leone, ha illustrato il punto relativo alla trasformazione del diritto di superficie in diritto di proprietà delle aree ricadenti nel Piano esecutivo di edilizia popolare nel quartiere San Valentino con la revoca del precedente regolamento e l’approvazione di uno nuovo, degli schemi di convenzione e relativa modulistica a disposizione dell’utenza. L’argomento è stato approvato all’unanimità dei presenti, 15, così come pure i restanti punti relativi ai contributi sugli oneri di urbanizzazione a favore degli enti religiosi, all’approvazione del regolamento comunale per le spese di rappresentanza, al regolamento comunale recante criteri e modalità per l’effettuazione dei controlli a campione sulle dichiarazioni sostitutive. Hanno concluso i lavori l’approvazione, all’unanimità, del regolamento per i lavori, servizi e forniture in economia e quello per la disciplina e la gestione delle sponsorizzazione.

Rispondi alla discussione

Facebook