martedì 02 Marzo 2021,

Regione

Ξ Commenta la notizia

Ciocchetti (UDC), non mi dimetto nè penso a scissione

scritto da Redazione
Ciocchetti (UDC), non mi dimetto nè penso a scissione

Avendo letto per una settimana di tutto e di più su di me, voglio rassicurare che non mi sto dimettendo e non sto pensando a una scissione. Continuo la mia battaglia politica nell’Udc, la mia storia d’altronde parla da sola, e non mi faccio fare la morale da chi è arrivato ieri nel partito“. Così il vicepresidente della Regione Lazio ed esponente Udc Luciano Ciocchetti.
Ho semplicemente avanzato delle proposte, come si fa in un partito democratico – aggiunge – di cui ho parlato col leader Casini e col segretario Cesa. La mia analisi verte sul fatto che il candidato per il centrosinistra Nicola Zingaretti è in realtà molto spostato a sinistra e non ha posizioni moderate, tanto è vero che come presidente della Provincia ha rappresentato l’alleanza tra la federazione della sinistra e il Pd. Noi, poi, ricordo dando seguito a un accordo nazionale, abbiamo sostenuto Renata Polverini, come potremmo adesso andare da un’altra parte? Ci sarebbe poi la possibilità di andare da soli, ma per come è strutturato il sistema elettorale regionale che è a turno unico, sarebbe un suicidio seguire questa strada“.
Per questo Ciocchetti ha deciso di avanzare una terza ipotesi: “Sto lavorando a un progetto politico di costruzione di liste civiche, senza simboli di partito, capace di portare anche una candidatura della società civile. Questa proposta non é un reato. Spero sia possibile poter ragionare in serenità sulla base di dati di fatto. Se poi ci sono altre proposte, che per ora non vedo, discutiamone. Ma basta questo battage su agenzie e sui giornali in merito a fughe e scissioni“.

Rispondi alla discussione

Facebook