venerdì 12 Agosto 2022,

Dai Comuni

Ξ Commenta la notizia

Aumenti del 20% per le tariffe di mensa e trasporto scolastico:Ciccone e Fondi Vera contestano la scelta dell’amministrazione

scritto da Redazione
Aumenti del 20% per le tariffe di mensa e trasporto scolastico:Ciccone e Fondi Vera contestano la scelta dell’amministrazione

La Durante la seduta di Consiglio Comunale del 21 Gennaio, il nostro Capogruppo Francesco Ciccone ha presentato un’interpellanza verbale diretta al Sindaco ed all’intera Giunta relativamente agli aumenti considerevoli deliberati dall’Amministrazione Comunale sulle Tariffe per i servizi di Mensa e Trasporto Scolastico. Tariffe rideterminate senza evidentemente tenere conto del momento storico che stiamo vivendo, delle difficoltà di tante e tante famiglie, delle esigenze di chi non può fare a meno di usufruire di questi servizi e si trova costretto a sopportare un aumento di spesa ingiustificabile.

Questo il testo completo dell’interpellanza:

Egregio Sindaco, questa interpellanza è rivolta a lei ed a tutti i componenti della Giunta. Perché spero vogliate spiegare alla Città le motivazioni alla base della decisione di imporre aumenti considerevoli per le Tariffe di Mensa e Trasporto Scolastico. Aumenti che avevamo preannunciato dai banchi dell’Opposizione, non appena venuti a conoscenza delle Delibere di Giunta dello scorso 30 Novembre 2021. Aumenti di cui la cittadinanza ha avuto contezza solo due settimane fa, con il rientro a scuola, ed il pagamento delle rette.

Il 30 Novembre, come dicevo, con le Delibere di Giunta 373 e 374, avete dimostrato poca sensibilità e, permettetemi di aggiungere, anche un pizzico di indelicatezza. Le quote a carico dell’utenza per il servizio Trasposto Scolastico 2022-2024 e le Tariffe per il servizio di Mensa Scolastica 2022-2024 sono state rideterminate senza evidentemente tenere conto del momento storico che stiamo vivendo, delle difficoltà di tante e tante famiglie, delle esigenze di chi non può fare a meno di usufruire di questi servizi e si trova costretto a sopportare un aumento di spesa ingiustificabile.

In pieno periodo di pandemia e con i disagi economici e sociali derivanti per le famiglie, l’Amministrazione Comunale ha deciso di togliere soldi dalle tasche delle famiglie fondane. Eppure negli ultimi mesi, ed in particolare nelle ultime due settimane di Dicembre con alcune Delibere ad hoc, questa maggioranza ha assunto impegni di spesa per somme importanti destinate ad iniziative diverse che, seppur rilevanti, non hanno a mio parere la stessa priorità sociale della Mensa e del Trasporto Scolastico.

D’altronde non c’è più da meravigliarsi. Mi va di ricordare che il 19 Ottobre scorso, con la Delibera n. 319, avete deciso per un atto di indirizzo, indicando con voto unanime la destinazione di circa 600mila Euro ancora non utilizzati dal Comune di Fondi. Risorse che facevano parte del cospicuo importo di Euro 1.393.910,00, riconosciuto all’Ente in considerazione del fatto di essere stato soggetto a restrizioni per il contenimento della pandemia. Circa 1 milione e 400mila Euro destinati a finanziare interventi di sostegno di carattere economico e sociale in favore dei Comuni particolarmente colpiti dall’emergenza sanitaria. Eppure un mese dopo, a fine Novembre, la stessa Amministrazione Comunale decide di aumentare del 20% le tariffe per Mensa e Trasporto Scolastico a partire dal 1° Gennaio 2022.

Nella Delibera che sancisce l’aumento della tariffa per la Mensa, in particolar modo, scrivete di aver previsto “per un’equa e congrua copertura dei costi, un adeguamento delle tariffe”. Forse dimenticate che siamo di fronte ad un servizio che, per vostra volontà politica, continua ad essere esternalizzato, e lo sarà ancora per diversi anni. Un servizio che comporta costi di gestione di circa 600mila euro su base annuale, coperti solo in parte dalle entrate garantite dagli utenti, e quindi dalle famiglie.

Motivo per cui tutto mi sarei aspettato tranne che si procedesse con un aumento delle tariffe, anche perché, giova ricordarlo ancora, non sarà certo questo 20% in più di introiti a garantire la copertura dei costi che il Comune dovrà sostenere. Ma questo 20% che i fondani saranno costretti a spendere in più rispetto allo scorso anno per permettere ai propri figli di raggiungere scuola e pranzare con i propri compagni alleggerisce le loro tasche sensibilmente, soprattutto per chi ha più di un figlio.

Già nel Consiglio Comunale dello scorso 27 Luglio espressi tutte le mie perplessità su questa esternalizzazione, le ribadisco oggi, invocando a gran voce il ruolo e l’importanza di una Commissione Mensa per garantire standard di qualità e di sicurezza elevati. Commissione che permetta ai genitori, insieme a rappresentanti delle scuole e dell’Ente, di monitorare il servizio offerto. Ed in virtù di queste considerazioni, chiedo a Sindaco e Giunta di esplicitare pubblicamente le motivazioni e le valutazioni che hanno spinto l’Amministrazione Comunale questi aumenti”.

I commenti non sono chiusi.

Facebook