venerdì 15 novembre 2019,
Ditta edile artigiana Picone Vincenzo
Ditta edile artigiana Picone Vincenzo

Eventi

Ξ Commenta la notizia

“Acqua di Luna e Farina di Stelle” a Matera capitale europea della cultura

scritto da Redazione
“Acqua di Luna e Farina di Stelle” a Matera capitale europea della cultura

Domenica 27 ottobre, all’auditorium di Casa Cava a Matera arriva ‘ACQUA DI LUNA E FARINA DI STELLE – Uno straordinario viaggio lungo i cammini dei pellegrini tra musiche, danze, arti e antichi sapori’, terza e ultima tappa, dopo quelle toscana e prima laziale, del progetto presentato dalla compagnia di danza rinascimentale Tres Lusores con la coorganizzazione dell’Associazione A.R.T.eS.I.A. (Associazione Ricerca Tradizioni e Scambi Internazionali Artigianali).

In questo ambito, dopo Altopascio e Cori, la rievocazione storica “L’Arte del Ballare ò de i Balletti” del Lazio giunge a MATERA domenica con inizio alle ore 10:30.

 

Nell’anno in cui il MIBAC ha proclamato per l’Italia il 2019 “Anno del Turismo lento” e, a livello internazionale, nell’anno in cui Matera è Capitale Europea Della Cultura, il progetto – con il Patrocinio dei Comuni di Matera, Altopascio e Cori, della Fondazione MATERA-BASILICATA 2019, del Pontificio Consiglio della Cultura, dell’Università degli Studi della Basilicata, dell’Associazione nazionale “Città del Pane”, dell’Associazione Europea delle Vie Francigene, del Comitato Via Francigena del Sud, della Pro Loco di Cori – si interessa di cammini, pellegrini, rituali che si svolgevano nelle epoche passate, in primis nel Rinascimento, è in itinere dal mese di giugno 2019 e sta coinvolgendo tre tappe interregionali lungo il percorso della Via Francigena con lo scopo di legare la Toscana al Lazio per giungere infine, appunto, a Matera in Basilicata.

 

La Compagnia Rinascimentale “Tres Lusores” di Cori presenterà dunque la rievocazione storica “L’Arte del Ballare ò de i Balletti” del M° Fabritio Caroso da Sermoneta (1526-1605), spettacolo di danze e musiche del Rinascimento italiano, in particolare del Lazio e dei monti Lepini, risultato dell’importante collaborazione che i ballerini della Compagnia, guidati dal direttore artistico Riccardo Guratti, hanno avuto con la prof.ssa Claudia Celi, danzatrice e docente di Storia della Danza all’Accademia Nazionale di Danza di Roma.

 

Coorganizzatrice dell’iniziativa, come detto, è l’associazione A.R.T.eS.I.A. che ha come finalità la riscoperta e la divulgazione del patrimonio culturale dei Pani Rituali, di cui restano ancora tracce in Italia e nel Mediterraneo, suscitare attenzione intorno a un ricco patrimonio che rischia di perdersi definitivamente e accostare l’«arte effimera» del pane alla Storia dell’Arte mostrando come nelle forme dei pani siano presenti simboli e significati di narrazioni lontane che coniugano ancora oggi le antiche tradizioni sacre ai momenti più importanti della vita degli individui e dei gruppi sociali.

 

In questa tappa quindi i rituali sul pane e lo spettacolo della Compagnia “TRES LUSORES” saranno presentati all’auditorium della Casa Cava, nel centro storico della città.

Con inizio alle 10:30, dopo la presentazione del libro di Elsa Di Meo “Acqua di Luna e farina di stelle – Tutta l’Umanità è nel Pane”, in cui interverranno il Sindaco di Matera, Raffaello Giulio De Ruggieri, il Sindaco di Cori, Mauro Primio De Lillis, e l’Assessore alla Cultura, Paolo Fantini, il pubblico assisterà a una breve conferenza sui Cammini e sulla Via Francigena del Sud tenuta da Marco Aguiari, Presidente del Comitato Via Francigena del Sud, e Chiara Lemma, Storica dell’Arte, Guida AIGAE e componente della Commissione Cultura del Comitato Via Francigena del Sud.

A seguire sarà presentato lo spettacolo della Compagnia Rinascimentale “TRES LUSORES”, “Chi Vuol Esser Lieto Sia…” – Viaggio nel Rinascimento tra musiche, canti, danze di corte e antiche arti – Rievocazione Storica “L’Arte del Ballare ò de i Balletti” del M° Fabritio Caroso da Sermoneta (1526-1605).

A completamento dell’evento la mostra sui Pani Rituali, preparati in parte dalle detenute della Casa Circondariale di Rebibbia a Roma.

Alessandra Tabolacci

348 8945643

Rispondi alla discussione

Seguici

Facebook

Twitter

Google+