venerdì 05 Marzo 2021,

News

Ξ Commenta la notizia

2012, Corpo Forestale dello Stato, un intenso anno di lavoro

scritto da Redazione
2012, Corpo Forestale dello Stato, un intenso anno di lavoro

Un anno di risultati importanti nonostante le difficoltà e la carenza di personale il 2012 per il Corpo forestale dello Stato della provincia di Latina. «L’anno si chiude con egregi risultati – sottolinea il dirigente nazionale locale dell’Ugl di categoria Flavio Di Lascio – nonostante il congelamento degli stipendi, le esigue risorse umane e strumentali a disposizione, gli agenti hanno comunque svolto un ruolo importante sull’intero territorio pontino». I risultati conseguiti nel 2012 riguardano in particolare i servizi di polizia ambientale, il controllo del territorio, i numerosi sequestri di opere abusive e le diverse operazioni di polizia giudiziaria e di investigazione, la delicata campagna antincendio boschivo, la divulgazione e la conservazione ambientale, la prevenzione nel settore agroalimentare, tutti interventi che hanno dimostrato come, spiega ancora Di Lascio «il lavoro degli uomini e delle donne forestali, pur tra mille difficoltà, ha prodotto risultati di alto profilo professionale. A tutti loro va il nostro sincero ringraziamento e la promessa che anche per il nuovo anno il compito dell’Ugl e dei suoi referenti territoriali sarà quello di tutelare e difendere la loro dignità di operatori della sicurezza ed incrementare la crescita dell’intero Corpo. La nostra azione sindacale, come sempre, sarà tutta tesa al miglioramento dell’intero sistema, un’azione responsabile e capillare. La Forestale svolge da sempre un delicato compito di salvaguardia del nostro patrimonio ambientale e paesaggistico troppo spesso oggetto di attacchi, anche della criminalità organizzata e – continua Di Lascio – continueremo a farlo sperando di vedere incrementate le risorse finanziarie destinate a questo importante settore per proseguire con forza nella difesa del territorio ed offrire alla cittadinanza un servizio sereno». Detto questo ci teniamo anche a ricordare, con orgoglio, i numeri del corpo forestale nella nostra provincia:
Il Comando Provinciale di Latina, con i nuclei specialistici ed investigativi Nipaf e Niab e che coordina i Comandi Stazione di Latina città, Cisterna, Terracina, Sezze, Priverno, Itri, Fondi, Spigno Saturnia, Cori, il Nucleo Operativo Speciale di Cerasella, la Sezione di Polizia Giudiziaria presso la Procura. La Scuola di Sabaudia che si occupa della formazione e dell’aggiornamento professionale dei forestali del Paese e concorre anche nei servizi di polizia e di ordine e sicurezza pubblica. Il Coordinamento Territoriale per l’Ambiente di Sabaudia che sovrintende ai due Comandi Stazione di Fogliano e Sabaudia per la tutela e la salvaguardia dell’area del Parco Nazionale del Circeo. La squadra nautica per la sorveglianza della costa. L’Ufficio Territoriale per la Biodiversità che con i due distaccamenti svolge attività di conservazione dell’immenso patrimonio naturalistico, di studio, di educazione ambientale, di ricerca scientifica e di supporto ai diversi servizi anche di polizia. Un reparto a cavallo, un’unità cinofila, il centro di recupero della fauna selvatica. Insomma, conclude Di Lascio, una rete istituzionale capillare al servizio della comunità che fa del territorio pontino un centro di estrema rilevanza nazionale per la nostra amministrazione centrale.

Rispondi alla discussione

Facebook