lunedì 21 ottobre 2019,
Ditta edile artigiana Picone Vincenzo
Ditta edile artigiana Picone Vincenzo

News

Ξ Commenta la notizia

+VITA. Incontro informativo a Giulianello

scritto da Redazione
+VITA. Incontro informativo a Giulianello

Venerdì 27 Settembre, alle ore 18:00, al centro socio-culturale “Il Ponte” di Giulianello, si terrà l’incontro informativo sul programma +VITA promosso da ASL Latina, pensato per rendere più semplice ed efficace il percorso di cura ai pazienti cronici, attraverso un approccio sistematico alla gestione della cronicità che parta dal coinvolgimento diretto del paziente che, insieme ai Medici di Medicina Generale e all’Azienda ASL, diventa responsabile e parte attiva delle azioni volte a “prendersi cura del proprio stato di salute”. Saranno presenti il Sindaco di Cori Mauro De Lillis, l’Assessore alle Politiche Sociali Chiara Cochi e il Delegato alla Salute Antonio Betti.

Il programma +VITA si fonda su tre pilastri: meno code e attese, meno burocrazia, meno disagi per le famiglie. I pazienti non devono più recarsi presso le strutture sanitarie per prenotare visite ed esami. Il percorso di cura è personalizzato, pianificato e organizzato dal medico di base insieme alla ASL. Attraverso un sms e altri sistemi di messaggistica la ASL ricorda le scadenze, le prenotazioni effettuate, le date degli esami e dei controlli. La pianificazione di visite, esami e terapie, e la sicurezza di effettuare prenotazioni senza muoversi da casa, è un grande vantaggio per familiari e care-giver che assistono persone con cronicità, soprattutto se anziane.

Il programma +VITA è rivolto a persone affette da: diabete mellito, BPCO bronco pneumopatia cronica ostruttivascompenso cardiaco. Si tratta di patologie croniche progressive, che necessitano di un monitoraggio attento e continuo per evitare peggioramenti invalidanti molto gravi. Per usufruirne basta recarsi dal proprio medico di base per sottoscrivere il Patto di cura e rivolgersi allo sportello ASL più comodo per richiedere l’apertura del proprio fascicolo sanitario elettronico. Da quel momento in poi penseranno a tutto il resto il personale esperto della ASL, il medico di base e un’equipe di infermieri specializzati presenti sul territorio. 

Rispondi alla discussione

Seguici

Facebook

Twitter

Google+