lunedì 19 Ottobre 2020,

Politica

Ξ Commenta la notizia

*Valiani, Lega: «Roma-Latina, una doccia gelata per il territorio se il Governo e Coletta continuano ad assecondare gli estremisti del Movimento 5 Stelle»

scritto da Redazione
*Valiani, Lega: «Roma-Latina, una doccia gelata per il territorio se il Governo e Coletta continuano ad assecondare gli estremisti del Movimento 5 Stelle»
«La doccia gelata delle parole del Vice ministro Cancellieri che ha confermato che è in corso da parte del dicastero una “riflessione” sul progetto della Roma-Latina, dal momento che sono emerse delle perplessità, non può non gettare nello sconforto tutta la nostra comunità e il tessuto produttivo della provincia di Latina».Commenta così le ultime novità emerse in merito a quello che doveva rappresentare il maggior progetto di sviluppo del territorio pontino, il coordinatore comunale della Lega di Latina, Armando Valiani.
«Quando sembra tutto pronto – prosegue Valiani -, quando la burocrazia sembrava aver finalmente concluso il suo iter, ecco la doccia gelata che arriva dai rappresentati della politica del “Non si può fare…”, che continua a far precipitare la nostra città e la nostra provincia nel baratro dell’arretratezza infrastrutturale e della decrescita infelice, tanto cara a chi non si è mai nemmeno lontanamente confrontato con il mondo del lavoro e si è ritrovato senza preparazione a prendere decisioni essenziali per il futuro della nostra gente.  Al Vice Ministro e a chi sta mantenendo in vita per proprio tornaconto personale questa maggioranza chiediamo invece atti di responsabilità verso questo territorio che vede La Roma-Latina come unico volano per rilanciare l’economia e il lavoro vero».Valiani non ha dubbi sulla necessità di un’opera urgente più che mai e boccia senza mezzi termini chi avanza ipotesi alternative sull’utilizzo del ferro, spingendo per lo sviluppo ferroviario. «A questi signori che si divertono a giocare con il nostro futuro e con quello dei nostri figli – prosegue Valiani – vorrei far notare come non conoscono affatto il nostro territorio, dal momento che non hanno compreso come oggi più che mai l’autostrada diventi essenziale e fondamentale per una provincia che sta attraversando un momento particolare di recessione dovuta non solo agli effetti del LockDown ma anche ad una crisi sistemica che dura da anni e si manifesta mettendo in ginocchio sia l’agricoltura che l’industria per non parlare del turismo che vive grazie alle infrastrutture. Altri comuni e altre province del Lazio – conclude Valiani – grazie ad una visione a lungo termine intravedono oggi invece dei barlumi di luce dal punto di vista economico: il territorio reatino con le piattaforme logistiche, il viterbese nello sviluppo dell’offerta turistica, il frusinate con la dotazione dell’alta velocità  stanno avendo almeno una visione, a noi invece oggi solo una doccia gelata che arriva come un fulmine a ciel sereno quando invece sembrava ormai che la Roma-Latina avesse intrapreso la strada giusta verso la cantierizzazione.
In tutta questa vicenda poi la cosa che amareggia di più al di là delle affermazioni dei vari schieramenti di chi oggi compone la Maggioranza di Governo, è la mancanza di una presa di posizione seria, netta e chiara da questa amministrazione comunale e di Damiano Coletta che per mero tornaconto elettorale continua a corteggiare gli estremisti del movimento 5 stelle e fino ad oggi ha evitato di esprimersi considerando il suo futuro politico più importante del futuro della nostra comunità cittadina».

Rispondi alla discussione

Facebook