domenica 26 Giugno 2022,

Primo Piano

Ξ Commenta la notizia

Terracina. “Un albero per il clima”,la campagna nazionale di Legambiente

scritto da Redazione
Terracina. “Un albero per il clima”,la campagna nazionale di Legambiente

Legambiente Terracina torna finalmente ad organizzare la Festa dell’albero, in presenza, nel rispetto di tutte le indicazioni relative al Covid-19. La campagna si svolgerà da venerdì 19 a domenica 21 novembre e sarà dedicata al contributo degli alberi nella lotta alla crisi climatica e all’insostituibile ruolo che svolgono per la tutela dell’intero ecosistema e della biodiversità. Infatti quest’anno la Festa dell’Albero si svolge nell’ambito del Life Terra, un progetto europeo di cui Legambiente fa parte e che si prefigge l’importante obiettivo di piantare 500 milioni di alberi nei prossimi 5 anni (di cui 9 milioni in Italia)!

La nostra campagna a Terracina segue quella nazionale denominata “Un albero per il clima” ed è questa l’azione che faremo Domenica prossima 21 novembre dalle ore 10 alle ore 13 in occasione della Festa dell’Albero con il Liceo Statale Leonardo Da Vinci di Terracina e i ragazzi che aderiscono al progetto “Sentinelle del Verde”. Faremo una foto o un breve video della messa a dimora dell’albero, offerto gentilmente dalla Ditta Gestore del Verde Verdeidea su disposizione del Comune di Terracina, e la condivideremo sui social con gli hashtag #FestaDellAlbero e #VasiComunicanti e soprattutto censiremo il nostro albero con un nome (dato dalla classe o dal gruppo che lo ha piantato), la specie di appartenenza, la localizzazione e una dedica sul perché si è deciso di piantarlo, inserendolo nel Censimento Botanico del Parco. Con l’occasione i nostri volontari saranno presenti dalle 11 alle 13 per visite guidate aperte a tutta la cittadinanza sulla preziosità del patrimonio botanico del Parco del Montuno, e per illustrarne la sua preziosa caratteristica di foresta urbana (ai sensi della nomenclatura FAO), ovvero una area non antropizzata con ampiezza minima di 0,5 ha caratterizzata da una copertura arborea superiore al 10% determinata da specie capaci di raggiungere 5 m di altezza a maturità dove la vegetazione naturale, costituita soprattutto da alberi ad alto fusto, cresce e si diffonde spontaneamente, e il suo ruolo fondamentale per la mitigazione del rischio climatico.

“Ogni anno in occasione della Festa dell’Albero di Legambiente, arrivata ormai alla sua VII edizione a Terracina, facciamo il punto sullo stato di avanzamento del verde urbano a Terracina ma purtroppo anche il IV Rapporto annuale Legambiente ECOSISTEMA URBANO di Terracina 2020 su dati 2019, conferma i pessimi indicatori di Terracina rispetto alla media delle città confrontabili, ovvero la percentuale di verde pubblico rispetto alla superficie comunale che è pari allo 0,16%, molto inferiore alla media delle Piccole Città che è di 2,9%, con le migliori (per lo più città del nord) che si collocano oltre il 10%, e il Verde Urbano Fruibile pari a 4,74 metri quadro/abitante che risulta molto inferiore sia alla media delle Piccole Città che è di 43,94 metri quadro/abitante che a quanto stabilito dall’Art. 17 della legge 765 1967 “Modifiche ed integrazioni alla legge urbanistica” che individua in almeno in 9 metri quadri/abitante gli spazi pubblici attrezzati a parco e per il gioco e lo sport (i cosiddetti standard urbanistici). Se prendiamo in considerazione poi l’indicatore del numero di alberi presenti all’interno di aree di proprietà pubblica (pari a 11 alberi/100 abitanti) esso risulta ancora inferiore alla media delle Piccole Città pari a 20 alberi/100 abitanti. A questo si aggiunge anche la gravissima mancanza di un Piano e di un Regolamento del Verde Urbano, con un Censimento del Verde, e il Catasto degli Alberi, coerente con le “Linee guida per la gestione del verde urbano e prime indicazioni per una pianificazione sostenibile” prodotte nel 2017 dal Ministero dell’Ambiente e coerenti con quanto predisposto dallo specifico gruppo di lavoro ISPRA-ANCI in merito alle Linee Guida per la redazione del Piano Comunale del Verde, documento di indirizzo e consultazione da parte delle amministrazioni locali per la pianificazione delle attività di monitoraggio, cura, valorizzazione e sviluppo del verde cittadino. Vogliamo però sottolineare il grande impegno della Ditta Gestore del Verde Urbano Verdeidea srl nella manutenzione del patrimonio arboreo esistente e la sua cura costante dei parchi cittadini” dichiara Anna Giannetti, Presidente del Circolo e Consigliere Nazionale dell’Associazione.

“Dopo il primo evento di Legambiente “Puliamo il Mondo 2021” presso il Sentiero del Tempio e Parco della Fossata, organizzato lo scorso 15 ottobre in collaborazione con il Liceo Statale da Vinci di Terracina, sono particolarmente soddisfatta di poter comunicare che il Progetto PCTO “Sentinelle del Verde” in collaborazione con il Circolo Legambiente Terracina “Pisco Montano” è stato approvato dal Collegio Docenti, con l’obiettivo di costituire e formare una squadra di guardie ambientali e zoofile junior, da educare sugli aspetti caratteristici del territorio della città (come vere e proprie “sentinelle del verde”) in merito ai principali temi ambientali (acqua, suolo, rifiuti, mare, abusi edilizi, tutela animale), al fine di permettere agli studenti di comprendere le principali emergenze ambientali e climatiche della propria zona, conoscere le azioni di tutela da intraprendere, nonché il funzionamento dei rapporti che interessano gli Enti pubblici, la Magistratura, le Forze dell’Ordine, le Associazioni di Volontariato, in materia di protezione ambientale e animale “afferma Marta Mina’, consigliere aggiunto del Direttivo e referente progetto Giovani “Youth4Planet” del Circolo Legambiente Terracina “Pisco Montano” – e ci impegneremo, per questa “Festa dell’Albero” presso il Parco del Montuno, oltre che nella piantumazione di nuovi esemplari, anche nello studio del censimento botanico e nell’esame del ruolo della Foresta Urbana del Parco nella mitigazione del rischio climatico”.

I commenti non sono chiusi.

Facebook