domenica 16 Gennaio 2022,

Politica

Ξ Commenta la notizia

Terracina. L’ex assessore UDC Marcuzzi si dimette dal partito. Il documento.

scritto da Redazione
Terracina. L’ex assessore UDC Marcuzzi si dimette dal partito. Il documento.

Oggi a malincuore comunico le mie irrevocabili dimissioni dall’Udc.
La crisi amministrativa che ha colpito il Comune di Terracina in questi giorni ha visto il mio ex partito protagonista di un confuso tentativo di guadagnare spazi di manovra nella coalizione di governo, pagandone il prezzo con un livello di rissosità interna non più tollerabile. L’ultimo Consiglio comunale ha ben evidenziato l’implosione del partito. Dei 7 consiglieri: tre hanno giocato una partita in proprio, disertando la votazione del bilancio consuntivo in Commissione, due hanno votato a favore, ma hanno contestualmente dichiarato l’uscita dal partito, ed uno ha persino votato contro.   Da circa due mesi avevo comunicato al segretario provinciale il mio stato di disagio e le preoccupazioni che avevo per il nostro futuro in funzione dei comportamenti di alcuni membri del partito locale.
Avevo chiesto il commissariamento del partito per cercare di ristabilire un armonia interna ormai perduta, ma nonostante le rassicurazioni del Sen. Forte ciò non è avvenuto e oggi l’’Udc per i tentativi di destabilizzazione degli accordi iniziali si trova (giustamente) ai margini della maggioranza al governo della città. A volte i proverbi non sbagliano, “chi troppo vuole nulla stringe”.
Oltre ai problemi locali c’’è anche il discorso provinciale e nazionale, l’Udc in 8 comuni al voto è presente con il proprio simbolo solo a Formia, mentre a livello nazionale è quasi sparita attestandosi ad un misero 1,2 %.
Uno dei leader storici come Luciano Ciocchetti ha dichiarato che l’’Udc non esiste più, e a Roma non ha presentato la lista, il famoso terzo polo è svanito, quindi tutti i moderati devono fare una scelta diversa o a dx o a sx.
Io sono stato il primo a preferenze nell’’Udc alle provinciali del 2009 con 1058 voti, poi sono stato il primo degli eletti alle amministrative del 2011 con 450 voti e come premio erano tutti pronti a sacrificarmi per far posto a all’ultimo arrivato in casa Udc. Non esattamente una dimostrazione di riconoscenza nei miei confronti.
Non ne faccio una questione di assessorati, e l’ho spiegato anche al sindaco Procaccini, ma questo punto  decido io il mio futuro e non faccio trattare gli altri per me.
Ringrazio comunque il Sen Forte che in questi 18 mesi di amministrazione non mi ha mai condizionato o imposto nulla, ringrazio tutti i ragazzi della segreteria del On Aldo Forte e tutto il Pv dell’Udc per questi 4 anni di collaborazione.
Continuerò a fare politica nel mondo del centro destra, in accordo con le tante persone che mi seguono da diversi anni votando la persona piuttosto che il simbolo.
Continuerò anche dall’’esterno a sostenere il Sindaco Procaccini e la sua maggioranza; per fare politica e collaborare ad una buona amministrazione non serve per forza di cose un incarico, ma  serve buona volontà, dedizione, condivisione e onestà.

                                                                                                                     Pierpaolo Marcuzzi

Rispondi alla discussione

Facebook