lunedì 21 settembre 2020,

Primo Piano

Ξ Commenta la notizia

Terracina. “Il tempo della politica bella e dell’impegno civico vero”

scritto da Redazione
Terracina. “Il tempo della politica bella e dell’impegno civico vero”
Spero che torni presto il tempo della Politica vera, della Politica Bella, quella che si occupa di migliorare la qualità della vita delle persone, quella che è davvero al servizio della gente e non bada solo al consenso a tutti i costi, anche ottenuto spesso con il voto di scambio. Quella che si guarda bene dall’ intrecciare relazioni pericolose, come è oramai sotto gli occhi di tutti, con la malavita ed i clan che pullulano nella nostra provincia, quella che si occupa della Città sempre e non quella che cade in letargo tra una elezione e l’altra e si risveglia di soprassalto solo per mettere assieme le solite liste e listarelle raffazzonate e per “dimenarsi” con banchetti e assemblee cittadine in difesa del “sacro suolo oltraggiato ed usurpato” sempre e solo qualche mese prima di qualunque elezione…Quella che non crede certo nei “miracoli” e nel potere taumaturgico delle elezioni, quella che non crede che basti additare gli autori dello sfascio e del disastro per decretarne la sconfitta, ma crede piuttosto in una nuova visione di Città e in una alternativa politica seria, vera e credibile che vanno costruite negli anni, frutto di un lavoro costante e paziente nella realtà, coinvolgendo le persone e cambiando il modo di pensare della città e della sua gente, ricostruendo, con pazienza, una cultura del Diritto opposta a quella del Favore, una cultura fondata non su “voto chi mi può aiutare a risolvere un problema mio o della mia famiglia”, ma fondata sulla consapevolezza che il mio interesse è l’interesse di tutta la Comunità e che esistono dei Diritti e dei Doveri, rigenerando un tessuto economico, sociale e culturale devastato ed avvilito.

Non esistono scorciatoie, ma bensì un lungo e duro cammino in salita da fare, se si vuole dare davvero a questa Città una reale prospettiva di futuro e di progresso liberandola dal “magico incantesimo” di furbi parolai, di pericolosi mistificatori seriali della realtà, di chi fa “politica” (se possiamo definirla così…) solo per i suoi cinici interessi personali, senza amore e passione vera per questa Città, senza una visione, non andando oltre la manutenzione ordinaria e affidando la soluzione dei problemi al solito “generoso” privato “amico”…Liberandola dalla vuota propaganda, dalla triste e stucchevole retorica paternalista del “super-uomo”, della “super-amministrazione” e della “super-città” in cui va tutto bene.. Una narrazione della Città, che sentiamo raccontare da anni, talmente “incredibile” e dissonante rispetto alla realtà vera da sfiorare il ridicolo, visto il lento, costante ed inesorabile declino descritto purtroppo, non da me, ma dai dati ISTAT, davvero impietosi, relativi agli indicatori socio, economici e culturali, oltre che ambientali della nostra Città.

Spero allora che torni presto la Politica Bella quella che è capace di pensare una nuova visione di città, individuando concretamente priorità e soluzioni intelligenti, ma ha anche la credibilità e si assume la responsabilità per poterla realizzare quella visione. La Politica che non afferma solo i suoi valori ma li sostanzia praticandoli quotidianamente nella realtà, vivendoli. Perché la Politica per noi deve essere fatta di “esempi positivi”. Non deve pretendere il rispetto ma deve guadagnarselo il Rispetto e la Stima, “sporcandosi le mani” con generosità, donandosi più degli altri.

Ma non può esistere la buona Politica senza l’impegno civico dei cittadini che l’alimenta e la orienta. Spero allora che torni presto il tempo dell’impegno civico vero, di chi se può partecipa attivamente con convinzione, generosità, con sincerità, senza ipocrisie, tatticismi, paranoie, personalismi e vuote manie di protagonismo, senza convenienze e secondi fini, ma semplicemente, per il solo piacere di “sporcarsi veramente le mani” nei luoghi fisici di questa Città, per il piacere di agire, in mezzo alla gente, farsi carico e lottare con impegno, responsabilità e generosità per le battaglie di civiltà e per risolvere i tanti problemi di questa città, mettendoci cuore, coraggio, fatica, sudore, ma anche testa, passione e tenacia per difendere quel poco di Bene Comune rimasto, ma disinteressatamente…, mettendoci tutta la Faccia e le Mani si le Mani…e non solo il “Profilo”…facebook.

Gabriele Subiaco

da “La Rinascita Civica di Terracina passa attraverso il Tempo del Coraggio vissuto, della Verità praticata e della Partecipazione attiva, libera e gratuita” G. Subiaco 1.1.2020

Rispondi alla discussione

Seguici

Facebook

Twitter

Google+